#SERIEA1F: FINALMENTE BERGAMO, OK MONZA. SCANDICCI DISTRUGGE LA POMI’, PERFETTE IMOCO E NOVARA.

di Giorgio Cipolletta e Fiorensa Kazazi, sesta.

Sesta giornata che vede vincente Monza nell’anticipo sul campo di Cuneo. Novara batte Filottrano e sale da sola in testa alla classifica, risponde l’Imoco a Chieri. Superba Scandicci, distrugge la Pomi’ e fa suo il big match. Cade Brescia contro Bergamo, che muove la classifica. In attesa del posticipo tra UYBA e Firenze.

Riposa: Club Italia Crai

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO – SAUGELLA TEAM MONZA 1-3 (24-26 25-22 19-25 15-25)

Partono meglio le padrone di casa con Van Hecke (17-15). Arriva il pareggio monzese con Ortolani, ma un invasione di Melandri sigla l’allungo casalingo (23-20). Qui sale in cattedra Adams che chiude il set ai vantaggi per le ospiti. Bosio e Zambelli suonano la carica per Cuneo che si trascina avanti (15-12). Monza prova a cambiare le carte in tavola ma Cuneo spinge e chiude con Zambelli. Nei restanti set Orthmann e Hancock spingono sull’acceleratore e chiudono per le ospiti.

Elisa Calabrese

IGOR GORGONZOLA NOVARA – LARDINI FILOTTRANO 3-1(25-21, 19-25, 25-18, 25-21)

Spingono le marchigiane con Vasilantonaki, ma il break novarese arriva con Chirichella (17-14). In scioltezza poi vincono le azzurre con Egonu. Filottrano rientra in campo in maniera strepitosa con Pisani e Di Iulio, vincendo il set e mettendo tutto in parità. Terzo set e tutto torna nella normalità Bartsch e Piccinini martellano una Lardini visibilmente in affanno. Quarto set, Veljkovic e Bartsch tengono a distanza le ospiti che cedono.

REALE MUTUA FENERA CHIERI – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (24-26; 24-26; 23-25)

Scappano subito le ospiti (6-10), ma Chieri pareggia (14-14). Dapic e Angelina guidano la sorpresa piemontese che si spinge fino ai vantaggi, poi sarà Tirozzi a chiudere per le gialloblù. Analogo al primo set scappa Conegliano, pareggiano le casalinghe. Easy esce con l’ennesimo infortunio, mentre De La Caridad Silva passa avanti (20-19). Set point chierese cancellato ancora da Tirozzi. Chieri scappa nel terzo con Perinelli (12-9). L’Imoco torna con Hill e di rapina ammutolisce il PalaFenera.

Alice Ondei

BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA – ZANETTI BERGAMO 1-3 (21-25, 24-26, 25-22, 23-25)

Buono l’avvio delle padrone di casa, Nicoletti a segno per il 9-5. Time-out che aiuta le ragazze di Bertini a tornare a -1 (9-8), il gioco si fa più equilibrato. Brescia mantiene qualche punto di vantaggio (17-13), il secondo time-out bergamasco aiuta a ricucire lo strappo (17-17). Zanetti in vantaggio non permette una rimonta: muro di Tapp per il 21-25. Bergamo non concede alle bresciane di prendere il largo: si porta avanti, in qualche punto raggiungono la parità (15-15), Rivero trova il primo vantaggio del set per Brescia (23-22). Acosta chiude ai vantaggi (24-26). Brescia riparte con più grinta (13-10), Bergamo rimane attaccato (15-15), ma la Banca Valsabbina, non si fa scoraggiare: Nicoletti firma il 25-22. Equilibrato il quarto set, le squadre si alternano, punto su punto fino alla fine con Acosta a segno per la vittoria bergamasca (23-25).

Letizia Valle

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – POMI’ CASALMAGGIORE 3-0(25-17, 25-21, 25-23)

La storia del primo parziale la fanno le padrone di casa. Allungano, e allungano ancora (2-0, 5-1). Gaspari non può che interrompere il gioco e il buon avvio di Scandicci sul 9-2. La risposta ospite (9-5) non è sufficiente: Savino gasatissima con due attacchi vincenti di Malinov prende il largo (14-6). Le padrone di casa sono determinate a chiudere con Bosetti a segno per il 25-17. Arriva la risposta di Pomì con Rahimova che mette a terra due ace (2-5). Adenizia ci mette le mani e riporta Scandicci avanti (7-6). Il distacco aumenta, qualche errore ospite aiuta e anche il secondo parziale va alle padrone di casa (25-21). Maggiore equilibrio nel terzo parziale (3-3, 5-5), Carcaces prende le distanze (6-9) e stavolta è la Savino a faticare. Pomì mantiene il suo distacco finché Haak non firma la parità (18-18). Punto su punto, Stevanovic e Bosetti chiudono 25-23. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto