#SERIEA1F: COLPACCIO POMI’, CADE NOVARA. MONZA ATTACCA, UYBA RISPONDE. BERGAMO PER LA SALVEZZA.

COPERTINA A1 FEMMINILE

di Giorgio Cipolletta.

Nel weekend prima della Coppa Italia, Conegliano sbanca Modena al tie-break, mettendo le mani sul primo posto finale a causa della sconfitta di Novara sul campo di Casalmaggiore.  Scandicci torna al successo contro Legnano, e si ritrova a -1 dal secondo posto.

Monza conquista il quarto posto per una notte battendo Filottrano ma la UYBA controsorpassa vincendo contro Firenze.             Trova una vittoria fondamentale per la corsa salvezza,  Bergamo che si sbarazza di Pesaro.

LIU-JO NORDMECCANICA MODENA – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 2-3 (26-24, 10-25, 25-22, 19-25, 13-15)

La capolista Conegliano arriva al PalaPanini e stavolta è lei a vincere al tie-break, riscattando la gara di andata. Dopo un primo set equilibrato con super protagonista Mingardi per le modenesi, il secondo parziale vede il ritorno prepotente delle venete. Le emiliane sembrano guidare con autorità anche il terzo set fino al ritorno di De Kruijf, ma a nulla serve e la Liu-Jo è di nuovo avanti nel punteggio. Le ospiti però si riprendono la scena con Nicoletti e Hill, pareggiando il conteggio dei set. Nel tie-break Barun spinge per le padrone di casa che si ritrovano (6-2), ma è una prova stellare di Hill (20 punti) a permettere il pareggio e sorpasso veneto che vale la vittoria del big match.

Alberto Marinelli
Alberto Marinelli

SAUGELLA TEAM MONZA – LARDINI FILOTTRANO 3-1 (25-9, 18-25, 25-22, 25-23)

 Ci prova l’ultima della classe, mostrando un buon gioco (primo set escluso), ma Monza aveva la possibilità di passare una notte sola in quarta posizione e non ha mancato l’appuntamento.

Dopo un primo set imbarazzante per le marchigiane, queste si rialzano con la solita Mitchem e Tomsia portando il match in parità. Il resto del match viaggia sui binari dell’equilibrio, Filottrano è coraggiosa con Scuka ma nei momenti decisivi le brianzole con Devetag e Dixon portano il match a casa.

Alice Ondei
Alice Ondei

POMI’ CASALMAGGIORE – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-1 (25-23, 30-28, 15-25, 25-22)

 Il risultato non è mai scontato tra queste due formazioni, una classifica che sembra, (almeno in questo match), non rispecchiare la realtà. Una sola cosa certa, quando Novara vede la Pomi’, sembra crearsi una situazione di gelo per le ragazze piemontesi, come se quel ricordo dello scudetto perso sia ancora tatuato nell’anima novarese. Stevanovic guida le ‘rosa’ alla conquista del primo parziale, mentre il secondo set è chiuso ai vantaggi da un ace di Drews, dopo aver annullato palla break di Egonu. Novara spinge nel terzo set e riesce a tornare in partita. Napodano e Martinez, non ci stanno e riescono a vincere un match totalmente comandato.

Novara dovrà molto ragionare su queste sconfitte per poter giocarsi il tutto per tutto il prossimo weekend. Casalmaggiore, dopo la sconfitta contro Filottrano sembrava finire la stagione in mediocrità e invece…

Andrea Pincelli
Andrea Pincelli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Elisa Calabrese
Elisa Calabrese

UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO – IL BISONTE FIRENZE 3-1 (25-16, 25-22, 20-25, 25-18)

 La UYBA, ritrova una vittoria fondamentale che spezza un digiuno di quattro sconfitte consecutive (CEV Cup compresa). A farne le spese è una Firenze che resta all’ottavo posto, nonostante la grande prova di Sorokaite (20 punti). I primi due set sono totalmente di stampo biancorosso con Gennari e Orro (MVP). Firenze riesce a scappare nel terzo parziale con la solita Sorokaite e Ogbogu, nonostante un ritorno di Botezat, Tirozzi chiude il set per le toscane. Il quarto set è equilibrato fino al (15-15), poi Bartsch prende il sopravvento sulle avversarie e la UYBA vince il set e match in scioltezza.

 SAVINO DEL BENE SCANDICCI – SAB GRIMA LEGNANO 3-0 (25-14, 25-13, 25-17)

Il fatto che Scandicci fosse superiore era evidente, complici l’assenza di Degradi e metà-Ogoms in campo, Legnano gioca una partita sottotono. Haak e De La Cruz (30 punti in due), sfoderano la solita prova di forza su una formazione ospite, che cerca di macinare punti più per la dignità, che per l’esito della partita. Scandicci resta terza ma torna prepotentemente in lotta per la seconda piazza, Legnano è penultima e vede scappare Bergamo, ma nulla è ancora deciso.

 

Alice Ondei
Alice Ondei

FOPPAPEDRETTI BERGAMO – MYCICERO PESARO 3-0 (25-19, 26-24, 25-23)

Bergamo ci mette il cuore e riesce a battere una Pesaro, troppo brutta per essere vera, lontano dalle mura amiche, la formazione marchigiana sembra irriconoscibile da ormai troppe trasferte. Malagurski e Sylla guidano il primo set, affiancate da una super Marcon. Il secondo parziale è tutto di stampo pesarese che guidano fino al (16-21), grazie ai supporti di Olivotto e Nizetich. Poi qualcosa si rompe e Acosta permette il recupero lombardo con successiva vittoria del set. Bergamo continua a spingere per chiudere il set ma subisce la rimonta delle ospiti con Aelbrecht (20-20). Sylla e Malagurski, però, continuano a martellare regalando la vittoria alle rossoblu orobiche. Pesaro ha bisogno di trovare continuità, Bergamo si regala tre punti fondamentali per scampare la retrocessione.

 

Andrea Pincelli
Andrea Pincelli

 

 

 

 

 

 

 

Related posts

Leave a Comment