#SUPERLEGA: IL BIG MATCH E’ DI PERUGIA. TRENTO VINCE IN SCIOLTEZZA A VIBO, MENTRE VERONA RIFILA UN IMPORTANTE 3-1 A CASTELLANA. SEMRPE PIU’ ACCESA LA LOTTA SALVEZZA. A PADOVA E LATINA SERVE IL TIE BREAK PER AVERE LA MEGLIO SU SORA E SIENA. 5 SET ANCHE A RAVENNA.

– di Ilaria Brignoli e Roberta Velocci

Superlega, 4ª giornata di ritorno. Perugia e Ravenna si aggiudicano gli anticipi contro Civitanova e Monza. Bene Trento e Verona, vittoria e tre punti ai danni di Vibo Valentia e Castellana. Combattuti i match per la lotta salvezza. Padova e Latina la spuntano solo al tie break con Sora e Siena.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – ITAS TRENTINO 0-3 (25-23, 25-16, 25-18)

Ventesimo successo consecutivo per i ragazzi di Lorenzetti, che rientrano dalla trasferta a Vibo Valentia con altri tre punti importanti e confermano così il primo posto in classifica. Iniziale vantaggio della Tonno Callipo, che scappa 6-3 con un doppio ace di Skrimov. I trentini trovano spazio per il recupero (10-10) e il set si trascina in parità fino alle battute finali. Primo tempo di Candellaro, finisce 23-25. Partenza migliore dei gialloblù nel secondo parziale, volano a 3-11, grazie ad un buon turno dai nove metri di Kovacevic. Dominio totale di Trento, che si porta sul 2-0, chiudendo 16-25. Itas in vantaggio anche in prima fase di terzo parziale (2-6), poi Vibo si riavvicina 10-12, trascinata da Mengozzi e Al Hachdadi. Volata finale degli ospiti, che prendono il set 25-18 e vincono il match. MVP: Srecko Lisinac, 9 punti.

Ph: Trentino Volley
CALZEDONIA VERONA – BCC CASTELLANA GROTTE 3-1 (25-21, 24-26, 25-18, 25-20)

Vittoria casalinga per Verona, che chiude 3-1 il match contro Castellana. Parità in apertura di primo set: 9-9, punto a punto fino a quota 17-17. Decisivo Alletti in battuta, porta la squadra in vantaggio 24-21. Boyer firma il 25-21. La Bcc tiene testa ai padroni di casa nel secondo parziale, trascinata da Mirzajanpour e Wlodarczyk. Continuo botta e risposta in campo all’Agsm Forum. Più incisivi a muro, i pugliesi chiudono il set 24-26 e pareggiano 1-1. Il terzo set è tutto a favore dei gialloblù. La Blu Volley, trascinata da Solè, Kaziyski e Boyer, si aggiudica il parziale per 25-18. Equilibrio anche nel quarto set, gli ospiti rimangono sulle orme di Verona, che allunga solo alle battute finali. É un mani-out di Kaziyski (25-20) a chiudere il match. MVP: Stephen Boyer, 24 punti.

CONSAR RAVENNA – VERO VOLLEY MONZA 3-2 (25-21, 25-20, 19-25, 20-25, 15-13)

In campo al Pala De Andrè si lotta fino al tie break e sono i padroni di casa della Consar ad avere la meglio sugli ospiti da Monza. Vero Volley in vantaggio in apertura di match (16-11), poi Ravenna ripareggia i conti e sorpassa gli avversari (20-17). Rychlicki e compagni chiudono il primo set 25-21. La squadra di casa scappa 7-3, ma Monza si riavvicina trascinata da Dzavoronok e Galliani. 19-17, ancora una volta è Ravenna ad essere più incisiva sul finale e si porta sul 2-0, prendendo il secondo set 25-20. Grande reazione del team di Soli! I monzesi si riportano in gara, vincono il terzo set 19-25 e si aggiudicano poi anche il quarto (20-25). Buona la prestazione dello schiacciatore Buchegger, ex Ravenna (14 punti, 50% in attacco). Immediato allungo dei romagnoli al tie break (5-0), poi parità sul 9-9. Equilibrio fino al 13-13. La Consar sfrutta un errore avversario per aggiudicarsi il quinto set (15-13) e la partita. MVP: Kamil Rychlicki, 25 punti. 

Ph: LegaVolley

 

KIOENE PADOVA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-2 (25-18; 25-21; 24-26; 13-25; 15-6)

Match al cardiopalma quello della Kione Arena. Padova parte subito col piglio giusto, riuscendo a prendere il largo con il capitano al servizio, 13-7. Resta poi il vantaggio patavino, mentre Sora tenta in ogni modo di accorciare le distanze. Ci pensa Louati a mandare tutti al cambio campo, 25-18. Nel secondo tempo ancora testa a testa. Qualche guizzo locale, ma la Globo resta attaccata almeno fino al 23-21. E’ ancora la banda francese ad andare a segno, 2-0. Nel terzo set la formazione laziale con uno spirito diverso, con il botta risposta che vale il 16-17. Qualche cambio per coach Barbiero che innesca la marcia giusta, ed è 24-26. Tutto più che facile, per Sora, nel quarto set. La formazione volsca sembra aver trovato la quadra, ma soprattutto la grinta venuta meno nel parziale precedente. Joao e Petkovic regalano spettacolo, dai 9 metri e non solo, ed è subito 13-25. Si va al tie break. Partono bene le due squadre, un punto per parte, entrambe pronte a portare a casa l’intera posta in palio. D’un tratto, però, cala il buio in campo ospite ed è 15-6. MVP: Yacine Louati, 23 punti.

 

ph. LegaVolley

 

Sir Safety Conad Perugia – Cucine Lube Civitanova 3-1 (25-23; 26-24; 18-25; 25-15)

E’ di Perugia il big match di giornata. Punto a punto ad aprire il primo set, con Juantorena da una parte e Atanasijevic dall’altra che se ne danno di santa ragione. Ci pensa De Cecco a togliere le castagne dal fuoco sul 23 pari e portare i suoi sull’1-0. Ancora un punto per parte nella seconda frazione, ed ancora un set point perugino. Questa volta, però, Podrascanin lo annulla, e rimanda il verdetto ai vantaggi. Sokolov attacca out, De Cecco serve Leon ed è 2-0. Reagiscono bene i cucinieri che, nel terzo parziale, si portano subito in vantaggio. 8-5, 13-5. Bernardi mischia le carte in tavola, con Della Lunga ed Hoogendoorn in campo, e le distanze si accorciano. Non abbastanza, però. la Lube chiude con il 18-25 e rimanda la sentenza. Quarto set a senso unico, poi, con De Cecco e Leon che fanno male dai 9 metri e la portano sul 25-15 del 3-1. MVP: Luciano De Cecco, 6 punti

Ph. LegaVolley
EMMA VILLAS SIENA – TAIWAN EXCELLENCE LATINA 2-3(23-25; 25-20; 24-26; 25-17; 12-15)

Finisce al tie break il match salvezza del PalaEstra. Parte subito bene la squadra padrone di casa, ma Latina si rifà sotto ed innesca un punto a punto che si protrae fino alla parte clou del match. Ngapeth va a segno, ed è 23-25. Subito bene Latina nel secondo, ma Van De Voorde al servizio la spacca per Siena ed è 12-6. Il set ormai è compromesso, ed i toscani restano avanti fino al 25-20 dell’1-1. Partono in maniera aggressiva i ponti nel terzo game, portandosi sul 14-18. Sciupano però l’occasione, e Siena la porta ai vantaggi. Ci pensa Palacios a fare al differenza ed è 24-26. Savani e Van De Voorde fanno subito pendere l’ago della bilancia nella metà campo senese, ed in men che non si dica è 25-17. Il verdetto è rimandato al tie break. Punto a punto, con le due formazioni che non vogliono saperne niente di mollare la presa. Sul 12 pari, però, si spegne la luce in campo locale ed è 12-15. MVP: Simone Parodi, 17 punti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto