#DelMonteCoppaItalia: la Sir Safety Perugia conferma il titolo!

Sir Safety Conad Perugia-Cucine Lube Civitanova (21-25, 21-25, 26-24, 25-23, 15-13)

Finalissima che si preannunciava al cardiopalma e senza un padrone quella che si è giocata all’Unipol Arena. Civitanova contro Perugia, Lube nel Cuore contro i Sirmaniaci, i vice campioni del Mondo per Club contro i Campioni d’Italia in carica. Un match che già sulla carta era spettacolare. Bando alle ciance però, e vediamo com’è andata!

Starting six: Perugia parte con Ricci, Leon, Lanza, Atanasijevic, De Cecco, Podrascanin, Colaci. Civitanova risponde con  Sokolov, Juantorena, Diamantini, Leal, Simon, Bruno, Balaso.

Già dai primi secondi di questo match si intuisce che sarà una lotta dura e senza esclusione di colpi. La parità per ora regna sovrana. De Cecco con una free ball segna il primo break di vantaggio per la Sir (5-3). Ancora De Cecco con un ace! Siamo sull’8-5. Pareggio a quota 8 con una diagonale di SokolovJuantorena fa punto dai nove metri, 10-11, sorpasso Civitanova! Attacco out di Leon, 16-20. Bernardi sfrutta un time out per impedire che i suoi si demoralizzino troppo. Di contro la Lube vede la fine del set davvero vicina.  Ancora una bomba di Sokolov (17-23), la Sir tenta il recupero con Atanasijevic e Leon (6 punti).Riesce parzialmente a ridurre lo svantaggio, ma con un’ennesima bordata di Sokolov (6 punti) i cucinieri si aggiudicano il set.

Partenza con la rincorsa per la Sir. Si porta subito sul 6-2, non ci sta a farsi soffiare la vittoria senza almeno la soddisfazione di aver lottato! Civitanova in recupero con Diamantini, Juantorena fornisce un’assistenza perfetta: 7-6. Sorpasso sul 9-10 con un attacco stellare di Leal. Un grandissimo muro di Simon scrive sul tabellone 13-16, la Sir però non si dà per vinta. Mette in piedi un recupero con Leon che trascina i suoi al 17 pari. Alla lunga è la Lube ad avere ragione: prima Leal con un ace, poi il solito Sokolov che chiude il parziale con una buona diagonale: 21-25.

Inizio col botto per la Sir: 4-1 su ace di Atanasijevic. Civitanova tenta il recupero con Fabio Ricci che però sbaglia il primo tempo. Leal di potenza sulla difesa umbra, ma il doppio ace di De Cecco sigla l’11-5. Animi piuttosto turbolenti per il punto che vale il 17-10, la Lube sotto rete protesta molto, ed il palazzetto esplode in fischi. Juantorena attacca sulle mani del muro (20-16), ace di Bruno per il 20-18. La Lube è tornata nel set! Lanza quasi lascia le penne sui tabelloni pubblicitari, e la Sir tira avanti fino al 23-20.  Con Simon al servizio la Lube arriva al 23-22, a chiudere però è la Sir ai vantaggi: 26-24.

https://www.instagram.com/p/BttsRXhHpaX/?utm_source=ig_share_sheet&igshid=14qbxl7anxim1

Nel quarto parziale, che potrebbe già essere decisivo, i cucinieri partono bene, accumulando da subito un buon vantaggio (3-7). L’avevo già detto che però gli uomini di Sirci non mollano? Beh ve lo ripeto. Tirandosi su le maniche, e grazie anche alla prestanza di Leon (13 punti nei primi tre set) si arriva al 15 pari. Civitanova resta però in partita, e con un ace conquista un importante break di vantaggio (15-17).

ACE di Yoandy Leal, che mette giù il diciannovesimo punto per la formazione marchigiana. Con un primo tempo quasi invisibile Ricci scrive la sua firma sul 19 pari. Altro primo tempo, altro punto di Ricci: 20-19. E siccome una guerra ad armi pari si combatte anche dai nove metri, Leon mette a terra due aces di seguito che portano la Sir sul 22-19. Ragazzi, che partita. Ho l’ansia io per loro. Poi me verrete a paga le cure mediche! Juantorena si fa di nuovo vivo schiantando un attacco sulle mani del muro avversario: 23-22. Lanza attacca in campo, 24-23. Atanasijevic butta giù una mina imprendibile. 25-23. Si va al tie break!

Ve lo dico? Vabe ve lo dico. Inizio in piena parità in questo tie break. Lo so che sembra una presa in giro, però mica è colpa mia. Ricciin primo tempo per il 3-2. MURONEdella coppia De Cecco-Podrascanin, 4-2. Diagonale di Sokolov, 4 pari. Queste due squadre non finiscono mai di sorprenderci. Al cambio campo gli umbri sono in vantaggio di un break (8-6), grazie ad un buon muro sugli avversari. Leon mette giù il punto dell’11-9, ma poi sbaglia il servizio. Lanza in attacco per il dodicesimo punto, ma Civitanova non molla e resta attaccata al match con le unghie e con i denti. Ancora Wilfredo Leon dalla seconda linea, poi con un muro schierato la Sir conquista il match point. Civitanova annulla. Leon mette giù l’ultimo punto, la Coppa Italia è della Sir Safety Conad Perugia!

di Francesca Lupoli, foto: Luca Laici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto