MONDIALE MASCHILE: I BIANCOROSSI ANCORA UNA VOLTA CAMPIONI DEL MONDO! CEDE IL BRASILE NELLA FINALISSIMA. AGLI USA LA MEDAGLIA DI BRONZO

Giornata conclusiva dei Mondiali di Volley 2018. Al PalaAlpitour “finalina” per il 3-4 posto tra Usa e Serbia. Finalissima tra verdeoro del Brasile e biancorossi della Polonia, come nel 2014 a Katowice.

FINALE 3º-4º POSTO: SERBIA-USA 1-3 (25-23; 17-25; 30-32; 19-25)

In campo la Serbia di coach Grbić contro gli Stati Uniti di Speraw, a contendersi la medaglia di bronzo. 

Ph: www.Fivb.com

Partenza equilibrata, un continuo botta e risposta. Scambi lunghi, entrambe le difese lasciano cadere pochi palloni a terra. La formazione serba si porta avanti. 25-23, chiude Atanasjiević.  Ancora parità nel secondo parziale, complici i tanti errori al servizio delle due squadre. Si sbloccano gli USA dopo un muro di Smith. Massimo vantaggio (+7) per gli americani, che mantengono il distacco e prendono il set.  Decisamente più combattuto il terzo parziale, tirato punto a punto fino alle battute finali. La Serbia tenta la rimonta. Ai vantaggi, finisce 30-32, hanno la meglio gli statunitensi. Stessa situazione di equilibrio in apertura di quarto set. 12-16, allungano gli USA. I serbi non riescono a fermare la corsa americana. 

Medaglia di bronzo agli Stati Uniti, mentre chiude al quarto posto la nazionale serba.Best scorer” del match Matthew Anderson, che firma ben 29 punti. 

FINALE 1º-2º POSTO: BRASILE-POLONIA 0-3 (26-28; 20-25; 23-25)

I verdeoro, campioni olimpici, contro i biancorossi, campioni del mondo. Dopo quattro anni sono ancora le due squadre più forti del campionato mondiale. Sul taraflex di Torino si sfidano per conquistare il titolo iridato.

Ph: www.Fivb.com

Il livello in campo è altissimo, l’equilibrio domina il gioco. La Polonia allunga (18-14), trascinata dal martello Kurek. Rimonta del Brasile: dal 23-23 si avanza in parità. Ancora Kurek! Chiude il primo set con un muro. Ripartono in quarta i biancorossi. É il muro polacco a fare la differenza. I brasiliani si affidano a Wallace per il recupero. La Polonia contrattacca e prende il largo. Il capitano Kubiak mette a segno il 20-25. I polacchi di Heynen sono inarrestabili. I verdeoro faticano a tenere il passo. Biancorossi che comandando con ampio vantaggio. É Douglas Souza questa volta a trascinare il Brasile. 21-22. Firma il match point Bartosz Kurek, migliore in campo con 23 punti e candidato come migliore opposto del mondiale. 

Dopo quattro anni la Polonia si riconferma campione del Mondo, battendo per la seconda volta consecutiva gli avversari Brasiliani. 

di Ilaria Brignoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto