#SERIEA2M GIRONE BLU: SCIVOLA GROTTAZZOLINA IN CASA COL CLUB ITALIA, FACILE PIACENZA, TUSCANIA ANCORA KO.

Videx Grottazzolina – Club Italia Crai Roma 2-3 (22-25, 25-21, 22-25, 25-19, 14-16)

Bellissima vittoria del Club Italia che, da ottava, vince in casa dell’attuale terza forza del nostro campionato. Un match deciso da, come spesso accade, pochi palloni che fanno la differenza: lo dimostra il fatto che il quinto set è finito ai vantaggi e lo dimostrano le statistiche molto simili di entrambe le squadre.

Ph. LegaVolley

Per i locali i muri sono 10, per gli ospiti 12 (2 messi a segno nel tiebreak); la Videx viaggia col 45% in attacco, il Club Italia col 44%. La vera differenza sta nella battuta: 10 ace per gli azzurrini, 5 per Grottazzolina. Top scorer Stefani con 29 punti, che chiude il match e che rientra in campo dopo l’infortunio nel migliore dei modi.

Gas Sales Piacenza – Tinet Gori Wines Prata di Pordenone 3-0 (25-20, 25-18, 25-14)

Partita quasi mai in discussione: Piacenza si prende i tre punti in poco più di un’ora con una grande prestazione accentuata dai 9 muri, 9 ace e dal superlativo 62% in attacco.

Ph. LegaVolley

La Tinet cerca di rispondere con 3 muri, 0 ace e un 36% in attacco con nessun giocatore in doppia cifra a fine match (il migliore Radin insieme a Bortolozzo con 6 punti). Top scorer il solito Fei (19).

Elios Messaggerie Catania – Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania 3-1 (19-25, 25-20, 25-21, 25-18)

Vittoria per la Elios Messaggerie Catania che batte per 3-1 Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania. Catania deve fare a meno di due giocatori fondamentali Federico Mazza e Nico Toselli, rimasti coinvolti in un incidente stradale (il primo ha rotto un dito e sarà sottoposto ad un intervento nei prossimi giorni, per il secondo solo qualche graffio).

Ph. LegaVolley

Nuova formazione quindi Catania: Juan Ignatio Finoli, Cesare Gradi, Dusan Bonacic, Filippo Porcello, Francesco Corraro, Francesco Cricoco e Federico Reina. Nel primo set Tuscania prende le redini del gioco ma quando i padroni di casa trovano il giusto feeling non c’è gioco. Top Scorer Gradi (21).

Olimpia Bergamo – Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo 3-0 (25-21, 25-23, 31-29)

Ancora una vittoria per Olimpa Bergamo che consolida il suo primo posto in classifica. Cuneo è stata un’avversaria con la A maiuscola per i Bergamaschi.

Ph. LegaVolley

Mvp della giornata Shavrak, fondamentale nel secondo set che, dopo un inizio in parità, permette un sorpasso. Nel terzo set Cuneo parte carica grazie agli attacchi di Caio. La partita arriva al 24 pari e si va ai vantaggi. Match point sempre di Cuneo fino al 28-29 poi inversione di rotta e vittoria di Bergamo.

Pool Libertas Cantù – Pag Taviano 3-0 (25-21, 25-19, 25-13)

Cantù ottiene tre punti fondamentali battendo Taviano per 3-0. Primo set in parità fino al 18-18, poi due muri di Bencz ribaltano il set e portano in vantaggio la Pool Libertas.

Ph. LegaVolley

Secondo set molto simile al primo parità fino al 16-15 poi uno scatenato Santangelo (chiuderà la partita mettendo a terra 28 punti con il 70%). Il terzo set è Dominio della Pool Libertas, l’allenatore di Taviano prova a smuovere gli animi ma nulla riesce.

Gioiella Gioia del Colle – Tipiesse Cisano Bergamasco 3-1 (25-20, 25-17, 23-25, 25-19)

La partita tra Gioiella Gioia del Colle e Tipiesse Cisano Bergamasco si conclude con un 3/1 in favore di Gioia del colle. Parte molto bene la formazione casalinga che dopo un primo momento di parità si porta in vantaggio.

Ph. LegaVolley

Nel terzo set sono gli ospiti ad avere la meglio. La vittoria nel quarto set di Gioia del Colle sancisce la vittoria dei padroni di casa. Mvp Sighinolfi che chiude con 18 punti.

Sieco Service Ortona – Materdominivolley.it Castellana Grotte 3-1 (25-20, 25-21, 19-25, 25-18)

Match tra la sesta e la settima forza del campionato, finito a favore dei padroni di casa che conquistando i tre punti raggiugono proprio la Materdomini a quota 19.

Ph. LegaVolley

A fare la differenza sono gli 11 muri rispetto ai 7 degli ospiti e soprattutto il 54% in attacco dei locali contro il 47% degli ospiti. Non basta un superlativo Cazzaniga (top scorer con 21 punti) a Castellana Grotte per strappare almeno un punto in casa degli avversari.

di Erika Introini e Alice Biondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto