Grande Calzedonia: vince e va in semifinale di CEV CUP

COPERTINA VERONA CEV CUP

Verona vola a Montpellier a giocarsi l’accesso alle semifinali di CEV CUP. I gialloblu sono forti della vittoria da tre punti nella ara di andata e della vittoria in Superlega (se vi siete persi l’ultima giornata cliccate QUI) sul campo di Vibo, che vale matematicamente il quinto posto. Bastano due set a Calzedonia per passare il turno. La gara tuttavia non era da sottovalutare: Montpellier nella gara di andata aveva messo in difficoltà Verona, cedendo solo nelle parti finali dei seti. In casa i francesi saranno sicuramente intenzionati a giocarsi le loro possibilità fino in fondo. Insomma, un avversario da non sottovalutare per nulla al mondo.

La gara

Il primo set conferma questi presupposti. I francesi partono bene, sapendo si di avere margine di errore praticamente nullo, ma essendo al contempo consapevoli di non avere nulla da perdere. Verona, forse un po’ intimorita, fa fatica ad entrare in partita. La formazione di casa ne approfitta e si aggiudica agevolmente il primo set per 25-18.

A questo punto la gara potrebbe essere in salita. Francesi galvanizzati ed un primo set da dimenticare. Ma Calzedonia ha più volte dimostrato di avere carattere in questa stagione. L’approccio al secondo set è molto diverso. Verona gioca in modo più grintoso, impedendo ai padroni di casa di giocare come avevano fatto nel set precedente. Il secondo set è dei gialloblu, che vincono 17-25.

A questo punto manca un set a Verona, che ha ritrovato entusiasmo e sicurezza vincendo il secondo parziale. Gli uomini di Grbic mantengono lo stesso andazzo del set precedente ed ipotecano il passaggio del turno. Il margine di vantaggio è infatti molto ampio quando l’errore in battuta di Patry consegna vittoria e qualificazione a Verona.

Il quarto set è più combattuto. Le squadre giocano più sciolte vista la mancanza di rilevanza del parziale. Verona la spunta anche in questo caso, vincendo la partita per 1-3.

Calzedonia ora è in semifinale di CEV CUP, un risultato enorme per una città come Verona, che ora sogna il bis dopo la vittoria in Challenge Cup del 2016. Intanto però la formazione di Grbic è attesa dall’ultima di Superlega contro Piacenza.

 

di Francesco Carletto

Related posts

Leave a Comment