#VNL MASCHILE: L’ITALIA CI PROVA MA NON RIESCE A STRAPPARE IL TIEBREAK ALLA POLONIA

BC9DA670-E58A-4C0B-BFC0-C9C1AC075CCB

Dopo aver attraversato due continenti e aver compiuto 39 ore di viaggio, i nostri ragazzi sono atterrati ad Osaka, in Giappone, per la terza settimana di Volleyball Nations League. In questo weekend si troveranno a sfidare la Polonia, la Bulgaria e il Giappone.

Tra questa e la scorsa settimana il coach Blengini ha apportato alcune variazioni nel roaster, lasciando a riposo alcuni dei big.

Ma veniamo alla partita di oggi!

ITALIA – POLONIA 2-3 (17-25, 25-22, 17-25, 31-29, 10-15)

I sestetti in campo: per l’Italia in campo Giannelli, Nelli come opposto, Mazzone e Anzani, Randazzo e Lanza in posto 4, libero Rossini che nel corso del match si è alternato con Balaso.  Per la Polonia Drzyga, Nowakowski, Bienek, Kaczmarek, Kwolek, Szalpuk.

Il match è cominciato con una invasione dei Polacchi che non si sono fatti demoralizzare da questo errore, dal momento che hanno cominciato poi a carburare e a mettere a segno punti, staccando l’Italia fino a raggiungere il massimo vantaggio sul 12-18, con un muro su attacco di Lanza. Nel fine set è entrato anche Sabbi al posto di Nelli, ma l’Italia non è riuscita a recuperare lo svantaggio. Il set è terminato  17-25.

Nel secondo parziale la nostra nazionale ha cercato di cambiare rotta per pareggiare i conti. Dopo aver giocato alcune azioni punto a punto, ha staccato Nowakowski e compagni (10-5). Grazie al fondamentale d’attacco, più efficace rispetto al set precedente, e il fondamentale del muro l’Italia è riuscita a pareggiare i conti, chiudendo il parziale con il muro di Giannelli (25-22).

ph. FIVB

Il terzo set è stato giocato dalle due formazioni punto a punto finchè la Polonia non è riuscita a staccare di tre punti gli azzurri e al primo timeout tecnico si è ritrovata avanti 5-8; qualche errore di troppo poi ci ha portato sul 7-11. L’Italia ha rincorso, senza mai riuscire a ricucire lo svantaggio:  al secondo timeout tecnico è stata sotto per 10-16 dopo un attacco murato di Lanza. Un’Italia in grande difficoltà si è poi fatta staccare ulteriormente (12-20). Coach Blengini ha cercato di cambiare il corso del set con un doppio cambio SpiritoSabbi per GiannelliNelli. Un ace di Parodi (14-20) e punto di Sabbi (15-20) ci hanno riavvicinato nel parziale ma in seguito la stessa battuta del nostro opposto è finita out regalando il set ai polacchi.

Nel quarto parziale ancora punto a punto fra le due formazioni; l’Italia grazie alla propria incisività in attacco si è portata sul 7-4. Un Italia che poi però ha compiuto cinque errori diretti in attacco e di fatto ha permesso il rientro sul 12-9 degli avversari. Due ace di Nelli hanno rimesso l’Italia in corsa (15-10); alcuni nostri errori di troppo hanno permesso alla Polonia di ricucire lo svantaggio (16-16). Sul 24 pari, un primo tempo out polacco ha regalato il primo set point agli azzurri che però non sono riusciti a finalizzarlo. Ai vantaggi: 29 pari, un ace di Nelli e un suo mani out su muro di hanno permesso di andare al tiebreak.

Anche il quinto set in apertura si è giocato sul punto a punto; un attacco fuori di Lanza ha regalato il primo break alla Polonia (2-4). Un Nelli scatenato, ha portato un’Italia un po’ in difficoltà, complice qualche chiamata arbitrale dubbia, sul 6 pari. Il fine partita è stato animato da un po’ di confusione rispetto ad una chiamata dell’arbitro. Qualche errore di troppo in attacco e battuta, con una ricezione in difficoltà e un buon gioco degli avversari hanno permesso alla Polonia di vincere il match con il risultato di 10-15.

La prossima partita domani contro la Bulgaria alle ore 5.40 in diretta su Raisport.

di Alice Chiarot.

Related posts

Leave a Comment