SUPERLEGA: NESSUNA SORPRESA NELLA SEDICESIMA GIORNATA, VINCONO LE FAVORITE

Eccoci con la sedicesima giornata di Superlega. Nessuna sorpresa, vincono le squadre favorite. Modena fatica un po’, ma con la vittoria al tie break rimane molto vicina alle prime due della classe. ma non perdiamo altro tempo e vediamo com’è andato ogni singolo match. Vi siete persi la giornata precedente? Rivivetela QUI

GI GROUP MONZA – AZIMUT MODENA 2-3 (18-25, 25-18, 19-25, 25-22, 13-15)

Foto: Modena Volley
Foto: Modena Volley

Modena scende in campo con Argenta e Bossi al posto degli indisponibili Holt e Sabbi. Primo set equilibrato nelle prime battute, poi Modena scappa e gestisce il vantaggio, nonostante i tentativi di recupero di Monza. primo set per gli ospiti.

Nel secondo set parte bene Monza, che vuole rimettere tutto in parità. I padroni di casa si portano subito in vantaggio grazie a dei buoni servizi. Modena pareggia a quota 16, ma Botto fa bene nel finale di set e regala la parità a Monza.

Nel corso del terzo set esce Argenta, anche lui acciaccato da diverso tempo ed entra Pinali. Modena si affida a Ngapeth, che forza molto. I risultati comunque si vedono e Modena si riporta in vantaggio vincendo il terzo set.

Nel quarto set, come nel secondo, Monza parte fortissimo. Il distacco sembra incolmabile, ma Modena riesce a pareggiare sul 21-21. Monza però non ci sta, gioca bene nel finale di set e vince il parziale.

Tie break molto tirato, con Modena costretta a giocare con una formazione insolita viste le assenze. Monza rimane in gara fino all’ultimo ma si deve arrendere. Vince Modena 3-2. Sedicesima giornata che corrisponde alla tredicesima vittoria per Modena, anche se sofferta e non da 3 punti.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – WIXO LPR PIACENZA 3-1 (25-21, 19-25, 25-18, 25-19)

Foto: Sir Safety Perugia Volley
Foto: Sir Safety Perugia Volley

Perugia è decisa ad ottenere i tre punti per consolidare il primato in classifica e parte subito forte. Piacenza però è una squadra ostica che lotta su ogni pallone e riesce a tenere il set in equilibrio fino al 18-18. Perugia a questo punto però ha una marcia in più e si porta sul 24-21. Un muro di Podrascanin chiude il set.

Secondo set che vede invece Piacenza prendere subito il largo. Ci sono sempre quei 3-4 punti che Perugia non riesce a rimontare. Nel finale due errori di Anzani valgono il pareggio degli ospiti.

Terzo e quarto set sono senza storia. Perugia torna in campo con un altro spirito e mette alle corde gli ospiti che non riescono a reagire. Perugia vince la partita e conserva il primo posto anche al termine di questa sedicesima giornata.

KIOENE PADOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-1 (25-18, 19-25, 25-21, 25-16)

Foto: Pallavolo Padova
Foto: Pallavolo Padova

Padova vince abbastanza agilmente il primo set. Randazzo fa male agli ospiti, che non riescono a trovare le contromisure. Sarà proprio la banda della Kioene a chiudere il primo set con una pipe.

Nel secondo set reagisce Vibo. Gli ospiti sono più incisivi in attacco e in difesa. Verhees al servizio tiene avanti i suoi, con Padova che pare non essere in grado di reagire. Sul finale però i veneti tornano sotto, arrivando a giocarsi il finale punto a punto. Un muro di Costa però mette fine al secondo set.

Terzo set tirato, deciso solo nel finale dopo un break di Padova avvenuto al rientro in campo da un time-out. Tale break è prezioso, Vibo non riesce a colmare il gap e Padova vince il terzo set.

Quarto set con Vibo che lotta per andare al tie break, portandosi in vantaggio fin da subito (6-8). A metà set però una flessione degli ospiti permette a Travica di prendere Padova per mano e di trascinarla alla vittoria del set, tra l’altro con molto margine. Grande prestazione per Padova, che alla sedicesima di superlega conquista 3 punti preziosi, visto che davanti a lei le altre squadre corrono.

DIATEC TRENTINO – BUNGE RAVENNA 3-1 (25-18, 22-25, 25-19, 25-20)

Foto: Trentino Volley
Foto: Trentino Volley

Nel primo set Trento va subito avanti, prima di dilagare nella seconda parte del parziale. il break sul finale di Ravenna è inutile, i padroni di casa fanno loro il primo set.

Secondo set diametralmente opposto. Ravenna parte subito fortissimo (1-5). Gli ospiti controllano il set fino ad un tentativo di rimonta di Trento, che però è tardivo. Ravenna vince e pareggia i conti.

Nel quarto set regna l’equilibrio fino a metà set. Ravenna piazza un break, ma un cartellino rosso prima ed un giallo+rosso poi, permettono a Trento di rimanere aggrappata al set. Un buon turno al servizio ed un’ottima fase di difesa permettono ai padroni di casa di vincere il set.

Quarto set senza storia. Ravenna fa bene solo all’inizio prima di subire il turno al servizio di Giannelli. Per il resto del parziale Trento domina, vincendo set e partita. Anche per la Diatec la sedicesima giornata equivale quindi ai 3 punti.

TAIWAN EXCELLENCE LATINA – BIOSI’ INDEX SORA 3-0 (25-19, 25-22, 25-20)

Foto: Top Volley Latina
Foto: Top Volley Latina

A Latina il primo set è senza storia. Sora nella parte finale mette a segno qualche punto approfittando del calo di tensione dei padroni di casa, ma ormai è tardi. Latina vince agevolmente il primo set.

Storia diversa per gli altri due parziali. Sora infatti gioca punto a punto, portandosi anche in vantaggio di tanto in tanto. In entrambi i parziali però Latina torna a farsi vedere nel finale e a dare la zampata decisiva che le permette di chiudere la sedicesima giornata con un rotondo 3-0.

CUCINE LUBE CIVITANOVA – REVIVRE MILANO 3-1 (25-18, 23-25, 25-21, 25-19)

Foto: Lube Volley
Foto: Lube Volley

Nel primo set la Lube non lascia spazio a Milano. La battuta funziona bene, così come il muro nei momenti cruciali. Le percentuali ospiti sono pessime nel primo parziale, che vede Civitanova imporsi agilmente.

Nel secondo set Milano sfrutta il calo di Civitanova, riuscendo a crescere e ad imporre il proprio gioco. Il vantaggio arriva anche a 4 lunghezze, che sembrano incolmabili. La Lube tuttavia, con un ace ed un muro arriva quasi alla parità. Milano però ha nervi saldi e chiude il secondo set pareggiando i conti.

Terzo e quarto set sono dominati dai padroni di casa (nonostante nel quarto Civitanova non giochi la sua miglior pallavolo). L’agonismo è quello del primo set, che mette alle corde Milano, incapace di reagire. Lasciare anche solo pochi punti ad una squadra come la Lube è un grosso rischio… E infatti i campioni d’Italia vinceranno entrambi i set, conquistando 3 punti fondamentali per rimanere attaccata a Perugia.

CALZEDONIA VERONA – BCC CASTELLANA GROTTE 3-0 (26-24, 25-20, 25-22)

Foto: Bluvolley Verona
Foto: Bluvolley Verona

Verona parte un po’ contratta nella prima gara del 2018 all’AGSM Forum. dopo un set passato sempre avanti (seppur di poco) infatti i gialloblu si fanno recuperare (23-23). Occorrono i vantaggi e due videao check per stabilire il vincitore. Verona si porta avanti 1-0.

Verona dilaga nel secondo parziale (14-7). Rientra in campo Djuric, ancora in fase di recupero dall’infortunio alla spalla. Calzedonia amministra e non lascia a Castellana la possibilità di rientrare in partita. Secondo set che si conclude 25-20 e vale il 2-0 per Verona.

Nel terzo set Verona parte forte e si porta ancora in vantaggio. Castellana però riapre il parziale pareggiando a quota 19. Il finale è un po’ nervoso: un video check cambia la decisione dell’arbitro e regala un break prezioso a Verona. Ci pensa Manavi (MVP) a regalare il primo match point a Calzedonia. Castellana lo annulla, ma non ferma Jaeschke che mette a segno il 25-22. Verona ottiene quindi 3 punti preziosi per la corsa al quarto posto.

QUI LA CLASSIFICA DOPO LA SEDICESIMA GIORNATA

Immagine

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Calzedonia Verona e Taiwan Excellence Latina: una partita in meno 

di Francesco Carletto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto