#SERIEA1F: FILOTTRANO E’ GRANDE CON LE GRANDI, CONEGLIANO IN FUGA. RIMONTA BERGAMO, DERBY TOSCANO A SCANDICCI.

di Giorgio Cipolletta.

Nell’ultimo turno infrasettimanale della #SERIEA1F, continuano le speranze di salvezza per il fanalino di coda Filottrano che batte le campionesse d’Italia Novara, successo che permette la fuga in classifica per Conegliano che si sbarazza di Legnano. Vittoria in rimonta per Bergamo, che alla sua seconda vittoria consecutiva, batte Busto Arsizio, la quale vede allontarsi Scandicci che consolida il terzo posto vincendo il derby toscano contro Firenze. Nello scontro diretto per i playoff, Modena ha vita facile contro Pesaro, mentre Monza riprende la marcia battendo Casalmaggiore.

Vediamo i match in dettaglio…

LARDINI FILOTTRANO – IGOR GORGONZOLA NOVARA 3-2  (25-21 25-22 24-26 15-25 17-15) 

Il miracolo che non ti aspetti, perchè ti può succedere una volta di battere una grande anche se sei l’ultima della classe, ma se la seconda volta arriva contro la formazione Campione d’Italia, tutto è inimmaginabile. E’ così in terra marchigiana arriva Novara e il pronostico è subito scritto. Non è così, Filottrano picchia con Mitchem (28 punti e MVP) per tre set interi. I primi due parziali vedono una formazione casalinga agguerritissima su ogni pallone, mentre nel terzo set, nonostante qualche controattacco piemontese, la formazione anconetana ha la chiave per chiudere il match ma ci pensano Enright e Plak a riportare sulla terra le “pivelle”. Quarto set tutto all’insegna delle tricolori che con Gibbemeyer e Enright spingono e chiudono i conti. Sembra finito il sogno della Lardini e invece no, qualcosa accade proprio sul (10-14) del tie-break per colpa di due errori grossolani. E allora Mitchem si carica la squadra e le porta verso una vittoria meravigliosa per una formazione marchigiana che nonostante le difficoltà di budget, infortuni vari, esperienza riesce a vincere contro chi l’anno scorso l’esperienza l’ha portata in cima all’olimpo del volley italiano. Per Novara ci sarà tempo per metabolizzare una sconfitta incredibile che le allontana dalla capolista Conegliano, e chissà che questo passo falso non sia lo stop alla rincorsa del primo posto.

Valeria Lippera
Valeria Lippera

FOPPAPEDRETTI BERGAMO – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-2  (21-25 21-25 25-17 25-22 15-10)

Diouf e Bartsch (38 punti in due) guidano la formazione ospite verso la vittoria netta dei primi due set, non tanto per demeriti delle bergamasche quando per la eccezionale forza delle farfalle. Ma nel terzo parziale qualcosa cambia e Busto sembra subire il colpo, a salire in cattedra è Acosta (21 pt) che assieme alla schiacciasassi Sylla (23 pt) schiacciano ogni attacco ospite. Il tie-break è dall’inerzia di Bergamo che con Acosta e Popovic riesce a chiudere la strepitosa rimonta. Bergamo vince due partite consecutivamente per la prima volta in stagione (2 tie-break) e dopo aver raggiunto la zona salvezza, ora mette la freccia per il sorpasso delle vicine. Busto Arsizio invece ha qualche grande problema a chiudere le grandi sfide – come ha detto Diouf – non che la formazione bustocca sia messa male in classifica ma dopo ogni grande match rimane sempre l’amaro in bocca per qualcosa che era alla portata ma non c’è stato.

Andrea Pincelli
Andrea Pincelli

SAB GRIMA LEGNANO – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (20-25 11-25 15-25)

Si sfidano due formazioni con momenti completamente opposti, da un lato la capolista Conegliano, dall’altra una Legnano in un periodo tremendamente negativo. Formazione lombarda ancora senza Ogoms e con l’unica Degradi (14 punti) a guidare le compagne. Se la lotta sembra esserci nel primo parziale, le venete scappano via e conducono sempre il match senza grossi problemi con De Kruijf (10 pt) e Danesi (9 pt). Il miracolo non riesce, ma se Legnano non cambia rotta l’unico vero miracolo sarà una salvezza che sta scivolando via.

Fonte VareseNews
Fonte VareseNews

LIU-JO NORDMECCANICA MODENA – MYCICERO PESARO 3-0 (25-13 25-15 25-21)

Nel match d’andata era stata a sorpresa una lotta dura tra le due formazioni e Modena era riuscita a cavarsela solo al tie-break.                  Al PalaPanini ci sono punti importanti per i playoff diretti ma Pesaro non entra mai in campo, le marchigiane sono irriconoscibili in attacco, tranne nel terzo set quando con Arciprete provano di agguantare le avversarie. Modena dalla sua parte mostra una incredibile scoperta, il neo arrivo Mingardi (19 punti per lei), che accompagnata alla veterana Barun (15 pt) chiudono la pratica in pochissimi minuti. Partita imbarazzante per una Pesaro che è arrivata in Emilia senza idee chiare.

Andrea Pincelli
Andrea Pincelli

SAUGELLA TEAM MONZA – POMI’ CASALMAGGIORE 3-1 (25-20 25-18 17-25 25-20) 

Nonostante il risultato non lo mostri, Casalmaggiore ha giocato una discreta gara ma si è dovuta inchinare a un nuovo strepitoso duo del campionato rosa Ortolani – Havelkova. Le due guidano le brianzole per tutti i primi due set e non permettono un grande gioco alle avversarie. Martinez e Zago spingono sull’acceleratore quando Monza sembra stanca e fa suo il terzo set. Nel quarto parziale Hancock spinge le compagne ma Marinez trova il pareggio per le casalasche. Tutto però è rimandato perchè Monza fa suo il match. La formazione di casa scappa sulle inseguitrici mentre Casalmaggiore continua a mostrare le ormai solite lacune sia in attacco sia in difesa e mostra ancora una volta come squadra debba guardarsi le spalle più che pensare a cosa poteva essere questa stagione.

Martina Carraro
Martina Carraro

SAVINO DEL BENE SCANDICCI – IL BISONTE FIRENZE 3-0 (25-21, 25-23, 25-20)

Grande prestazione della formazione di casa che allunga in classifica su Busto Arsizio. Haak e De La Cruz guidano Scandicci ad un successo quasi mai messo in discussione contro l’altra formazione della cittá fiorentina. Le ospiti scendono in campo con il neo acquisto Dijkema ma Il Bisonte è una squadra totalmente nuova, fin dal cambio di allenatore Caprara che sembra aver portato aria nuova nell’ambiente. Buone prestazioni per Sorokaite e Tirozzi ma la differenza tra le formazioni è notevole e Scandicci fa suo il derby.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto