#SERIEA2M GIRONE BIANCO: MONDOVì E BRESCIA CONTINUANO A GUIDARE LA CLASSIFICA

di Alice Chiarot e Arianna Mecozzi

Eccoci quà con un breve recap sulla sesta giornata del Girone Bianco del Campionato di serie A2 maschile. Brescia e Mondovì riescono a difendere di classe il loro primato in classifica. Di contro Reggio Emilia con la super vittoria su Livorno si porta a pari punti di quest’ultima e di Spoleto, tutte e tre a quota 11 punti. Fanalini di coda rimangono Roma e Lamezia, ancora alla ricerca del primo punticino. Ma andiamo a vedere i match nel dettaglio.

MONINI SPOLETO 2 – 3 SYNERGY ARAPI F.LLI MONDOVì (25-21, 20-25, 16-25, 25-20, 13-15)

Il percorso  vincente in campionato di Mondovì continua con una nuova vittoria, questa giornata in casa di Spoleto: una partita di alti e bassi che ha portato le due formazioni a giocarsi il tiebreak. L’ex del match è stato Michele Morelli.

Primo set che vede gli oleari partire meglio degli avversari: il massimo vantaggio viene raggiunto sul 15-11 ma i ragazzi di Fenoglio non ci stanno e tornano sotto accorciando il vantaggio. Il set si conclude con un errore in battuta di Biglino. Nel secondo invece un’altra storia: sono Terpin e compagni a partire meglio tanto da pareggiare il conto dei set (20-25).

ph. moninimarconivolley.it

Grande strappo degli ospiti nel parziale successivo: sul 12 pari, due muri di Treial, un ace di Pistolesi e un muro di Terpin portano Mondovì ad avere 6 lunghezze di vantaggio (14-20). Il set si conclude 16-25. Il quarto vede una reazione di orgoglio dei padroni di casa, che ritrovano il fondamentale del muro e commettono pochi errori.

Tiebreak molto combattuto fra le due formazioni che si conclude alla prima occasione quando Padura Diaz viene murato.

AURISPA ALESSANO 2 – 3 CONAD LAMEZIA (25-22, 25-27, 21-25, 25-20, 11-15)         

Una Conad Lamezia più decisa e meno fallosa in campo la spunta al tiebreak in casa di Alessano conquistando  la prima vittoria stagionale.

Primo set molto combattuto fra le due formazioni che colpo su colpo si danno battaglia: l’ingresso in battuta di Scardia è determinante tanto che Alessano vince per 25-22. Nel secondo invece è una Lamezia meno fallosa e più determinata a conquista il suo primo set di stagione a pareggiare i conti con un muro out di Bigarelli (25-27).

Ph. pallavoloazzurra.it

Nel terzo parziale Lamezia continua la sua azione lasciando fin da subito gli avversari dietro di sé (2-6) e andando a vincere per 21-25. Nel parziale successivo Alessano pareggia i conti: a meno due da Lamezia (5-7) un parziale di 6-0 (11-7) rimette in corsa la formazione di coach Lorizio.

Nel tiebreak sul 10 pari, Lamezia mette a segno due ace e acquisisce il vantaggio che le consegna la prima vittoria dopo sei giornate di campionato.

ROMA VOLLEY 0 – 3 CENTRALE DEL LATTE SFERC BRESCIA (19-25, 25-27, 23-25)

Brescia sempre più vincente ai danni di una Roma che lotta, soprattutto nel secondo e nel terzo set, ma non riesce a strappare nemmeno un punto a Cisolla e compagni. Un cartellino verde è stato assegnato a Zappoli per aver dichiarato un tocco a muro.

Nel primo set è una Roma più fallosa in battuta e che fa difficoltà a costruire il gioco a cede al passo a Brescia che grazie a Bisi, Cisolla e Milan porta a casa il primo set con il risultato di 19-25.

ph. Atlantide Pallavolo Brescia

Nel secondo invece la squadra di casa va vicina a portare a casa il parziale: sul 19-14 però Brescia, in leggera difficoltà, fa affidamento sui suoi attaccanti e torna sotto. Roma gioca e convince ma non riesce a chiudere il set (24-23) a causa delle giocate di Cisolla che porta i suoi sul 0-2. Terzo set molto combattuto: Brescia scappa avanti (12-14) ma Roma non si da per vinta e recupera lo svantaggio (17-16). Sul primo match point in favore di Brescia è una battuta di Milan a chiudere la partita.

BCC LEVERANO 1 – 3 GOLDENPLAST POTENZA PICENA (26-24, 29-31, 24-26, 24-26)

Match senza esclusione di colpi a Taviano dove si sono affrontate la BCC Leverano e la Golden Plast Potenza Picena. Il match si apre con i pugliesi che si affidano alla mano calda di Ristic, in grado di mantenere gli avversari sempre a debita distanza (18-15). Sul finale sembra tutto facile per Leverano, avanti per 20-16, ma i marchigiani si risvegliano e grazie ad una gran prestazione a muro riescono a guadagnarsi il pareggio. Il malinteso per una pipe mancata nella metà campo marchigiana fa si che i pugliesi si aggiudichino il primo set per 26-24.

Nel secondo set è Potenza Picena a scendere carica in campo (2-6), ma subito gli ace del solito Ristic ristabiliscono il pari e non solo. I pugliesi riescono a centrare il sorpasso (17-13). Paoletti e Garofolo portano i loro a raggiungere nuovamente una situazione di parità (22-22). Lungo finale di set al cardio palma e stavolta è Potenza Picena a spuntarla, complice l’ace del centrale Larizza e l’attacco out di Orefice (29-31).

ph. Francesca Mecozzi

Terzo set più equilibrato, con le due squadre a mantenersi sulla stessa lunghezza d’onda. Il primo strappo avviene grazie a Larizza che allunga per 15-18. Leverano impatta, e sul finale di set ancora una volta si va ai vantaggi, dove l’attacco out di Ristic consegna la vittoria a Potenza Picena (24-26).

Quarto parziale stravolgente in tutti i sensi. Leverano è pronta a rimettersi in gioco, e macinano punti su punti fino a lasciare gli avversari indietro di ben sei punti (20-14). Si risvegliano i marchigiani grazie ad un Larizza da 16 punti (23-22). A chiudere il match ci pensa Paoletti che passa il muro avversario e consegna la vittoria ai suoi.

MENGHI SHOES MACERATA 3 – 2 GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO  (16-25, 25-21, 18-25, 25-22, 15-9)

Vittoria sudata per Macerata, che trova la vittoria al tie break contro Lagonegro. Il match si apre con un primo set totalmente a senso unico. Infatti, i padroni di casa cedono il passo agli avversari fermandosi a quota 16 punti (16-25). Nel secondo parziale i marchigiani decidono di scendere in campo: Tiurin prende per mano i suoi e sigla il 21-18 per i suoi. Il set si chiude con Franceschini a muro su Boswinkel (25-21). Nel terzo set torna a regnare la Geosat e conduce il gioco mantenendo sempre gli avversari a distanza. Sul finale di set l’errore di Tartaglione consegna il set ai lagonegresi sul punteggio di 18-25.

ph. Mauro Pianesi

Quarto parziale che vede gli ospiti decisi a chiudere il match in breve tempo. Si mantengono in fatti avanti per la maggior parte del set fino (14-18). La Menghi Shoes non ci sta e guadagna un break da quattro punti, andando così a trovare la parità (19-19). Il risultato si ribalta completamente e Casoli sigla il 25-22 che allunga la resa dei conti al tie break. Macerata, condotta dal solito Tiurin parte decisa, allungando già per 5-2 in avvio. Si complicano le cose per gli ospiti e l’errore al servizio di Boswinkel consegna la vittoria ai padroni di casa (15-9).

CONAD REGGIO EMILIA 3 – 0 ACQUA FONTEVIVA APUANA LIVORNO (29-27, 25-14, 25-19)

Facile vittoria in casa per Reggio Emilia, che in soli tre veloci set riesce a liquidare la neo promossa Livorno. Il primo set vede inizialmente i padroni di casa a guidare il gioco, con un vantaggio di 14-9 sugli avversari. Grazie al servizio di Wojkic i livornesi riescono a rientrare in partita e a portarsi a meno uno (17-16). Finale di set al cardio palma con le due squadre a combattersi sino ai vantaggi. A spuntarla è la Conad, che conquista il set grazie al servizio di Bellei (29-27).

ph. Volleytricolore.it

Nel secondo parziale Livorno cerca di rimanere attaccata agli avversari (15-13), ma la Conad spicca poi il volo e si aggiudica il set sul punteggio di 25-14. Il terzo set vede un breve risveglio della squadra toscana, che riesce addirittura a trovare il sorpasso (5-6). Reggio Emilia non ci sta, trova la reazione ed il controsorpasso (11-9).  Sul finale la squadra ospite cerca di ristabilirsi, ma niente da fare. I padroni di casa accelerano e trovano la vittoria del match (25-19).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto