CHAMPIONS LEAGUE M : PERUGIA E CIVITANOVA VINCONO IL PRIMO ROUND DEI PLAYOFF 6

COPERTINA CHAMPIONS LEAGUE M

Si è aperta ieri la fase dei Playoff 6 di Champions League. Abbiamo assistito al derby italiano fra Civitanova e Trento, e allo scontro fra Perugia e Novosibirsk.

Aprite QUA per vedere cosa è successo nella seconda fase dei Playoff 12.

 

Questi sono i risultati di tutti i match dei Playoff 6:

PH: CEV
PH: CEV

 

 

 

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – LOKOMOTIV NOVOSIBIRSK 3-1 (24-26, 25-15, 25-19, 25-21)

PH: CEV
PH: CEV

Nel primo set, Perugia ha sempre tenuto la testa avanti e si è portata sul 22-24. Proprio sul match point, i russi sono riusciti a capovolgere la situazione pareggiando il punteggio e vincendo poi il set.
La risposta di Perugia non ha tardato ad arrivare. Nel secondo set ha fatto da padrona proprio la formazione umbra che ha chiuso con +10. Da notare i tre ace e i quattro muri all’interno del set.
Il terzo set è stato più equilibrato fra le due formazioni, ma Perugia è riuscita a staccare a fine set e a vincere il parziale.
Il quarto set ha visto la Sir in grande spolvero e, accompagnata da un PalaEvangelisti in fiamme, hanno chiuso set e partita.

Per la Sir non è stato un match semplice visto che a contrastarli hanno trovato una formazione di tutto rispetto. Perugia si è ripresa dopo aver perso il primo set e dopo essere stata ad un punto dalla chiusura del parziale.

Per quanto riguarda gli ospiti russi c’è da dire che, dopo il colpo di reni del primo set, hanno accusato molto la pressione messa dalla compagine di casa, soprattutto al servizio.
Il servizio di Perugia ha veramente fatto la differenza, a partire dal secondo set. I russi si sono avvicinati nel punteggio nel terzo e quarto set ma si sono lasciati sfuggire le opportunità… E sappiamo che Perugia non perdona.

 

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA – DIATEC TRENTINO 3-1 (25-22, 23-25, 25-19, 28-26)

PH: Valeria Lippera per Daily Volley
PH: Valeria Lippera per Daily Volley

Il match vede subito un cambio: Vettori sostituito nello starting six da Teppan a causa di un infortunio nel riscaldamento.
Il team di casa prende subito il controllo, imponendosi 22-18 e mostrando un gioco sbarazzino e molto vario. Grazie ai grandi servizi del capitano Stankovic (sei battute, di cui due ace) e di Christenson, Civitanova chiude il set 25-22.

Trento torna in scia nel secondo set e si aggiudica il parziale grazie a un grande servizio di Giannelli che ha permesso a Teppan di chiudere poi il set.

Civitanova fa la voce grossa dall’inizio alla fine del terzo set, mentre nel quarto la lotta si sposta sul fattore fisico. Juantorena sale in cattedra ed archivia la pratica chiudendo il match con un ace.

Lo stesso Juantorena è stato top scorer del match con 19 punti, seguito da Sokolov e Lanza con 18.

Civitanova ha avuto poca pazienza in alcuni tratti questo match, affrettando molte situazioni che potevano essere risolte al meglio.

Trento, invece, è stata assente nei momenti caldi dei set, lasciando spazio alla Lube che ha sfruttato quelle occasioni.

Related posts

Leave a Comment