PLAYOFF: LUBE IN FINALE, TRENTO PORTA PERUGIA A GARA 5

Domenica 15 aprile 2018 si sono disputate le due partite di Gara 4 delle semifinali dei Playoff Scudetto; a scendere in campo sono state: DIATEC TRENTINO contro SIR SAFETY CONAD PERUGIA e AZIMUT MODENA contro CUCINE LUBE CIVITANOVA. Due partite e due risultati completamente opposti. La DIATEC TRENTINO è riuscita ad aggiudicarsi Gara 4, sarà quindi necessaria Gara 5 per decidere chi approderà alla finale; la CUCINE LUBE CIVITANOVA invece è riuscita a vincere la partita e vola in finale.

DIATEC TRENTINO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-0 (25-22; 26-24; 25-23) 

Alla BLM Group Arena, è andata in scena Gara 4 dei Playoff Scudetto. I ragazzi di Coach Lorenzetti con grinta, coraggio e bravura si sono imposti su Perugia. Sarà quindi Gara 5 a decidere chi sarà la seconda finalista di questa stagione. Mvp della serata il capitano Filippo Lanza, molto bene anche il regista Simone Giannelli e l’opposto Luca Vettori.

La partita inizia in assoluta parità per le due squadre (6-6), ma i trentini supportati dai tifosi della Curva Gislimberti si impongono velocemente sui Perugini (10-8). La Sir cerca di non mollare e si affida al serbo Podrascanin (10-9). Lanza alza la voce dalla linea dei nove metri (16-13). Numerosi gli errori al servizio dei Block Devils che faticano ad entrare in partita (21-18). Nel finale di set Perugia con grinta recupera punti e si porta avanti (21-22). Grazie allo schiacciatore Hoag e ad un ace di Kovacevic la Diatec Trentino ottiene il primo parziale 25-22.

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Nel secondo set Vettori porta avanti la Diatec Trentino (3-1), Perugia entra in crisi, Atanasijevic è poco incisivo e viene sostituito dal croato Andric, ma il distacco rimane (16-12). I Block Devils dimezzano lo svantaggio (17-15). Giannelli gestisce molto bene la situazione nel campo trentino facendo giocare tutti i suoi giocatoti (21-19). Bernardi stravolge il sestetto, ma Perugia non riesce a trovare continuità (23-20). Lanza porta al match point (24-22). Perugia non ci sta e tira fuori gli artigli (24-24), ma Trento non si arrende e conclude anche il secondo parziale 26-24.

Sestetto stravolto per la Sir anche nel terzo set, coach Bernardi decide di giocare con il modulo a tre schiacciatori: Zaytsev, Berger (entrato al posto di Atanasijevic) e Russell. Perugia parte carica grazie ad un eccellente turno in battuta di Anzani (5-8). I Trentini continuano però a mettere pressione e grazie all’aiuto di Lanza ritrovano la parità (12-12). Piccolo momento di tensione sul 19-17, per una presunta invasione di Berger, ciò costringe l’arbitro ad estrarre un cartellino giallo per la panchina dei bianconeri. Match point per Trento (24-22). Perugia annulla il primo ma Trento non si arrende e chiude set e partita 25-23.

AZIMUT MODENA CUCINE LUBE CIVITANOVA 1-3 (19-25; 25-19 ;20-25; 28-30)

Sold out il PalaPanini di Modena per gara 4 della semifinale di Playoff Scudetto. Con una prestazione di altissimo livello i Campioni d’Italia volano direttamente in finale. Dovranno però aspettare settimana prossima per sapere chi saranno i loro avversari. Ottima la prestazione degli schiacciatori Sander e Juantorena e dell’opposto Sokolov.

Nel parziale di apertura Civitanova parte carica e determinata (8-11). Numerosi gli errori in battuta per entrambe le formazioni (11-15). Modena non riesce ad avvicinarsi alla Lube e per questo Stoychev chiama un time out. Candellaro inizia a farsi sentire a muro (15-21). È Sokolov però a chiudere il primo set con uno strepitoso attacco 19-25.

Tutta un’altra musica nel secondo set. Modena cerca il riscatto e parte grintosa (8-4). Civitanova continua ad essere molto fallosa soprattutto dai nove metri (concluderanno la partita con 20 errori in battuta). Strepitosa palla di Ngapeth porta un nuovo vantaggio per i padroni di casa (15-8). Urnaut e Sabbi sono decisivi (23-17). Inutili gli sforzi della Lube di riavvicinarsi, il set si concluderà con la vittoria dei modenesi 25-19.

Il terzo set inizia in assoluto equilibrio fra le due semifinaliste (5-5). La parità continua fino al 16-16. La Lube cerca il vantaggio anche grazie all’aiuto del servizio di Cester (16-18). Candellaro va a segno (17-22). I centrali della Lube alzano la voce e consegnano il match point a Juntorena (19-24). Il set si concluderà con la vittoria di Civitanova 20-25.

 

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Si riprende a giocare, il quarto set inizia con un vantaggio della Lube (3-6). Ngapeth fatica a passare (4-8). Cester continua a picchiare forte e porta la sua squadra avanti (8-13). Civitanova continua a macinare punti (11-17). Sul finale di set però Modena torna a giocare (22-23). Un ottimo attacco di Ngapeth scrive il 23 pari. Sander sbaglia e Modena cerca di chiudere il set, ma Juantorena salva la situazione. Sarà proprio quest’ultimo a chiudere la partita 28-30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto