#DELMONTECOPPA: passano le semifinali Civitanova e Perugia

Si sono giocate ieri a Bari le semifinali della Del Monte Coppa Italia. La prima sfida è quella tra Cucine Lube Civitanova e Azimut Modena, la seconda è quella tra Diatec Trentino e Sir Safety Conad Perugia. Vediamo subito chi si è qualificato per la finalissima di domani.

CUCINE LUBE CIVITANOVA – AZIMUT MODENA 3-1 (17-25, 26-24, 25-21, 25-21)

Il primo set comincia con Modena che si dimostra fin da subito determinata e aggressiva. L’atteggiamento dei modenesi mette alle corde la Lube, che non riesce a reagire. Sokolov tira in rete un’alzata corta, Modena mura e difende bene. Argenta (dentro al posto di Sabbi ancora infortunato) mura due volte Juantorena ed è infermabile in attacco (100% a fine set!). I gialloblu non hanno bisogno di forzare molto al servizio, perché Civitanova non entra mai in partita. Il set scivola quindi via e viene vinto da Modena per 17-25.

Anche nel secondo set Modena parte fortissimo, ma questa volta la Lube reagisce, agguantando subito gli avversari. Il set va avanti in equilibrio, con Modena che sembra avere qualcosa in più. Poi però la svolta: Argenta cade sulla caviglia di Mazzone ed è costretto ad uscire. Entra Sabbi che è ancora fuori condizione e non può esprimersi al meglio. Si esprime invece benissimo l’opposto avversario Sokolov, che si prende la Lube sulle spalle. Il bulgaro cresce e diventa incisivo in attacco e in battuta. Ritorna Argenta che Zoppica visibilmente (tanto da non essere mai servito). Il set va ai vantaggi, ma questa volta la spunta la Lube 26-24.

Nel terzo set sale in cattedra Ngapeth, che prova a prendersi la squadra sulle spalle dopo l’uscita di Argenta. Per la Lube continua a martellare Sokolov, seguito da Juantorena che finalmente inizia ad entrare in partita. Il set è ricco di azioni avvincenti, ma la Lube inizia a ritrovare i propri automatismi e vince il set 25-21.

Quarto set in cui Civitanova ha la gara in mano. Juantorena e Sokolov girano, a tratti anche Sander riesce ad esprimersi al meglio (alternando però grandi giocate ad errori banali). Sabbi costretto ad uscire, entra Pinali al suo posto. Modena si aggrappa a Ngapeth e Holt, che però non riescono a contrastare i campioni d’Italia. I gialloblu alternano grandi giocate ad errori banalissimi… Errori che non ci si può permettere di fare contro Civitanova, che approda in finale dopo aver vinto il set per 25-21.

ph. www.lubevolley.it
ph. www.lubevolley.it

DIATEC TRENTINO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3 (17-25, 17-25, 17-25)

Perugia concede solo 17 punti per set a Trento che quest’anno non raggiunge la finale.

Parte subito con grinta Perugia dai nove metri, mantendo il distacco di +2 (0-2, 4-6). I benefici del time-out trentino (8-8) durano poco: nuovamente in vantaggio la Sir (13-16), per Trento più niente da fare e il set finisce per 17-25.

Prova a rispondere Trento nel secondo set (4-2), Perugia non si lascia scoraggiare e ribalta il punteggio (6-8), continuando ad allungare (10-15). Tanta fatica per Trento ed è di nuovo 17-25.

Entra Hoag per Capitan Lanza nel terzo set, ma le cose per la Diatec non cambiano: troppi gli errori trentini, ottima la prestazione di Perugia che continua a distaccare gli avversari (8-12, 13-19). Numero poco fortunato il 17 per i ragazzi di Lorenzetti che chiudono nuovamente 17-25.

Top scorer: Atanasijevic coi suoi 16 punti.

ph. www.trentinovolley.it
ph. www.trentinovolley.it

Si aggiudicano le semifinali Civitanova e Perugia. Oggi pomeriggio si disputeranno le finali a Bari.

di Francesco Carletto e Fiorensa Kazazi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto