#MONDIALE FEMMINILE 2018: UN’ITALIA SCHIACCIASASSI SI PRENDE LA NONA VITTORIA CONSECUTIVA E VOLA ALLA FINAL6 DA PRIMA DEL GIRONE!

ITALIA 3 -1 USA (25-16, 25-23, 20-25, 25-16)

Si torna in campo ad Osaka per l’ultima partita prima dell’inizio delle final six! All’Italia, già qualificata, serve un punto per assicurarsi il primo posto nel girone, mentre sono ancora a caccia della qualificazione USA e Russia che oggi si scontrano rispettivamente con la nostra nazionale e con la Cina. Andiamo a raccontare subito questa partita!

Il match inizia con con un punto di Larson, ma risponde immediatamente Bosetti dalla metà campo avversaria. L’Italia va subito in vantaggio grazie ad un errore di Bartsch sul 4-3 e da qui prende il largo: ace di Egonu sul 5-3, ancora Egonu dalla pipe dopo una splendida difesa di Bosetti sigla il 6-3, un muro di Sylla regala il 7-3. E’ un momento d’oro per la difesa italiana e in particolare per Sylla che non lascia cadere nulla e permette alla nazionale italiana di contrattaccare in maniera efficace. Malinov di seconda intenzione mette giù il 9-4, ma gli Stati Uniti si riavvicinano sul 10-7 con un muro sulla Bosetti. L’Italia non si ferma, e soprattutto con Egonu e Sylla continua la marcia verso la vittoria del set. Bellissimo il mezzo blanciere di Sylla messo giù sul 13-8. Dall’altra parte del campo Bartsch sbaglia molto, regalando il 14-8 e il 15-10 alle azzurre. Superlativo il muro tatgato Italia sul 24-16 dopo uno scambio lunghissimo! Chiude un errore USA, 25-16.

Ph. FIVB

Il secondo set vede l’Itlia subito avanti 2-0 con un muro di Egonu, ma gli Stati Uniti agganciano subito sul 3-3 le ragazze di Mazzanti con un muro su Sylla. Sul 5-8 sono gli USA a passare avanti con un contrattacco. Chirichella subito cerca di ricucire lo strappo con un ace che sigla il 7-8. Egonu trova la parità, 10-10. Un muro su Egonu riporta gli Stati Uniti sul +2, 12-14 e un errore della stessa opposta italiana porta la situazione sul 12-15. L’Italia si riavicina grazie a un fallo di seconda linea avversario sul 15-16 ma poi non sfrutta in uno scambio lungo sul 15-17. Un ace degli USA ci porta ancora sotto, -3. Il ritmo è altissimo, grandi difese da una parte e dall’altra. Dopo 4 tentativi nello stesso scambio, Egonu riesce a portarsi a casa il 20-21! Un ace della 19enne italiana porta la parità, 21-21. Sylla sigla il sorpasso italiano, seguita da Egonu che con un altro ace lo ribadisce, 23-21! Larson fa riavvicinare gli USA, 24-23, ma ci pensa Egonu a chiudere il set a favore dell’Italia, 25-23.

Nel terzo set gli USA partono forte, 0-2. Ci pensa Danesi a metter giù il primo punto italiano con un bel muro con Egonu e replica subito da sola al centro, 2-2. Pasticcia l’Italia che finisce ancora sotto 2-5. Al primo timeout tecnico gli USA sono sul +4, con la nostra nazionale un po’ deconcentrata e spenta. Al rientro va subito in scena un grande scambio finito con la fast di Chirichella, 5-8. Non va nessuno sulla palla nella metà campo italiana sul 6-9. Un bel muro di Chirichella sigla il 7-9. Ancora uno scambio lungo vinto dall’Italia con una palla di seconda intenzione di Malinov, 8-10. Il muro di Egonu riporta l’Italia a -1, 11-12, ma gli USA subito si riallontanano sull’11-14 e mantengono il vantaggio ampliandolo sul 16-20. L’Italia deve ritrovare il suo gioco, la lucidità. Il set si chiude 20-25.

Il quarto set presenta un’Italia ritrovata: subito Egonu, che non trovava il punto da metà terzo set, e poi un bel muro di Sylla, 1-2. Un errore delle avversarie regala il +2, 2-4. Chirichella fa la voce grossa a muro e sigla il +3 sul 6-3, Sylla mette giù una parallela spettacolare, 7-3! Poteva mancare un altro muro in solitaria di Egonu? 11-7! Grandissima Sylla sempre a muro sul 15-9, seguito dal solito pugno con Mazzanti! Un’Egonu scatenata quasi senza muro e dopo una difesa roccambolesca delle sue compagne regala il 16-10. Che Italia nel finale di set: vola De Gennaro a muro, Sylla mete a segno un ace e le sue compagne un grande mur, 21-11! Sul 24-16 entra per Danesi in prima linea Fahr, classe 2001. Chiude Sylla, 25-16.

Sono 9 le vittorie azzure CONSECUTIVE! 26 punti di Paola Egonu che spicca, ma questa nazionale è una grandissima squadra! Solo 3 set lasciati per strada. Ora la final6, forza Azzurre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto