RECAP SUPERLEGA: SORPRESA RAVENNA, MILANO PERDE MA SI FA SENTIRE, VINCONO LATINA, MODENA, PERUGIA E PADOVA

COPERTINA SUPERLEGA

Eccoci con il recap dei match validi per la seconda giornata di Superlega. Questo turno infrasettimanale ha visto, in particolare, un’ottima Ravenna e una Milano che ha combattuto fino all’ultimo. Ma andiamo con ordine. Se vi siete persi lo scorso turno, o avete bisogno di rinfrescare la memoria, trovate il recap qui.

Inoltre, è stata stabilita la data in cui verrà recuperata Lube – Ravenna, rimandata domenica scorsa. Il match si giocherà il 22 novembre alle 20,30.

BIOSì INDEXA SORA – TAIWAN EXCELLENCE LATINA 2-3 (15-25, 13-25, 25-19, 25-23, 9-15)

PH: Top Volley Latina
PH: Top Volley Latina

Derby laziale fra Sora e Latina, e alla fine è proprio quest’ultima che vince il match. Ma solo al tie-break.

Una Latina concreta e concentrata nei primi due set, dove ha dato sfoggio di tutto il potenziale fino ad ora poco espresso. Nel terzo parziale, i padroni di casa hanno preso coraggio a due mani e hanno dato filo da torcere agli ospiti, portandoli ai tie-break. Nel set decisivo, gli ospiti hanno saputo sfruttare delle buone occasioni e portarsi a casa 2 punti.

La crescita di entrambe le formazioni è innegabile, e vederle darsi battaglia così ci fa ben sperare per il futuro.

AZIMUT MODENA – GI GROUP TEAM MONZA 3-0 (25-22, 25-14, 25-19)

PH: Modena Volley
PH: Modena Volley

Terzo 3-0 per i modenesi, che continuano ad avanzare e ad aggiungere punti importanti in classifica.

Monza, da parte sua, cerca di star dietro al ritmo importante dei padroni di casa, cercando di impensierirli dai nove metri con Buti e Hirsch, soprattutto nel primo parziale.

Modena si trova in sofferenza in ricezione ma “ci mette una toppa” mettendo a terra palloni infuocati e dando sfoggio di tanta classe. Bruno, abile nel gestire i propri attaccanti, smista il gioco eccellentemente sfruttando tutti i suoi terminali offensivi.

Nonostante l’esuberanza dei padroni di casa, Monza prova a reagire, soprattutto a muro. A causa dei troppi errori al servizio nell’ultimo set, gli ospiti favoriscono involontariamente una Modena che non si fa pregare.

BUNGE RAVENNA – DIATEC TRENTINO 3-0 (31-29, 25-15, 25-21)

PH: Porto Robur Costa Ravenna
PH: Porto Robur Costa Ravenna

Grande sorpresa di questa giornata di campionato.Chi se lo sarebbe mai aspettato un risultato così netto?

I ravennati fanno la voce grossa in casa propria, portando a casa un risultato storico giocando molto bene e concretamente.

Trento si presenta ancora senza il serbo Kovacevic (assente anche nella prossima giornata), mostrando che anche le grandi squadre possono avere dei problemi.

Ottima la regia dell’argentino Orduna, lucido e affiatato con i propri attaccanti. Da sottolineare anche la prestazione di Buchegger e Maréchal, che hanno messo a ferro e fuoco la difesa trentina.

Dopo un primo parziale piuttosto equilibrato, la mano pesante dei padroni di casa si è fatta sentire, soprattutto in battuta. La prestazione corale di Diamantini e compagni ha avuto la meglio su una Trento opaca dove hanno spicato solo Vettori e Zingel che hanno provato a tenerla a galla.

WIXO LPR PIACENZA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3 (22-25, 24-26, 22-25)

PH: Sir Safety Perugia Volley Club
PH: Sir Safety Perugia Volley Club

Grandissima battaglia in quel di Piacenza, anche se dal risultato non si direbbe.

Un match che meritava di continuare fino al tie-break ma che ha visto i perugini riuscire sempre a chiudere i set. Ma i piacentini non hanno reso semplice la conquista degli uomini di Bernardi.

Con un brillante Parodi sugli scudi, Piacenza ha dato tanto, tenendo testa a una delle formazioni più in forma del campionato. Ma, alla fine, la determinazione e la testa degli ospiti è riuscita a far prevalere la fazione ospite.

Gli uomini di Giuliani, oltre che a dover far fronte ai cacciabombardieri perugini, hanno dovuto ovviare anche al reparto opposti rimaneggiato, schierando Harshko.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – KIOENE PADOVA 0-3 (23-25, 13-25, 20-25)

PH: Pallavolo Padova
PH: Pallavolo Padova

Si potrebbe riassumere il match con due parole: “Nelli-show”.

Infatti, l’opposto toscano ha messo a terra 18 punti ed ha dimostrato che può dire la sua. Nonostante una prestazione corale convincente, è proprio “Nello” a spuntare fra tutti.

Dopo aver dovuto affrontare due teste di serie, la formazione padovana ha dimostrato tanto carattere e tanto cuore. Convincente dai nove metri e attiva negli altri fondamentali.

Vibo, da parte sua, ha provato a contrastare Randazzo e compagni solo nel primo set e alla fine del terzo, lasciandosi poi andare. Prestazione incolore e insapore, nella quale gli ospiti non hanno potuto far altro che provare a contenere.

REVIVRE MILANO – CUCINE LUBE CIVITANOVA 1-3 (24-26, 22-25, 26-24, 22-25)

PH: Lube Volley
PH: Lube Volley

Milano non riesce nell’impresa come con Trento, ma fa vedere di che pasta è fatta.

Una Milano sempre viva e vegeta, pronta ad attaccare come un serpente a sonagli, mette in difficoltà i Campioni d’Italia. Civitanova non ha avuto vita facile al cospetto dei padroni di casa in crescita esponenziale.

Grandi scambi, riprese spettacolari e un gran cuore: questo abbiamo visto in questo match. Alla fine, la meglio ce l’ha avuta la Lube che incassa tre punti.

I parziali lo dimostrano: non è stata una partita sbilanciata da un lato, ma al contrario molto equilibrata. I ragazzi di Giani hanno condotto i set spesso e volentieri, costringendo Christenson e compagni a rincorrere. Ma alla fine, l’esperienza e la cattiveria agonistica degli ospiti ha prevalso.

Non sono mancati gli screzi, in particolare nell’ultimo set, che hanno acceso gli animi e hanno fatto crescere la fame agonistica.

Ottima la prestazione di Galassi, entrato dalla panchina ma che ha saputo tener testa ai tanti fuoriclasse biancorossi. Da sottolineare anche i 27 punti del solito Abdel-Aziz, spesso chiamato in causa per mettere a terra la palla. Ma i suoi quasi 30 punti non sono bastati contro una Lube travolgente ma ancora acciaccata e non al top.

BCC CASTELLANA GROTTE – CALZEDONIA VERONA 0-0 (rimandata)

La gara BCC Castellana Grotte – Calzedonia Verona si giocherà invece mercoledì 13 dicembre 2017 alle 20.30, causa indisponibilità del PalaFlorio.

CLASSIFICA

*con un match in meno.

Sir Safety Conad Perugia 9
Azimut Modena 9
Cucine Lube Civitanova * 6
Revivre Milano 5
Wixo LPR Piacenza 4
Bunge Ravenna * 4
Diatec Trentino 4
BCC Castellana Grotte * 3
Taiwan Excellence Latina 3
Kioene Padova 3
Gi Group Team Monza 3
Calzedonia Verona * 2
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 1
Biosì Indexa Sora 1

Related posts

Leave a Comment