#VNL MASCHILE: L’ITALIA VINCE 3-2 CONTRO LA COREA DEL SUD. PARTITA DIFFICILE PER LA NOSTRA NAZIONALE.

Si è appena conclusa la seconda partita del quarto weekend di Nations League di volley maschile 2018. L’Italia vince contro la Corea del sud 3-2. La squadra di Chicco Blengini non ha giocato al massimo delle sue possibilità contro la squadra che in questo momento è ultima nella classifica VNL. Troppi errori permettono ai coreani di aggiudicarsi terzo e quarto parziale.

ITALIA – COREA DEL SUD 3-2 (25-23; 25-19; 22-25; 22-25; 15-12)

Inizio di partita molto facile per la nazionale italiana, i coreani infatti commettono numerosi errori in attacco (6-3). Candellaro, schierato titolare in campo al posto di Cester, si fa sentire a muro e in attacco (13-9). Fondamentale anche il muro del secondo centrale Anzani, i coreani faticano a passare (17-13). Continuano gli errori in attacco dei coreani guidati da Kim Ho Chul (21-16). La Corea recupera punti (23-21); a chiudere il primo set Lanza da posto due 25-23.

Inizio in assoluta parità nel secondo parziale (6-6). A darci un break di vantaggio ci pensa Baranowicz che mette a terra due ace consecutivi. Doppio muro per l’Italia prima Nelli poi Maruotti (14-11). Italia sempre sul più quattro. Candellaro si impone in attacco (23-18). Out la battuta di Seo, anche il secondo parziale viene vinto dalla nazionale italiana 25-19.

Ph: Volleyball.world
Ph: Volleyball.world

Inizio falloso per i ragazzi di Chicco Blengini. La Corea del Sud inizia a macinare punti portandosi in vantaggio (3-10). I ragazzi faticano anche in battuta regalando punti preziosi (8-15). Doppio cambio per l’Italia: entrano Parodi e Sabbi. Cerchiamo di riavvicinarci ai coreani (15-16). Na è imprendibile e porta un nuovo vantaggio alla Corea (19-21), si aggiudicano il terzo parziale 22-25.

Quarto parziale molto equilibrato (8-8). L’asso nella manica dei coreani è l’opposto Na. Il muro azzurro fa fatica a fermarlo (13-13). Anche Sabbi si fa sentire dalla seconda linea (17-17). Gli errori in battuta della nazionale italiana concedono il vantaggio ai coreani (20-23). Chiude il set Jeon 22-25.

L’ITALIA HA L’ULTIMA POSSIBILITA’ PER VINCERE LA PARTITA

Avvio problematico nel tie break (1-3). Parodi ancora in campo al posto di Lanza sigla il 6-6. Il muro dell’Italia inizia a funzionare veramente bene (10-6). La Corea non vuole perdere questa partita e cerca di riavvicinarsi sul finale di set annullando tre match ball (14-12), ma l’errore in battuta di Kwak ci consegna la vittoria 15-12.

Domani l’Italia scenderà in campo alle 9:50 contro l’Australia. Non sono permessi passi falsi.

di Erika Introini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto