#SERIEA2M GIRONE BIANCO: BRESCIA SEMPRE PIU’ IN TESTA, OTTIME PRESTAZIONI ANCHE PER MONDOVI’ E SANTA CROCE

di Alice Chiarot.

Una giornata ricca di risultati nel turno infrasettimanale del girone bianco di A2. Andiamo a vedere più da vicino quello che è successo!

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 3 – 0 MENGI SHOES MACERATA (25-19, 25-20, 25-17)

La prima vittoria stagionale per la Kemas Lamipel Santa Croce arriva in casa grazie ad una bella prestazione di squadra ai danni di Macerata, che ha visto l’esordio nel neo acquisto Partenio, che deve arrendersi soprattutto agli attacchi di Wagner, autore di 27 punti.

Il primo parziale volge al termine in maniera molto veloce, i Lupi riescono ad essere subito incisivi (8-4), grazie ad una bella prestazione a muro e dalla linea dei 9 metri, incrementando il vantaggio fino ad andare a vincere con il risultato di 25-19.

ph. Veronica Gentile- www.lupipallavolo.net

Nel secondo set, dopo il timido avvio, i ragazzi di coach Bosco cercano di reagire e complice qualche errore di troppo dalla parte biancorossa riescono a rimanere in gioco (7-8). I Lupi però non ci stanno e riescono comunque ad andare a vincere il parziale. Lo stesso avviene nel terzo, dove entrambe le formazioni si danno battaglia (25-17).

CONAD LAMEZIA 0 – 3 CENTRALE DEL LATTE SFERC BRESCIA (21-25, 20-25, 16-25)

Una vittoria quella per Brescia arrivata fuori casa con una buona prestazione dell’intera formazione, che le consegna la vetta della classifica, e porta la quarta sconfitta consecutiva in casa di Lamezia, ferma a quota 0 punti.

Una solida prestazione a muro (7 contro i 3 degli avversari) e dalla linea dei nome metri (9 ace rispetto ai 4 di Lamezia) per i ragazzi di coach Zambonardi, che agilmente si portano alla vittoria nel primo set (21-25), dopo aver ottenuto un primo vantaggio sul 10-12.

ph. www.atlantidepallavolobrescia.it

Nel secondo parziale Lamezia, grazie a delle belle azioni ed attacchi incisivi riesce a passare in vantaggio per la prima volta nella partita (9-7). Un ace di Cisolla e una ricezione permettono a Brescia di aumentare il proprio vantaggio, sostenuto anche da due ace di Bisi. Nel terzo è un errore in battuta di Szewczyk a consegnare la vittoria alla squadra ospite.

Il best scorer del match è stato Bigarelli con 19 punti.

MONINI SPOLETO 2 – 3  ACQUA FONTEVIVA APUANA LIVORNO (25-18, 25-21, 24-26, 23-25, 11-15)

Una vera e propria battaglia quella vista in campo ieri sera fra la Monini Spoleto e l’Acqua Fonteviva Apuana Livorno che si è conclusa solo al tiebreak, che ha regalato la seconda vittoria consecutiva alla squadra ospite.

Spoleto parte subito con il piede giusto andando a conquistare i primi due set: il punto del 6-0 viene messo a segno da Aguenier in bagher, Livorno cerca di farsi sotto riducendo lo svantaggio ma non riesce a ritornare nel set. Nel secondo parziale invece gli oleari subiscono un primo stop, ma riescono in fretta ad uscire fuori dalla prima situazione di difficoltà grazie a Padura Diaz, autore di 23 punti in tutto il match.

ph.www.moninimarconivolley.it

Livorno è decisa a non mollare e nel terzo set gioca sempre in equilibrio con Spoleto: nel finale riesce a conquistare il break per provare a vincere il set, che arriva dopo un errore di Padura Diaz. Lo stesso avviene nel quarto che si conclude 23-25 per gli ospiti.

Nel tiebreak Livorno conquista subito un vantaggio di tre punti, che viene ricucito in fretta da Spoleto che però complice qualche errore di troppo è costretta a lasciare il campo a De Santis, autore di 21 punti, e compagni.

AURISPA ALESSANO 3 – 0 GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO (25-21, 25-21, 25-22)

Un risultato netto arriva anche dal campo dell’Aurispa Alessano che in poco meno di un’ora e mezza ottiene una vittoria a punteggio pieno in casa contro Lagonegro.

ph.www.rinascitavolley.com

Un match giocato all’insegna dell’equilibrio fra le due squadre, che una volta ottenuto il vantaggio sono ritornate poco dopo in parità, e che nel finale ha sorriso ad Alessano. Una bella prestazione in attacco per i padroni di casa (51% contro il 41% di Lagonegro) che ben si comportano anche dalla linea dei nove metri, mettendo a terra 10 ace. Nell’ultimo set sono bravi i ragazzi di coach Lorizio a ricucine lo svantaggio (8-12) grazie ad una bella unità di squadra.

Il best scorer della serata è stato Boswinkel con 15 punti.

BCC LEVERANO 1 – 3 SYNERGY ARAPI F.LLI MONDOVì (15-25, 18-25, 27-25, 19-25)

Continua la striscia di risultati positivi per Mondovì che grazie a questo 1-3 si porta a quota 9 punti in classifica, al secondo posto, con tre vittorie consecutive. Fondamentale in questo match il muro: sono stati ben 16 quelli messi a segno da Morelli e compagni.

ph.www.volleyleverano.it

Nel secondo set viene utilizzato il cartellino verde, una delle novità introdotte quest’anno nel campionato, e viene dato a Pistolesi che sul 4-8 ha ammesso un tocco a muro. Una seconda frazione di gioco dove la ricezione di Leverano fatica conto gli efficaci attacchi degli avversari. La cosa però non accade nel terzo dove i padroni di casa tirano fuori le unghie per cercare di riaprire la partita, andando a vincere ai vantaggi (27-25).

Nel quarto Morelli si infortuna alla caviglia ed è costretto ad uscire dal campo; questo fatto non demoralizza la squadra che ottiene la vittoria del match.

CONAD REGGIO EMILIA 3 – 1 GOLDENPLAST POTENZA PICENA (25-21, 25-19, 22-25, 25-14)

Torna alla vittoria in casa, dopo la sconfitta della scorsa giornata, la Conad Reggio Emilia, mettendo in campo una bella prestazione di squadra. Per Potenza Picena è  la terza sconfitta in quattro giornate di campionato.

I ragazzi di coach Rosichini aprono il set nel migliore dei modi mettendo a segno tre punti consecutivi (3-0). Reggio Emilia non ci sta e ricuce subito lo svantaggio grazie a Fabroni, per poi portarsi sul 10-8. Una maggior incisività in attacco le consegna il primo set (25-21). Anche il secondo si svolge sulla falsa copia del primo, dove Bellei si ritaglia il ruolo da protagonista.

ph.www.volleypotentino.it

 

Nel terzo Potenza Picena prova a reagire e dopo aver ottenuto il pareggio (8-8) incrementa la propria azione. Un videocheck le consegna il 13-17, vantaggio che poi la porta a riaprire la partita (22-25). Nel quarto parziale però la cosa non si ripete ed è Reggio Emilia ad andare a vincere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto