#VNL MASCHILE: L’ ITALIA CADE A SAN JUAN, FINALE AMARO DELLA TRE GIORNI ARGENTINA

Argentina – Italia 3-0 (25-19, 33-31, 25-20)

Vedere Julio Velasco su una panchina, ha sempre il suo fascino per chi, come me, ha vissuto gli anni della generazione di fenomeni, è un blocco emozionale allo stomaco e con una squadra un po’ rattoppata vince contro un Italia spenta ed imprecisa.

 

Primo set

Punto a punto con l’Argentina che lavora benissimo in difesa e nelle ricostruzioni spreca pochissimo, mentre l’Italia fatica tantissimo a piazzare il timing giusto a muro, soffre ed accusa i colpi, non riusciamo quasi più a mettere palloni a terra ed il set se ne va dall’altra parte dell’oceano 25-19 per i sud americani.

Secondo set

Un set buttato via, grazie al nostro muro che inizia a lavorare meglio sui tempi di salto e sporca gli attacchi argentini e sembra volgere tutto a nostro favore, ma sul 21-16 per l’Italia un ennesima difesa impossibile di Danani, da tenere d’occhio classe ‘97, atteggiamento alla Grebennikov, che aiuta l’Argentina a non soccombere sotto le bordate italiane, ma si va avanti colpo su colpo con l’Italia che al servizio rischia tantissimo, mentre i nostri avversari sono più cauti. Siamo 31-30 per l’Italia, quando c’è stata la palla più bella del match, una lotta contro la forza di gravità, ma il punto è bianco celeste, 31-31 così come il set, 33-31.

Terzo set

L’Italia resta in panca, 3-1 Argentina. Time out di Blengini, serve una reazione, ma fare punto diretto è un impresa e gli Azzurri sono sempre più spenti mentre gli argentini non mollano di un solo centimetro, trascinati da Solè, ma soprattutto da un immenso Lopez e Conte che sbroglia palloni difficili. 14-10 Argentina, con l’Italia che non trova il bandolo della matassa e si arriva al 21-19 per i sudamericani. L’Italia si stringe ed il gruppo prova a riemergere da quelle terre del fuoco che bruciano di voglia di vincere ed infatti non basta più l’orgoglio italiano, il team di Velasco vice 25-20.

Dunque chiudiamo con un secco e perentorio 3-0 nelle terre argentine è mancata lucidità, voglia, carattere, attenzione, molto da rivedere per Chicco Blengini, ma c’è tempo per resettare il tutto, certo due sconfitte pesano nel computo generale, ma nulla è scritto ancora.

Prossimo week end ad Osaka 8-06-2018 Italia-Polonia ore 8:40 italiane.

di Almerindo Dragani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto