Playoff Challenge: in semifinale Padova, Verona, Latina e Monza

Gara 2 della semifinale dei PlayOff Challenge: si lotta per l’ultima chance. Vincono Monza, Padova, Verona e Latina. Vediamo nel dettaglio!

Wixo Lpr Piacenza – Gi Group Monza 2-3 (25-15, 19-25, 21-25, 25-20, 7-15)  

Anche quest’ anno Monza riesce ad arrivare alla semifinale di Challenge Cup! Forte del risultato dell’ andata in casa, 3-1, Monza gioca una gara meno contratta in attacco contro Piacenza (52%).

Di fronte a Plotnytskyi (14 punti) e compagni c’è una Piacenza più distratta ed imprecisa nei momenti decisivi. La vera forza della Gi Group è stata la maggiore attenzione nei momenti cruciali della partita, non fosse stato così staremmo raccontando un altro match dato che Fei e Marshall sono stati sempre pericolosissimi in attacco, per non parlare di Baranowicz al servizio che ha messo a dura prova la ricezione di Monza.

Visto il risultato dell’ andata di 3-1 per Monza, gli emiliani sono costretti a partire forte. Così è stato nel primo set che vede le squadre impegnate in un sostanziale punto su punto fino al 13-13. Da lì in poi complici gli errori di Finger e di Dzavoronok, ed una distribuzione intelligente di palloni di Baranowicz fanno chiudere il parziale 25-15.

Ph. Lega Volley
Ph. Lega Volley

Nel secondo set la reazione di Monza non si fa attendere e si porta subito in avanti con delle buone serie in attacco di Dzavoronok e Plotnytsky. Piacenza reagisce sempre con ritard permette ai ragazzi di Falasca di mantenere a debita distanza i padroni di casa. Il terzo set è un testa a testa avvincente con vantaggi minimi, i team si scontrano a viso aperto. Piacenza è costretta a giocare il tutto per tutto (Marshall una furia, il miglior Marshall della stagione) e Monza vuole riscattare una stagione troppo altalenante e entrare nella lotta per i primi otto posti del campionato.

Terzo set decisivo: Monza potrebbe già approdare in semifinale.

Dzavoronok risponde a Marshall colpo su colpo, siamo in dirittura d’arrivo. Si vede che i monzesi hanno meno remore. Infatti è Piacenza che commette quei due errori di troppo al servizio che portano il match sul 19-22 per Monza. Da lì alla fine del set (21-25) riesce a mantenere le distanze. Monza va in semifinale! Il quarto (25-20) ed il quinto parziale (7-15) vedono le due squadre lasciare spazio alle “seconde linee”. Entrano per Piacenza, in regia Cottarelli chiude la diagonale Kody ed al centro Di Martino che risulterà MVP, mentre per Monza Terpin e Barone.

Nel tie break Monza è spietata al servizio, anche se le reazioni di Di Martino non si fanno attendere. Sostanzialmente tutto si è deciso al terzo set, peraltro bellissimo. Piacenza troppo contratta e Monza quasi a suo agio. 

Bunge Ravenna – Pallavolo Padova 3-2 (25-22, 23-25, 20-25, 25-23, 15-11)

Ravenna vince in casa su Padova, ma non basta per passare alle semifinali. Festeggiano i bianconeri.

Ph: LegaVolley
Ph: LegaVolley

Parte bene Padova, che cerca subito di allontanarsi (2-5 e 5-8) da Ravenna nel primo set. Spinge però la Bunge che riesce a recuperare (14-12) fino a portarsi in vantaggio di quattro lunghezze (20-16), grazie al suo attaccante Diamantini.
Ci pensano Randazzo e Nelli a riportare l’equilibrio in campo e fermare la corsa dei ravennati sul 19-20.
In risposta, per la squadra di casa, sono Poglajen e Marechal a conquistare il set 25-22.

I due periodi successivi vanno entrambi alla formazione patavina che, uscita vittoriosa con un 3-1 nella gara di andata, si conquista così il posto in semifinale. Ravenna comunque non molla e cerca sempre limitare il distacco. Nel secondo parziale il team di Fabio Soli mantiene la parità fino al 22-22, quando i bianconeri avanzano grazie a Cirovic e Randazzo, che sigla l’ace vincente del 23-25. Anche nel terzo set la Bunge si fa valere, trovando il vantaggio iniziale. Volpato poi da inizio alla risalita patavina e si aggiunge Nelli, con due ace che portano ad uno stacco di ben 6 punti (14-20). Ci prova nuovamente Ravenna a raccorciare le distanze, ma ormai è fatta e Padova si aggiudica il terzo set point 20-25.

Padova è in rimonta e conduce il match, ma Ravenna non ci sta.

Il quarto set si apre per i padroni con una difesa miracolosa di Bassanello,  trovando il primo punto per la sua squadra in svantaggio di quattro break (1-4).
Risalgono i giallorossi (10-11) trasportati da Gutierrez, nominato poi MVP. La squadra di casa rientra in gara e non solo recupera, ma sorpassa anche gli ospiti sul 22-21. É il cubano stesso a chiudere il parziale 25-23 con un ace.

Comincia punto a punto il tie break. Si scatena ancora Gutierrez, che porta la squadra a +4 sul 12-8. Padova commette parecchie imprecisioni e la Bunge non può che approfittare del momento. Proprio un errore dei patavini consegna il match ai locali.

Calzedonia Verona – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1 (26-28, 25-22, 25-18, 25-18)

Dopo la partita di andata, Verona si conferma vincitrice anche in Gara 2 e vola in semifinale. I due set vinti non bastano alla squadra di Vibo Valentia.

Ph: LegaVolley
Ph: LegaVolley

Punto a punto, la partita è combattuta sin dal fischio d’inizio. Verona rincorre Vibo e viceversa, nessuna delle due formazioni vuole che l’altra riesca a prendere il largo. 10-10, poi 12-12 e si procede sempre in parità. Verona riesce a distaccarsi e portarsi a +3 (24-21), senza però riuscire a chiudere. Una palla sprecata di Birarelli aiuta la squadra calabrese a tornare pienamente in gioco. La Tonno Callipo non solo recupera grazie a Patch e Lecat, ma sorpassa i padroni di casa portando il set ai vantaggi. Un attacco sbagliato di Manavi regala il parziale (26-28) agli ospiti.

Dopo aver agguantato il primo set Vibo tenta il colpaccio. Verona però non lascia spazio.

Anche il secondo set è combattuto. La Blu Volley cerca subito di allontanarsi. Sul 7-7 Spirito trova il +1 spiazzando la difesa avversaria con un tocco di seconda. Ci riprova anche Stern sul 12-11, ma inutilmente perché Vibo riesce sempre a recuperare. Di fondamentale aiuto è il giovane Grozdanov (Mvp con 13 punti). Aaiuta la sua squadra ad intascarsi la frazione per 25-22.

L’equilibrio che regola la partita dura anche per metà del terzo set, fino a quando il team di Grbic allunga a +3 per 16-13. Lecat ci prova ad accorciare il distacco, ma i locali non lasciano spazio ad una rimonta. Ancora importantissimo per la squadra Grozdanov, che in questo parziale trova ben 7 muri. É un servizio out degli ospiti sul 24-18 a consegnare la frazione e l’accesso alle semifinali ai veronesi.

Il quarto e ultimo parziale termina 25-18 come il precedente. La Tonno Callipo vede l’uscita del suo tecnico Fronckowiak nel bel mezzo del set. Sul 9-5, in seguito ad un cartellino rosso, il coach lascia il campo. Buone le azioni di Verona, che scappa via (18-13) portandosi di lì a poco in massimo vantaggio per 21-15. La parola fine la mette Maar, che chiude in bellezza con un ace.

Revivre Milano – Taiwan Excellence Latina 0-3 (22-25, 23-25, 22-25)

La Powervolley Milano chiude la stagione con una sconfitta. In gara 2 dei PlayOff Challenge è la compagine pontina ad avere la meglio. Parte subito decisa la Top Volley Latina, che contrasta egregiamente Milano a muro. Con Abdel Aziz Schott Milano tenta il recupero (7-8). La Top Volley Latina però ingrana la marcia con Starovic a muro. Nonostante i tentativi di recupero, Latina mantiene ugualmente un distacco importante con Maruotti. Il servizio di Sottile continua a creare problemi, e Latina porta a casa il primo set (22-25). 

Ph. Alessia Crespi
Ph. Alessia Crespi

Nel secondo set Milano parte meglio. Nonostante i primi attimi di indecisione, firma  il sorpasso con Abdel Aziz (10-7). Cebulj incrementa con un ace, ma Latina si fa sempre più pressante. Con una serie di errori Milano penalizza il suo cammino. Molte le distrazioni dei padroni di casa, che permettono a Latina di avvicinarsi. Alla fine è proprio Latina, con Maruotti, a chiudere il parziale.

Latina intende chiudere la serie, Milano tenta la reazione.

Terzo set decivo: Milano potrebbe tentare il recupero, Latina si gioca il passaggio alle semifinali. Inizialmente le squadre stanno attaccate. Un muro di Ishikawa però lancia un avviso agli avversari: Latina vuole la vittoria. Nonostante ciò Milano riporta la parità sul 13 con un muro su Starovic e tre ace di Abdel Aziz. C’è addirittura il sorpasso (16-13) ad opera dell’olandese, ma Ishikawa e Starovic per Latina riportano la situazione in stallo. I pontini ne approfittano per portarsi in vantaggio, ma Klinkenberg sigla ancora la parità. Nel momento decisivo Latina ferma Cebulj a muro, e chiude con Maruoti: 23-25. Latina passa in semifinale, mentre Milano chiude una stagione come una delle rivelazioni del campionato.

Qui la gallery del match della nostra Alessia Crespi!

Nelle semifinali dei PlayOff Challenge vedremo affrontarsi Padova e VeronaLatina e Monza. Siamo certi che ne vedremo delle belle!

di Almerindo Dragani, Ilaria Brignoli e Francesca Lupoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto