#SERIEA2M POOL B: UNA SUPER POTENZA PICENA SUPERA IN CASA GIOIA DEL COLLE, MONDOVI’ CORSARA STRAPPA UN PUNTO AD AVERSA, SPRECA TROPPO CANTU’ A REGGIO EMILIA, ORTONA INCIAMPA AD ALESSANO NEL MATCH DI META’ CLASSIFICA.

GOLDENPLAST POTENZA PICENA 3–1 GIOIELLA MICROMILK GIOIA DEL COLLE (25-21, 25-16, 18-25, 28-26)

Di Arianna Mecozzi.

E di certo non potevo farmi mancare il match in casa dei miei ragazzi di Potenza Picena, che…rullo di tamburi…mi regalano una gran gioia (del colle) riuscendo a prendersi e a strappare tre importantissimi punti…ed io che li avevo dati per spacciati.

Starting Six

Gioia del Colle scende in campo con la diagonale Cetrullo-Marchiani, Grassano e Joventino schiacciatori, Scopelliti-Erati al centro e l’ex libero biancazzurro Casulli.

Coach Di Pinto schiera invece il regista Monopoli per Bisi, Bucciarelli e Maccarone centrali, Cristofaletti (cambio Under con Toscani) e Marinelli laterali, D’Amico libero.

Primo set:

Il match si apre con l’errore di Cristofaletti al servizio, e quello successivo di Erati. A trovare il primo doppio vantaggio è Potenza Picena con Bisi (3-1). Mantiene il vantaggio la squadra di casa con un gran muro ed un attacco di Bucciarelli per il 7-3. Continua la striscia positiva della squadra di casa che difende a denti stretti il proprio vantaggio. Strappa qualche punto Gioia del Colle che grazie all’attacco di Cetrullo va a meno due (14-12). L’errore al servizio di Joventino e l’ace di Cristofaletti ripota il vantaggio della squadra di casa a + 4 (18-14). Gli avversari si rifanno sotto e con Scopelliti arrivano meno uno (18-17). Non si fanno intimorire i padroni che ristabiliscono il proprio vantaggio 22-19. Prima Cristofalettti, poi l’ace di Bucciarelli e il set si chiude per 25-21.

Secondo Set:

Secondo set che si avvia con l’errore di Joventino al servizio e il muro di Bucciarelli- Marinelli per il 2-0. Il doppio ace di Bisi fa guadagnare i quattro punti di vantaggio (5-1). Maccarone sigla il 10-4. Accorcia le distanze Erati ma Cristofaletti in pipe allunga di nuovo (12-7). Continua a macinare punti Potenza Picena che con Bucciarelli va sul 17-9 . Non in giornata Gioia del colle continua a rimanere sotto, e l’errore al servizio di Grassano del 20.11 non aiuta. Bisi assegna ai suoi il 24-16 e Marinelli mette fine al set in attacco 25-16.

Ph. Francesca Mecozzi
Ph. Francesca Mecozzi

Terzo set:

Questa volta avvio in parità per le due squadre, poi è Gioia del Colle a cercare il riscatto, ed infatti si portano avanti di 4 punti, complice l’attacco di Marinelli che tocca l‘asticella (4-8).  Mantiene il vantaggio la squadra avversaria che approfitta della dormita generale dei padroni di casa per raddoppiare (7-14) e per allungare anche sino al 10-18. Fase finale di set che vede i padroni di casa riavvicinarsi (17-22),  ma è tutto vano perché il set l’errore al servizio di Larizza (oh io l’ho vista dentro, ma vabbeh).

Quarto set:

Altro avvio positivo per Gioia del Colle che va subito in vantaggio per 1-3. Il muro di Joventino su Bisi e il doppio attacco di Cetrullo fa salire gioia a  7 punti contro i due di Potenza Picena. Cerca la rimonta la squadra di casa, ma Cetrullo picchia forte e porta i suoi sul 15-19. Alza la testa la Golden Plast che, con un muro vincente a tre su Joventino e Bisi che trova il mani out, va a meno due. Finale di set che si fa sicuramente più interessante ed entusiasmante con i padroni di casa a rincorrere a pochi punti di distacco. Sull’attacco di Romanò Potenza Picena si avvicina pericolosamente e va a meno uno. Poi il muro di Maccarone su Cetrullo ed è parità 23-23. Ancora Maccarone che trovando il mani out concede la prima set ball ai suoi. I pugliesi mettono una pezza e si va ai vantaggi. Monopoli di prima intenzione sigla il 25-24. Infine a chiudere il set ed il match è Bisi a muro su Joventino per il 28-26 che assegna la vittoria alla squadra di casa.


AURISPA ALESSANO 3-0 SIECO SERVICE ORTONA (25-22, 25-18, 25-22)

Partita quasi senza storia per Ortona, che spreca nel terzo set quando è avanti 20-21 e non riesce poi a tenersi il prezioso punto di vantaggio fino alla fine, facendosi sorpassare subito dagli avversari. Alessano mette a segno ben 10 muri contro i 7 di Ortona,  6 ace contro i 2 degli avversari e viaggia col 55%, decisamente meglio della Sieco che ha il 41%. Neanche la ricezione degli ospiti va molto, riportando il 38% (14% perfetta; per Alessano 44%, 23% perfetta).

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Top scorer del match Culafic Milos con 20 punti, seguito da  Lipinski Bartlomiej con 18 punti realizzati. In casa Ortona il migliore è  Ogurcak Frantisek con 12 punti messi a segno.

SIGMA AVERSA 3-2 VBC MONDOVI’ (25-21, 25-23, 23-25, 20-19, 15-9)

Brivido per Aversa che dopo aver vinto i primi due set in casa vede rimontare pericolosamente Mondovì punto dopo punto fino alla parità sul 2 set pari. La squadra di casa spreca un po’ nel terzo set, quando dopo esser stata sotto per l’intero set 6-8, 12-16 e aver riacciuffato gli avversari sul 21-20, si fa di nuovo sorpassare e vede sfumare la vittoria del set e anche un possibile 3-0. Non bastano a Mondovì i 14 muri messi a segno (10 di Aversa) per compiere l’impresa fino in fondo. Dall’altra parte i locali trovano 12 punti diretti in battuta (4 gli ospiti).

Ph. Volley Aversa
Ph. Volley Aversa

Fanno un buon lavoro anche in attacco gli schiacciatori piemontesi, chiudendo col 48% contro il 40% degli avversari. Insomma, la squadra di coach Barisciani non ha avuto quel qualcosa di più nel finale che invece ha avuto la squadra di casa, che tira un bel respiro di sollievo davanti al proprio pubblico. Migliori realizzatori del match, uno per squadra guardate caso, Enrico Libraro(Aversa) ed Emiliano Cortellazzi (Mondovì) con 22 punti, seguiti da Riccardo Pinelli con 21.

CONAD REGGIO EMILIA 3-0 POOL LIEBRTAS CANTU’ (30-28, 25-19, 30-28)

Che battaglia in campo a Reggio Emilia! Nonostante il risultato che può sembrare nettamente a favore della squadra locale, Cantù ci prova con tutte le sue forze ma non riesce a tenere lo stesso ritmo in tutta la partita. Le due squadre viaggiano quasi sulle stesse percentuali di attacco, chiaramente sono un po’ più alte quelle della squadra vincitrice visto anche il secondo set vinto nettamente dalla squadra di casa: 58% per Reggio Emilia , 52% per gli avversari. 5 ace per Cantù, 6 per gli avversari. 7 errori diretti in attacco per la squadra romagnola, 5 per Cantù. Sono 6 i muri dei locali, 3 degli ospiti.

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Cantù spreca molto, soprattutto nel primo set quando ha un vantaggio di ben 7 punti sull’ 11-16. Reggio Emilia non molla e cerca di risalire prima sul 19-21, trova prima la parità sul 22 pari con un muro e poi il 23-22 con un altro bel muro. La squadra locale la chiude in contrattacco con un mani out, commettendo anche un pericolosissimo fallo di invasione che regala agli avversari il 23 pari. Nel quarto set stessa storia: Cantù avanti 14-16 e 18-21, Reggio Emilia ci prova e con l’errore di Caio trovano il 23-23 dopo un bel muro messo a segno. Chiudono la partita un cartellino rosso a coach Cominetti, e un punto di Andrea Ippolito. Top scorer Alberto Bellini con 22 punti.

CLASSIFICA:

 

  1. GIOIELLA MICROMILK GIOIA DEL COLLE (17)
  2. AURISPA ALESSANO (17)
  3. SIGMA AVERSA (15)
  4. SIECO SERVICE ORTONA (12)
  5. POOL LIBERTAS CANTU’ (10)
  6. GOLDEN PLAST POTENZA PICENA (9)
  7. CONAD REGGIO EMILIA (9)
  8. VBC MONDOVI’ (7)

di Alice Biondi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto