#SUPERLEGA: CIVITANOVA E MODENA IN VITTORIA 3-0 CONTRO RAVENNA E CASTELLANA. CHIUDONO IL 2018 IN BELLEZZA ANCHE MILANO E MONZA.

– di Ilaria Brignoli e Roberta Velocci

30 dicembre 2018, la SuperLega conclude l’anno solare con il 2º turno del girone di ritorno. Vittoria netta per Civitanova e Modena, 3-0 a Ravenna e Castellana. A segno anche Milano e Monza, che chiudono in bellezza aggiungendo altri 3 punti al bottino.

CONSAR RAVENNA – CUCINE LUBE CIVITANOVA 0-3 (16-25, 18-25, 20-25) 

Sesta vittoria consecutiva per Civitanova, che porta a casa tre punti netti dal match con Ravenna. Gli uomini di De Giorgi si impongono subito al comando del set (4-8, poi 5-10). Bene Sokolov. Qualche errore di troppo al servizio nella metà campo ravennate, la Lube vola a 10-17. Juantorena firma il 16-25. Leal e Simon inaugurano il secondo parziale con tre ace (2-9). Rychlicki risponde a dovere, anche lui a segno dai nove metri, e la Consar si riavvicina 10-13. La Lube allunga nuovamente, portandosi a +6 (14-20), per poi chiudere 18-25. Vantaggio dei cucinieri anche nel terzo set (10-14), ma Ravenna resta sulla scia. Ace di Verhees, 16-18. Civitanova scappa un’ultima volta e trova il punto della vittoria per 20-25. MVP: Bruno.

KIOENE PADOVA – REVIVRE AXOPOWER MILANO 1-3 (23-25, 23-25, 25-15, 19-25)

Milano chiude il 2018 con il 3-1 a Padova e conferma il 5º posto in classifica generale, con 26 punti. Prima fase di gioco dominata dalla parità. Padova avanza 14-11, la Revivre commette qualche imprecisione di troppo. 18-14, poi Piano e Clevenot trascinano i compagni al 22-22. Kozamernik alza il muro e mette la firma sul 23-25. Ancora equilibrio in apertura di secondo set (7-7). Milano scappa 13-17. Louati permette alla Kioene di ricucire lo strappo (18-19), Polo riporta la parità a quota 22-22. Sono due ace di Clevenot a chiudere 23-25. Padova più incisiva nel terzo parziale, allunga 11-9 dopo un’iniziale punto a punto. Il margine di vantaggio aumenta per i patavini (19-10), che arrivano a prendere il set 25-15. I ragazzi di Baldovin si portano avanti anche nel quarto parziale, ma Milano riesce a riagganciare la parità a quota 9-9. I biancorossi prendono il comando: 16-19, poi 19-22. Mani out di Hirsch sul 19-24 a mettere la parola fine al match. MVP: Trevor Clevenot, 16 punti. 

Ph: Alessia Crespi per Daily Volley
VERO VOLLEY MONZA – TAIWAN EXCELLENCE LATINA 3-1 (20-25, 25-22, 25-23, 25-21)

Chiude il 2018 con 3 punti importanti Monza, conquistati nel match contro Latina. Primo set senza storia, con Dzavoronok che cerca di tenere a galla i suoi, ma è subito 14-7. Soli mischia allora le carte in tavola, gettando Galliani nella mischia. L’accorciano fino al 23-19, poi ci pensa Stern (25-20). Netto equilibrio nel secondo parziale, almeno fino al 6-6, quando sale in cattedra Beretta (13-16). I locali diventano fallosi, la fatica a mettere palla a terra si fa sentire ed è 16-23. A mandare tutti al cambio campo ci pensa Dzavoronok (22-25). Il terzo set si gioca tutto sulle ali dell’equilibrio, con Ngapeth da una parte e Dzavoronok dall’altra a tenere alta la guardia, fino al 22-23. Ci pensa Stern, falloso dai 9 metri, a portare gli ospiti sull’1-2. Ancora patta nell’avvio del game, ma sul più bello Monza solca il vantaggio (10-15). Gitto accorcia, o almeno ci prova, ma Galliani risponde ed è 14-20. Monza poi è brava a gestire, ed è 3-1.  MVP: Donovan Dzavoronok, 21 punti.

Ph: LegaVolley
AZIMUT LEO SHOE’S MODENA – BCC CASTELLANA GROTTE 3-0 ( 25-18; 25-18; 25-17)

3 punti importanti per Modena, che ritrova la vittoria a punteggio pieno dopo lo sgambetto di Sora. Parte subito forte la squadra locale ed è 14-10. Castellana non molla la presa, ma l’Azimut non si lascia cogliere impreparata ed è subito 25-18. Ritmi alti anche nel secondo set, con il sestetto locale che doppia i pugliesi ed è 14-7. Sono ancora Anzani e compagni a restare avanti, con il 19-14 prima, e con il 25-18 dopo. Castellana resta più in partita nel terzo tempo, ed è 13-11. Christenson smista bene, Pinali mette palla a terra ed è 21-16. La strada per la vittoria è già segnata, 25-17 ed i gialloblù possono esultare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto