SUPERLEGA: NELLA QUATTORDICESIMA GIORNATA PERUGIA SI PROCLAMA REGINA D’INVERNO. VINCONO TRENTO, MONZA, MODENA, CIVITANOVA, RAVENNA E PERUGIA.

Quattordicesima giornata di SuperLega e prima giornata del girone di ritorno.
In questo turno, Trento ha vinto al tie-break in casa di Milano, Monza ha vinto a Sora. Modena ha dato spettacolo a Castellana, Civitanova ha vinto contro Vibo. Piacenza ha perso in casa con Ravenna e Padova ha perso in casa con Perugia.
Volete ricordare cosa è successo la scorsa giornata? Ecco QUA il link!

 

CALZEDONIA VERONA – TAIWAN EXCELLENCE LATINA annullata

La sfida di Verona contro Latina valida per la quattordicesima giornata è stata rimandata al 25 gennaio per indisponibilità capo da parte di Verona.

REVIVRE MILANO – DIATEC TRENTINO 2-3 (25-22, 25-22, 22-25, 14-25, 13-15)

PH: Elisa Calabrese
PH: Elisa Calabrese

Sfiora la vittoria Milano contro Trento in questa quattordicesima giornata di campionato.
I padroni di casa partono alla grande, imponendo il proprio gioco e mettendo grande pressione agli ospiti. Partenza concretizzata con la vittoria del primo e secondo set.

Dal terzo invece la partita cambia: Trento, con gli ingressi in campo di Lanza e Teppan, trova l’equilibro giusto per controbattere la Revivre. Si arriva ad un finale punto a punto, poi Kovacevic prende per mano la sua squadra per la vittoria del set.

Nel quarto set, la Revivre accusa il colpo ma si rialza nel combattutissimo tie break: riesce a stare davanti al cambio campo e ad allungare con Abdel Aziz (12-10).
Il lavoro a muro di Eder e l’ace di Kovacevic ribaltano la situazione (12-14), Milano ha la palla del pari ma è sfortunata in fase di rigiocata (13-15).
Per come si era messa la gara, sono due punti persi per Milano anche se la squadra di Giani ha dimostrato che ha ancora tanto da dare.
Nota positiva per la Revivre è il ritorno in campo di Sbertoli, utilizzato in più di una occasione da coach Giani nel corso del match.

 

BIOSì INDEXA SORA – GI GROUP TEAM MONZA 0-3 (25-27, 17-25, 20-25)

PH: VeroVolley
PH: VeroVolley

Prima vittoria esterna per Monza, tre punti importanti per il morale ed una prova di carattere espressa da parte degli uomini di Falasca.
I monzesi espugnano Sora con un rotondo 3-0, anche se quest’ultima si è dimostrata un osso duro.

Nonostante la grande voglia di far bene da parte di Sora, rientrata davanti al pubblico di casa dopo aver giocato a Frosinone nel girone di andata, sono i lombardi a partire fin da subito con il giusto approccio.

Plotnytskyi e Hirsch martellano con continuità, Beretta e Barone fanno bene sia a muro che al centro e Shoji distribuisce con criterio. Sora tenta di tenere il passo del Gi Group Team con Petkovic e approfittando di qualche sbavatura dei brianzoli.
E’ l’ingresso di Botto su Dzavoronok il tassello mancante per dare continuità ai suoi.

Dopo aver vinto il primo set, Monza mette la quinta ed i laziali accusano il colpo.
Sono due break di Monza che affondano l’avversario, nonostante il tentativo di rientro sorano con Rosso e Petkovic. Chiude poi con Barone il terzo set e la gara.
BCC CASTELLANA GROTTE – AZIMUT MODENA 0-3 (21-25, 18-25, 28-30)

PH: Modena Volley
PH: Modena Volley

Si rialza Modena e la fa imponendosi su Castellana Grotte con un netto 3-0 in questa quattordicesima giornata.

 

1° set: si comincia con una serie di errori in battuta da parte di entrambe le squadre. Modena si porta sul 19-16 con un punto di Sabbi.  Ottima alzata di Paris per Moreira che mette a segno il 18-20. Il muro di Sabbi porta Modena a 22-18. Buone azioni di entrambe le squadre, ma Modena chiude portando a casa il primo parziale.

2° set: anche il secondo set è abbastanza equilibrato inizialmente. Sbaglia Tzioumakas su recupero di Cavaccini ma si riscatta in battuta portando il castellana a + 1 su Modena, 6-5. Un castellana un po’ in crisi sul 9-12, ma subito cercano di riprendere il filo. Grande recupero di Paris, ma non riesce a fare punto, dando l’opportunità a Sabbi di mettere a segno il 14-11. Bruno permette a Ngapeth di fare un grande punto sul 18-13. Secondo set vinto da Modena.

3° set: ottima entrata in campo per Castellana che, con Tzioumakas in gran forma, macina punti. Muro di Ngapeth su Tzioumakas (5-4). Si riscatta Canuto murando Sabbi (7-4). Modena procede portandosi sul 9-9. Il muro di De Togni su Ngapeth dà continuità a Castellana. Ancora Tzioumakas ferma Ngapeth portando 16-14 la sua squadra. Set molto equilibrato.  Un punto a punto senza respiro fa proseguire il set oltre il 25, portando le due squadre a lottare per la vittoria del set. Termina 28-30 a favore del Modena.

MVP Ngapeth

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-1 (25-18, 20-25, 25-10, 25-12)

PH: Valeria Lippera
PH: Valeria Lippera

Civitanova torna subito al successo nella quattordicesima giornata. E’ dominio Lube in questo match, specialmente nel terzo e quarto set dove Vibo subisce pesantemente al servizio.

Impressionante il servizio della Lube, in particolare negli ultimi due set: alla fine, sono 13 gli ace fatti.

Primo set: Civitanova parte con buona continuità in cambio palla, tenendo il break fino all’8-6. Poi Patch e Deivid confezionano il sorpasso (8-9). I biancorossi riprendono il comando del set con Candellaro e spingendo bene al servizio. Il muro di Christenson allunga ancora e i tanti errori dei calabresi spianano la strada alla Lube (22-14). Chiude Casadei il set.

Secondo set: Vibo prova a reagire portandosi avanti con Verhees e Antonov e il muro di Coscione su Casadei (8-12). Il belga porta i calabresi a + 5, con i cucinieri in difficoltà di fronte al servizio ora più insidioso della Tonno Callipo. La Lube trova il primo break con Kovar, ma Vibo torna a +5 con un altro muro su Casadei. Sokolov entra su Casadei e la battuta calabrese continua a picchiare. Proprio con un ace Vibo chiude il set.

Terzo set: la Lube scatta subito con un maxi parziale guidato dal servizio di Juantorena (8-0 con l’italo-cubano al servizio e vantaggio 9-2). Sokolov mura Patch, piazza il contrattacco e un altro muro sull’opposto americano (19-9). Altro show al servizio di Juantorena (tre ace di fila) e Sokolov firma il set.

Quarto set: stessa Lube determinata nel quarto set. Sokolov continua a picchiare e anche Cester si mette in mostra (8-3). Il resto lo fanno il solito Juantorena e Christenson e ancora due ace dell’italo-cubano per il +10 (17-7). La partita finisce sulla stessa linea, schiacciante la superiorità della Lube specialmente al servizio.

 

WIXO LPR PIACENZA – BUNGE RAVENNA 1-3 (21-25, 25-18, 35-33, 24-26)

PH: WIXO LPR Piacenza
PH: WIXO LPR Piacenza

Con una grande prova di cuore e orgoglio, la Bunge supera in quattro set Piacenza al termine di una lunga battaglia.
Diretti in maniera splendida Orduna, i ravennati si aggiudicano senza affanni le prime due frazioni.
Nel terzo parziale, i padroni di casa operano una gran rimonta, cercando di tenere aperto il parziale.
Nel quarto set, i ravennati chiudono la pratica con un brivido nel finale.

Con Marechal in crescita esponenziale, tutta la squadra funziona al meglio. La prima linea vede Georgiev e Diamantini molto positivi, e dalla linea dei nove metri la Bunge non fa sconti.

MVP del match proprio il regista italo-argentino, che dimostra grande personalità e il saper tener più che bene le briglie dei suoi attaccanti.
KIOENE PADOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (25-20, 22-25, 15-25, 14-25)

PH: Pallavolo Padova
PH: Pallavolo Padova

Non riesce lo sgambetto di Padova nei confronti della capolista Perugia.

Dopo un primo set di livello per la Kioene, Atanasijevic torna ai propri livelli e Podrascanin macina al servizio. La coppia si serbi tolglie fiducia a Padova che cede nonostante l’avvio scoppiettante che faceva ben presagire.

Primo set: buon avvio dei padroni di casa, che mantengono un leggero vantaggio fino al sorpasso degli ospiti del 7-8. L’ingresso in campo di Andric per Atanasijevic non sortisce effetti e Randazzo firma il 20-15. Sul 23-19, gli ospiti si riavvicinano ma a chiudere ci pensa Cirovic con la parallela del 25-20.

Secondo set: avvio intenso per la Kioene, che con Randazzo e Nelli va sul 12-8. Perugia però non molla e con il servizio di Atanasijevic si porta sul 13-12. Sul 18-15 la situazione si ribalta: qualche errore di troppo e una maggiore precisione al servizio degli ospiti consente a Perugia di chiudere il parziale con Podrascanin sugli scudi.

Terzo set: la Sir ritrova fiducia, spingendo l’acceleratore a partire dall’11-16 col muro vincente di De Cecco. Da questo momento i bianconeri staccano completamente la spina e per gli uomini di Bernardi chiudere è facile e veloce: 15-25.

Quarto set: parte subito forte Perugia con Podrascanin, che trova una serie di ace che valgono l’1-8. Padova soffre in ricezione e l’ingresso in campo di Koprivica per Cirovic tampona l’emorragia di punti ma non risolve il problema. Anzani trova il match balll sul primo tempo del 12-24 e a chiudere ci pensa Russell con la diagonale del 14-25.

 

 

 

CLASSIFICA

Sir Safety Conad Perugia 36
Cucine Lube Civitanova 35
Azimut Modena 33
Calzedonia Verona * 26
Diatec Trentino 24
Kioene Padova 23
Bunge Ravenna 23
Revivre Milano                          22
WIXO LPR Piacenza                       20
Gi Group Team Monza  15
Taiwan Excellence Latina * 12
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 9
BCC Castellana Grotte  7
Biosì Indexa Sora 6

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto