#SUPERLEGA: Trento passa a Sora.Vinta la sfida del PalaCoccia per 3-1. Lisinac MVP

Esordio amaro ma non troppo quello di Sora tra le mura amiche del PalaCoccia. L’ITAS Trentino, infatti, passa per 1-3 (22-25; 20-25; 25-21; 19-25) in quel di Veroli.

Per questa prima partita casalinga Barbiero schiera Kedzierski al palleggio opposto a capitan Petkovic, Joao Rafael e Nielsen a schiacciare, Caneschi e Di Martino dal centro e Bonami libero.Dall’altra parte della rete scendono in campo Giannelli in diagonale con Vettori, Rssell e Kovacevic di banda, Candellaro e Lisinac in posto 3 e Grebennikov di banda.

PRIMO SET

Il primo parziale si apre con un accesissimo testa a testa tra le due formazioni che non si risparmiano. Ci prova Trento a fare la voce grossa ma Sora non si lascia intimorire ed è 8-8. Ancora baguarre tra le due squadre che mettono a terra un pallone dopo l’altro obbligando Lorenzetti a far suonare la sirena sul 16-15. Un ribaltamento di fronte firmato Russell, però, costringe Barbiero ad un’altra interruzione (17-18). Sora non ci sta a non dire la sua, e con Di Martino a muro pareggia di nuovo i conti. Ancora un punto ciascuno, mentre il set entra nella parte calda. Ad avere la meglio è Trento che sprinta con le sue bocche di fuoco e la chiude sul 22-25.

SECONDO SET

Avvio diverso quello del secondo parziale, con Trento che subito si porta sull’1-3, mentre Sora sembra non ingranare ma, un pallone la volta, riesce a pareggiare i conti (7-7). Testa a testa, allora, tra le due formazioni. Kovacevic da una parte e Joao Rafael dall’altra non si risparmiano, e sul tabellone è 11-12. Un break importante firmato ITAS, però, spacca in due la contesa (13-17) e costringe i locali a far suonare la sirena. Russel gioca con le mani del muro, però, e segna il 17-21. E’ ancora una volta Trento ad avere la meglio, questa volta con il punteggio di 20-25.

TERZO SET

Ad aprire il terzo game è il netto vantaggio di Sora, che attacca forte e segna il 5-2. Trento trova subito la reazione e ribalta la contesa per 7-8.  Punto a punto, allora, tra i due sestetti che, a suon di battute ed attacchi a tutto braccio, tengono alta la tensione, in campo e sugli spalti. Tentano l’allungo Russell e compagni segnando il 10-14, ma la reazione locale non tarda ad arrivare ed è 14-15.  Ad interrompere il punto a punto è il videocheck che da doppiamente ragione ai padroni di casa, ed è 21-19. Ci prova Trento a chiudere il match, ma è la grinta di Sora a fare la differenza ed è 25-22.

QUARTO SET

Netto equilibrio a scandire l’avvio del terzo tempo. Trento, però, mette il muso avanti ed è 4-6. Giocano d’astuzia gli uomini di Lorenzetti, costringendo Barbiero alla sosta sul 5-9. Nulla cambia, al rientro in campo, trento rimane in netto vantaggio e, sul 7-13, obbliga la panchina sorana a cambiare la regia. Troppi errori al servizio per i locali, mentre i dolimitici risultano lucidi e puliti e si portano sull’11-16. Ci prova Sora a restare in partita, ma la Diatec macina punti su punti e segna il 14-20 per mano di Kovacevic. Si chiude sul 19-25 il set, che vale l’1-3 ospite.

 

MVP: Lisinac

Spettatori 1083; Incasso €9649,73

 

Roberta Velocci

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto