#EuropaFemminile: Vincono Novara, Uyba e Monza. L’Imoco soccombe alle avversarie

Dopo la vittoria di ieri sera di Scandicci, raccontata dalla nostra inviata sul campo Fiorensa, diamo uno sguardo al cammino delle altre italiane in Europa! Partiamo dalla Champions League, con Igor Novara e Imoco Conegliano!

PALMBERG SCHWERIN – IMOCO VOLLEY 3-0 (36-34,25-19,25-22)

Alla prima trasferta in Europa, le pantere di coach Santarelli hanno subito la loro prima sconfitta. Con in campo la formazione tipo, Wolosz-Fabris, De Kruijf-Danesi, Hill-Sylla libero De Gennaro, l’Imoco capisce subito che le avversarie hanno intenzione di vendere cara la pelle.
Con un palasport soldout le ragazze dello Schwerin tengono testa all’Imoco da subito. Nella parte centrale del primo set, in particolare con un ottimo lavoro a muro di De Kruijf e Danesi, l’Imoco si spinge avanti (16-19). Sylla e Hill riportano avanti le pantere, che però peccano un po’ troppo in ricezione.
Le avversarie tampinano l’Imoco, che alla lunga paga la pressione delle tedesche, cedendo il set per 36-34.

Nel secondo set le pantere spingono subito per portarsi in avanti, ma la grinta tedesca non manca. Adams continua a picchiare e lo Schwerin prende il largo. Fabris e compagne provano a metterci una pezza, ma ormai il set è indirizzato. Se lo portano a casa le padrone di casa, che volano sul 2 a 0.

Ph. CEV

Nel terzo parziale la situazione invece è diversa: l’Imoco prende vantaggio e si porta addirittura sul 6-11 grazie anche ad un ottimo turno al servizio di Samadan. Poi non si sa bene cosa accade: un po’ le tedesche che si rimboccano le maniche, un po’ l’Imoco che subisce la loro pressione, e si ritorna in parità. Sylla e Hill danno di nuovo lo spunto per il largo delle venete (14-19), ma la solita Adams riporta le tedesche in scia. Alla fine sono proprio le padrone di casa, spinte dal loro pubblico, a portare a casa il risultato.

MINCHANCKA MINSK – IGOR GORGONZOLA NOVARA 0-3 (19-25, 32-34, 16-25)

Alla seconda uscita europea arriva il secondo successo consecutivo per Novara. Priva di Zannoni e della bomber Egonu, la squadra di coach Barbolini ha steso le bielorusse per 3 a 0.
Nel primo e la Igor ha vita abbastanza facile: parte bene sin dall’inizio, con Chirichella (91% in attacco) Bartsch e Hackley. È Veljkovic a lanciare la squadra verso il set ball, e la vittoria del parziale.

Il secondo è stato decisamente più combattuto. Novara segna subito tre punti di vantaggio con Chirichella, ma Minsk arriva subito al pareggio sul 6. Riesce a prendere per tre lunghezze di vantaggio sul 17-13. La battaglia è lunga e sanguinosa. Tutta la squadra di coach Barbolini ci mette del suo, ma Veljkovic risulta decisiva nel momenti di maggiore tensione, e porta la sua squadra alla conquista del set. Il terzo parziale è a trazione azzurra: Chirichella, Plak e Veljkovic picchiano forte, senza troppa resistenza da parte della compagine bielorussa. Sarà proprio Cristina Chirichella a firmare il match ball, ed il secondo successo della Igor!

Novara
Ph. CEV

Tutto bene in Challenge Cup per la Saugella Monza che negli ottavi di finale a Gent batte le padrone di casa con un netto 3-0 che ipoteca il passaggio del turno.

VDK BANK GENT- SAUGELLA MONZA 0-3 (15-25, 20-25, 23-25)

In tutti e tre i set della gara Monza tiene sempre il pallino del gioco con un grande muro (16 punti totali di cui 5 Ortolani e 3 di Melandri e Facchinetti) che porta le ragazze di Monza in fuga in tutti i set. Il terzo set è stato, senza dubbio, quello più combattuto. Le padrone di casa che hanno provato la reazione giocando punto a punto fino a fine set quando Monza è riuscita a piazzare con Partenio l’allungo vincente.

Ottima anche la prestazione della UYBA in Cev Cup che vince 3-0 a Graz e anch’essa ipoteca il passaggio del turno.

Ph. CEV
UVC HOLDING GRAZ – YAMAMAY E-WORK BUSTO ARSIZIO 0-3 (11-25,21-25,14-25)

Il primo set vede un netto predominio delle farfalle che dominano il campo con Grobelna e Meijners e lascia le avversarie a 11.

Il secondo set è un pochino più equilibrato con le padrone di casa che provano a reagire con il servizio. Si sta in equilibrio fino al 18-18 quando poi Busto Arsizio allunga con Herbots e chiude sul 21-25.

Nel terzo set si ha di nuovo il dominio del campo per le farfalle che controllano agevolmente la partita con un bel turno in battuta di Cumino chiudendo con Herbots sul 14-25.

di Francesca Lupoli e Valentina Baroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto