EUROVOLLEY FEMMINILI : SCONFITTA DELL’ITALIA AL QUARTO DI FINALE CONTRO L’OLANDA

Si è concluso al quarto di finale contro l’Olanda il cammino dell’Italia agli Europei femminili 2017. Riviviamo insieme la partita.

Avvio di match difficile per l’Italia che non riesce a stare dietro alla formazione olandese che, al contrario, si guadagna subito una buona distanza di sicurezza, portandosi al 4-8 al primo timeout tecnico. L’Italia però si rialza sfoderando un muro perfetto e la diagonale di Paola Egonu, ma il vantaggio delle oranges sale di cinque punti. Il recupero non riesce ad arrivare e i troppi errori portano le azzurre ad un distacco quasi incolmabile. Il primo set se ne va 17-25 per l’Olanda mentre l’Italia fatica a mantenere continuità.

Brutto inizio di secondo set con l’Olanda che si porta in vantaggio di cinque punti. Il distacco rimane costante: l’Italia manca di grinta e non riesce a brillare in attacco. Arriva il timeout tecnico con uno svantaggio pesantissimo per le azzurre ed è subito 1-8. L’ace della capitana risolleva il morale in campo, ma l’Italia soffre a oltrepassare il muro avversario. L’Olanda vola al 10-17 e le azzurre non riescono a sbloccarsi. La fiducia sembra ritornare in campo ma non è sufficiente a cambiare l’andamento del set: le olandesi chiudono 20-25.

Nel terzo set l’Italia reagisce portandosi in vantaggio sul 4-2. L’Olanda rimane col fiato sul collo e trova il pareggio 5-5 per arrivare a condurre al primo timeout tecnico 6-8. Le azzurre non sono convinte e ne approfittano le avversarie che si mantengono avanti con vantaggio abissale di 10-20. Mazzanti prova a smuovere le acque con l’ingresso in campo di Parrocchiale ma la situazione non cambia. Le oranges vincono il match, chiudendo il set 13-25.

Finisce qui il percorso di questa giovane nazionale agli Eurovolley con una prestazione purtroppo non molto brillante. Complici di questa sconfitta sono stati sia la fragilità delle ragazze in attacco e in difesa sia i troppi errori contro una squadra che si è dimostrata più reattiva in tutti i fondamentali, ma non imbattibile. Anche se qualche volta hanno perso la bussola, le azzurre hanno dimostrato di saper giocare fino all’ultima palla e di sapersi rialzare. Le possibilità ci sono ma c’è anche da lavorare per questa Italia che vuole e può diventare grande.

di Chiara Camilletti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto