#FIVBMensU21: altro schiaffo dall’Argentina per Pinali e compagni. Italia fuori dalle prime otto

MicheleTotirecoachofItalybeforethematch

Non è sufficiente la lotta all’ultimo sangue di Pinali e compagni contro l’Argentina. Nonostante lo scontro sia avvenuto quasi sempre punto a punto i sudamericani si aggiudicano il match.

La vittoria argentina si traduce automaticamente in negativo per i nostri azzurrini: sono infatti esclusi, avendo zero vittorie, dai primi otto team della competizione. Una vittoria domani contro l’Ucraina garantirebbe un piazzamento fra il nono ed il dodicesimo posto. Una sconfitta ci farebbe lottare per una posizione fra la tredicesima e la sedicesima.

Passiamo ai dettagli sul match.

Argentina-Italia 3-1 (32-30 55-19 14-25 25-21)

Siccome esiste un Dio dello streaming che non mi assiste, arrivo a connettermi a partita già iniziata. Ricostruendo ad occhio, Totire schiera come starting six Zonca, Di Silvestre, Sbertoli, Pinali, Russo, Galassi, Piccinelli.

Primo set descrivibile con una sola parola: ANSIA! Argentina che parte subito con lo sprint: 8-4 al primo timeout tecnico, azzurrini che inseguono. Piano piano recuperano terreno, Zonca e Pinali attaccano bene, ed arriviamo al pareggio. Annulliamo ben 5 set point ma non sfruttiamo i 3 a nostra disposizione. Concludiamo quindi il parziale con un infinito 32-30, che fa presagire una lotta senza esclusione di colpi. 

Anche nel secondo set ci troviamo ad inseguire i sudamericani: Pinali e compagni restano in scia, ma non riescono ad imporre il proprio gioco. L’Argentina prende il largo, e soprattutto grazie ad una buona fase di gioco in copertura riesce a portare a casa anche il secondo set.

Ph.FIVB
Ph.FIVB

Terzo parziale=LA GIOIA!

Mi distraggo 5 minuti per mangiare, perchè non si guarda una partita senza cibo, e torno alla tv che siamo 6 a 0! Incredibile! Tifo come una spudorata (e per tutte ste sudate che mi fate fare mi aspetto almeno un regalo, siete tutti avvisati) e la squadra va avanti in scioltezza. Ottimi turni al servizio di Di Silvestre, che si mette ben in evidenza. Pinali e Zonca ingranano ancora di più la marcia ed in un battito di ciglia mi trovo a guardare il risultato: 14-24, ben dieci set point a disposizione! Un servizio out degli avversari chiude il parziale a nostro favore per 14-25. 

Archiviato il quarto parziale ci speriamo tutti in una botta di orgoglio che ci porti al tie break. Gli azzurrini lottano punto a punto, si vedono anche delle pipe dalla seconda linea che fanno ben sperare. L’Argentina però non molla l’osso, ci sta col fiato sul collo. Non facciamo in tempo a prendere un punto di vantaggio che arriva il pareggio. Proprio sul finale di set, 20 pari, i sudamericani piazzano un break importante e volano via, vincendo il quarto parziale, il match e portandosi via la nostra possibilità di arrivare fra le prime otto squadre del mondo.

Domani alle 12.30 l’ultimo match della fase a gironi contro l’Ucraina, che deciderà le nostre sorti!

di Francesca Lupoli

Related posts

Leave a Comment