#SERIEA2M GIRONE BLU: IL CLUB ITALIA CONQUISTA TRE PUNTI PIENI CON CANTU’, TUSCANIA LA SPUNTA SU BERGAMO, GIOIA DEL COLLE RIMONTONA DA CORSARA SU SPOLETO.

COPERTINA A2 GIRONE BLU

GIOIELLA MICROMILK GIOIA DEL COLLE 3-2 MONINI SPOLETO (15-25, 23-25, 26-24, 25-13, 17-15)

Grande vittoria in rimonta in casa per la Gioiella a discapito di Spoleto, che dopo aver dominato i primi due set, perde ai vantaggi il quarto, così come perde il tiebreak estenuante 15-17. La Gioiella dal terzo set in poi caccia fuori le armi del muro e della battuta, non nascoste nei primi due set (4 muri, 1 ace) ma tenute sicuramente a bada rispetto agli avversari (8 muri, 1 ace). Nel terzo e quarto set infatti, i muri crescono a 6 e a 5 gli ace (7 muri e 2 ace per Spoleto). Crescono anche le percentuali in attacco, intorno al 60% i  entrambi i set per la squadra di casa (nel primo e nel secondo erano del 30%), scendono quelle della squadra ospite, soprattutto nel quarto set al 32%.

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Nel tiebreak Gioia del Colle prende subito punti di vantaggio, sul 5-3. Spoleto non molla e passa a sua volta avanti 8-10. Ancora sull’11-13, ma il videocheck fa andare in parità le squadre sul 13-13. E’ un muro su Giannotti a dare la vittoria alla squadra di casa! In quest’ultimo set, 4 muri e 2 ace per la Gioiella, 0 ace e 0 muri per la squadra umbra.

MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3-2 CALONI AGNELLI BERGAMO (27-25, 23-25, 23-25, 25-21, 15-10)

Vince soffrendo la capolista Tuscania ospitando la Caloni Agnelli Bergamo. Partita interessante e palpitant sin dal primo set, finito ai vantaggi ma con un equilibrio tra le due squadre dall’inizio alla fine. Equilibrio che c’è anche nei muri totali messi a segno a fine partita, 9 per entrambe, ma che non c’è nelle battute punto: 7 per Tuscania, 3 per Bergamo. C’è differenza anche nelle percentuali in attacco: Tuscania non scende mai sotto al 50% se non nel terzo set quando ha il 39%. Quelle della Caloni sono superiori al 50% solo nei primi tre set, quando poi scendono al 44% e 33% negli ultimi due decisivi set.

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Tuscania inizia sin da subito avanti nel tiebreak, 5-3. Incrementa il vantaggio sul 10-5 e va a prendersi il set ed il match poi sul 15-10. Bergamo porta comunque a casa un punto importante, sfoderando una bella prestazione in casa della capolista.

GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO 0-3 VBC MONDOVI’ (21-25, 13-25, 22-25)

Partita senza storia quella giocata da Mondovì sul campo di Lagonegro. La squadra piemontese domina tutti e 3 i set giocati, sbrigando la faccenda in meno di un’ora e mezza di gioco. 9 muri e 3 ace nel match mettono ko Lagonegro, che non trova serenità e continuità in nessuno dei fondamentali. 3 muri e 3 ace, e percentuali in attacco non bellissime, addirittura del 19% nel secondo set.

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

E’ una Lagonegro che fa degli errori (5 in attacco) ma che non sa neanche sfruttare le occasioni date dalle imprecisioni e dagli errori degli avversari (4 in attacco). Top scorer Matteo Paoletti con 15 punti.  Per la Geosat bene Sam Holt con 14.

SIECO SERVICE ORTONA 3-1 PAG TAVIANO (25-22, 22-25, 25-20, 25-17)

Ortona gioca e vince la sua partita in casa con Taviano grazie al fondamentale della battuta, che è stato, lasciatemi fare il gioco di parole, fondamentale! Taviano è infatti corsara a muro: 6 punti, 4 di Ortona. Scarseggiano però gli ace in casa della squadra ospite: sono 3 nel match, contro i 9 della squadra abruzzese. Il 38% nel secondo set e il 33% nel quarto set in attacco fa perdere a Taviano delle belle occasioni per strappare almeno un punto agli avversari. Le percentuali di Ortona in questo fondamentale invece sono buone, sempre intorno al 50% o del 57% nel primo e terzo set.

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Top scorer del match Ivan Zanettini con 23 punti, bene per Taviano Luca Bigarelli con 19.

CLUB ITALIA CRAI ROMA 3-0 POOL LIBERTAS CANTU’ (25-17, 25-23, 25-23)

Arriva la vittoria da 3 punti in casa per il Club Italia contro Cantù! La squadra di coach Cresta fa una partita spettacolare, giocata pallone su pallone. E’ quasi irriconoscibile Cantù, che non riesce mai fino in fondo a fare il suo solito gioco. Gli azzurrini in 3 set mettono a segno 14 muri che danno sfiducia agli attaccanti della squadra ospite, che commettono anche 7 errori diretti nel match. Anche il Club Italia sbaglia, 8 errori diretti, ma compendia col muro e con gli ace: 7 contro i 2 di Cantù.

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Nonostante la partita non sembri concitata dalle statistiche, le squadre hanno davvero lottato su ogni pallone, ne è la prova il fatto che il secondo e terzo set sono finiti quasi ai vantaggi. Top scorer del match Diego Cantagalli e Davide Gardini (i cognomi vi ricordano qualcuno?) con rispettivamente 14 e 12 punti.

CENTRALE DEL LATTE MCDONALD’S BRESCIA 3-0 MOSCA BRUNO BOLZANO (25-21, 25-23, 25-17)

Anche Brescia domina la sua partita in casa contro il Mosca Bruno Bolzano. Mette ko gli avversari con 11 muri, contro i 3 della squadra di coach Burattini. A Brescia non mancano neanche gli ace, 2 messi a segno, mentre in casa bolzanina mancano eccome, 0 a fine partita. Diverse sono anche le percentuali in attacco, sempre intorno o superiori al 50% per i padroni di casa, del 52% solo nel secondo set per gli ospiti (39% e 38% negli altri due set).

Ph. LegaVolley
Ph. LegaVolley

Top scorer del match Boswinkel Hidde con 18 punti.

CLASSIFICA:

  1. MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA (34)
  2. MONINI SPOLETO (32)
  3. CALONI AGNELLI BERGAMO (29)
  4. CENTRALE DEL LATTE MCDONALD’S BRESCIA (27)
  5. GIOIELLA MICROMILK GIOIA DEL COLLE (27)
  6. POOL LIBERTAS CANTU’ (23)
  7. SIECO SERVICE ORTONA (20)
  8. VBC MONDOVI’ (16)
  9. PAG TAVIANO (13)
  10. GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO (13)
  11. MOSCA BRUNO BOLZANO (9)
  12. CLUB ITALIA CRAI ROMA (9)

di Alice Biondi.

Related posts

Leave a Comment