#SerieA2M Pool A: Tuscania Volley piazza un 3 a 1 a Grottazzolina, Roma resta in vetta

Come ogni martedì andiamo a sviscerare insieme il campionato di Serie A2, match per match! Campionato lungo e numeroso, 23 squadre, che si sta prospettando molto interessante. Iniziamo dalla pool A! Roma batte Brescia e resta in vetta, Tuscania Volley vince 3 a 1 a Grottazzolina. Bergamo e Santa Croce battono al tie break Siena e Spoleto!

Come prima cosa lascio la parola ad Arianna, che sabato sera era inviata per noi a Grottazzolina!

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 1-3 (22-25, 25-27, 25-21, 16-25), di Arianna Mecozzi

Siamo nelle Marche per seguire il match tra la Videx Grottazzolina e Tuscania Volley per un sabato sera che altro che il carnevale! Ebbene, arriva per la squadra marchigiana la seconda sconfitta in questa Pool A, infatti, dopo aver perso la scorsa settimana contro Bergamo, si becca la batosta contro i laziali del Tuscania Volley.

Starting six

Per Tuscania scendono in campo la diagonale Pedron – Mochalski, al centro Festi- Piscopo, schiacciatori Shavrak-Cernic, libero Bonami; Mentre per la squadra di casa abbiamo al palleggio Cecato per l’opposto Morelli, centrali Salgado – Fiori, bande De Fabritiis – Vecchi, liberi Brandi e Calistri.

Primo set (22-25)

Il match si apre subito con il muro di Mochalski-Festi. Pareggia subito il conto De Fabritiis. 1-1. Avvio di set che si mantiene in equilibrio, senza che nessuna delle due squadre surclassi l’altra. A conquistare il primo break del match è finalmente Tuscania Volley (8-10). Grottazzolina risponde con un muro di Morelli, poi quello di De Fabritiis su Shavrak e con l’ace di Morelli si portano di nuovo in parità 12-12. Tornano quindi le squadre a giocarsela punto su punto, con una Videx che rincorre almeno finchè l’ace di Vecchi non segna il vantaggio. Il finale di set è invece targato Tuscania Volley. Sale in cattedra Shavrak che con ben cinque punti, di cui l’ultimo a muro su De Fabritiis, concede la vittoria del set ai suoi (22-25).

Tuscania sul piede di guerra non molla un colpo, e mira alla vittoria.

Ph. Legavolley.it

Secondo Set (25-27)

Primo punto per la formazione di casa con De Fabritiis. Morelli trova il primo break del secondo set per i suoi, portandosi sul 3-1. Il fallo dei padroni casa fa pareggiare Tuscania che con il pallonetto di Shavrak sorpassa gli avversari. Salgado non ci sta e butta la palla a terra per il 4 pari. L’ace di Cecato porta in vantaggio i padroni di casa per il 7-6, ma Tuscania si rifà sotto e conquista il soprasso (8-10) .

Rimane in avanti la squadra ospite, che con Mochalski va sul 13-10.  Fiori dal centro sigla il meno uno (15-16) e l’attacco out dei laziali porta il conto in parità. Morelli trova il buco nel muro a tre laziale e sigla il ventesimo punto. Tuscania Volley recupera con tre breck, il primo su Salgado ed i successivi su Morelli (21-23) . Vecchi recupera ed è 23 pari. Il set prosegue sino ai vantaggi, ma ancora una volta è Shavrak a trasformarsi nell’uomo set e mette a segno il 2 a 0 per i suoi (25-27)

Nonostante gli sforzi di Grottazzolina è Tuscania Volley a portarsi sul 2-0, ma i marchigiani non mollano.

Terzo set (25-21) 

Inizio di spessore per i padroni di casa che si portano subito sul +3 (4-1). Mantiene il vantaggio Grottazzolina grazie a De Fabritiis che in diagonale sigla il 5-3. La Videx rimane avanti trovando addirittura un vantaggio di 4 punti (9-5). A piccoli passi recupera Tuscania Volley, complici i muri di Festi e Shavrak in attacco che si portano a meno uno (10-11). Morelli e De Fabritiis mantengono il vantaggio di casa. Fiori su Cernic e Grotta vola sul +4 per il 16-20. Il finale di set è targato Videx, infatti prima Salgato dal centro, poi Morelli, e si aggiudicano il terzo set riaprendo quindi il match (25-21).

 

Quarto set (15-25)

Il quarto set è completamente targato Tuscania Volley, con i padroni di casa che vanno completamente in panne. Tuscania mette subito a segno un vantaggio di quattro punti. Continua e non si arresta la corsa degli ospiti che colpiscono e si aggiudicano il set lasciando gli avversari a 15 punti (15-25). Con questo punteggio Tuscania Volley chiude il match portandosi a casa i tre punti in palio importantissimi per la loro classifica.

Ph. Legavolley.it – Marika Torcivia

Ceramica Scarabeo GCF Roma – Centrale McDonald’s Brescia 3 – 1 (22-25; 25-19; 25-16; 25-16)

Dopo la vittoria della Coppa Italia, Roma è scatenata. Brescia scende in campo ben sapendo che l’impresa di battere la corazzata della Capitale non sarà facile. Nel primo set cominciano bene Cisolla e compagni, che aprono un varco nella seconda linea di Roma al servizio. Proprio l’ex azzurro fa più male agli uomini di Spanakis. Picchia duro in attacco sin dal 6-10, ed è lui a tracciare il solco del 14-21 con una doppietta. Snippe e Franceschini però permettono a Roma di recuperare lo svantaggio, e di arrivare fino al 21-23. Alla fine però, dopo il set ball conquistato da Codarin, è Mazzon a chiudere il primo set per Brescia.

Roma tira fuori la grinta e agguanta il match

Il secondo set inizia in modo decisamente più equilibrato. I ragazzi di Zambonardi trovano l’11-12 ma, a causa anche di alcuni errori avversari, Roma si rifà sotto e raggiunge il 21-17 con Snippe in grande spolvero. Chiude il set Roma per 25-19. Terzo e quarto set completamente a trazione della squadra capitolina. I colpi di Snippe, Padura Diaz e Franceschini tracciano un solco importante (13-5 e 17-10). Anche Tiozzo dice la sua, e Brescia perde il match, mentre Roma occupa la vetta con 19 punti.

Emma Villas Siena – Caloni Agnelli Bergamo 2-3 (30-28, 28-30, 23-25, 27-25, 15-17)

Lotta estenuante quella avvenuta al PalaEstra di Siena. Quasi tre ore per stabilire che Siena e Bergamo sono due squadre dalla tempra infinita e che, alla fine, ha vinto la squadra che è riuscita a resistere più a lungo in questa maratona. Con questa vittoria Bergamo è al secondo posto in classifica, a soli due punti di distanza dalla capolista. ma vediamo in breve com’è andato il match! Molti gli errori di entrambe le formazioni nel primo set, si procede sul filo della parità. 

Dopo diversi tira e molla, Dolfo riesce a pareggiare a quota 21. Bergamo però spreca nella fase vantaggi, ed alla fine sono Boswinkel e compagni a portare a casa il parziale. Siena parte subito forte imponendo un 7-2 nel secondo set, Jovanovic sigla il 18-16 del recupero, ma gli errori dai nove metri sembrano spegnere ogni speranza per i bergamaschi. Alla fine l’Olimpia rientra nel set grazie ad un ace di Hoogendoorn. Terzo set sempre sul pareggio, a tirare la situazione è ancora una volta l’olandese (13-16), ed infine Boswinkel, nonostante i suoi abbiano lottato per un recupero, regala il vantaggio definitivo a Bergamo.

Tie break da patema d’animo è dire poco: da sotto 1-3 Siena passa in vantaggio in diverse fasi del set. I molti errori da entrambe le parti mantengono la situazione piuttosto in equilibrio, ma alla fine dei giochi Fedrizzi e compagni si trovano sul 13-11. Sembrerebbe fatta per Siena, ma Bergamo rimette tutto in gioco e chiude il match con un punto di Hoogendoorn.

Ragazzi che dirvi: la prossima volta che vi devo seguire io ve lo faccio sapere, perchè almeno non me fate vive co st’ansia addosso! 

 

Kemas Lamipel Santa Croce – Monini Spoleto 3-2 (25-17, 25-23, 18-25, 15-25, 16-14)

Altro giro, altro tie break. E niente raga, io già sono in ansia perchè ho iniziato ieri la dieta, non mi potete far stare così preoccupata per l’esito al cardiopalma di queste partite! Allora, Santa Croce sfodera subito nei primi parziali tutta la voglia di vincere, e di restare in alto in classifica.

Wagner solita bocca da fuoco, a fine match 25 punti. Spoleto però dalla sua ha la grinta di chi guarda la pool dal basso, e vuole conquistarsi il suo posto ai playoff senza passare per gli spareggi. Mette più volte in difficoltà gli uomini di Totire, crescendo molto bene nella fase di contrattacco e spadroneggiando nel terzo e nel quarto set. Alla fine, al tie break, dopo la tenacia dimostrata dai toscani nel non mollare il risultato nonostante i colpi subiti da Spoleto, è capitan Elia a decidere le sorti del match. Ci mette le mani a muro e Santa Croce si aggiudica la partita.

Anche per oggi è tutto, vi saluto e rimanete in attesa dei recap della Pool B e della Pool C!

di Francesca Lupoli e Arianna Mecozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto