CLF4ROME: KAZAN ASFALTA BERLINO NELLA PRIMA SEMIFINALE

IMG_6420

Signori salve a tutti! Vi saluto dalla TRIBUNA STAMPA del PalaLottomatica, ripeto TRIBUNA STAMPA! Oggi inizia il lunghissimo weekend della CLF4ROME, ed a scontrarsi per prime su questo taraflex sono state lo Zenit Kazan ed il Berlin Recycling Volley.

Bando alle ciance cari miei, ed andiamo a vedere subito gli starting six! Kazan apre con Anderson, Leon, Volvich, Butko, Gutsalyuk, Mikhailov, Verbov libero. Berlo risponde con Okolic, Kromm, Vigrass, Zhukouski, Carroll, Schott, Perry libero.

Ph. Luca Laici per Daily Volley
Ph. Luca Laici per Daily Volley

Subito un buon attacco di Leon (9 punti nel primo set) per il primo punto a Kazan.  I tedeschi sorpassano sul 3-2 per un tocco a muro dei ragazzi di Alekno. Muro a due di Leon-Volvich che vale il 5-6. Pipe di Anderson per il 6-7 (assicuro che l’ho sentita, ho i tifosi russi dietro le orecchie). Muro punto per i russi li manda al timeout tecnico per 6-8. Attacco bomba di Carroll (5) che, dopo un lungo scambio, la vince sulla distanza (7-9).

Grandissima botta di… colpo di Zhukouski che fa punto di seconda intenzione (8-10). Block out di Berlino per l’11-14. Murone di Volvich (e ha fatto più male della sua faccia, v’assicuro) che conduce Kazan in vantaggio al secondo timeout tecnico(12-16). I tedeschi restano attaccati al risultato e con un attacco di Kromm si rifa sotto sul 17-19. Niente, ho parlato troppo presto: Leon ci mette la manina e firma il 20 per i suoi. Berlin Recycling prova ad accorciare le distanze, ma i russi non sentono ragione. Kazan viaggia come un treno e vince il primo set per 21-25 in questa semifinale di CLF4ROME.

Il secondo parziale inizia subito all’insegna della parità: sul 4 pari Carroll sbaglia il servizio. Okolic quasi infila un ace sul 6-7, ma ci pensa Leon a sbagliare l’attacco. Ace di Kromm per il 13 pari. Berlino sta ingranando la marcia mentre Kazan sembra subire. Okolic, con uno splendido primo tempo, timbra il break tedesco (15-13). Anderson sigla con un attacco il -1 (18-17).

Ace di Kobzar per il 19 pari. MU RO NE (sì scusate, ma se non lo scrivo così perde di fascino) di Carroll su Leon! Mani out sul muro russo di Kromm ed è di nuovo parità a 21. Grande azione di salvataggio di Berlino che alla fine conquista il punto grazie ad un mani fuori su Kazan. Ace di Leon che vale il 22-24, altro set point per lo Zenit. Wilfredo Leon chiude i conti del secondo parziale con un altro ace, e porta a casa il 2 a 0 per lo Zenit Kazan. 

Ph. Luca Laici per Daily Volley
Ph. Luca Laici per Daily Volley

Subito parziale di 3 a 0 per il Kazan nel terzo set. Sarà che hanno vinto i primi due, saranno le famose noccioline che mangia Pippo Lanza, però così è, se vi pare. E se non vi pare, v’attaccate. Ennesimo ace russo, stavolta di Butko, che timbra l’1-5. Carroll al servizio tira una buona cannonata, ma in difesa i suoi sprecano (2-6). Finora 8 gli ace di Kazan contro i 2 di Berlino, divario piuttosto importante.

Ottima parallela di Mikhailov per il 4-10. Muro punto dello Zenit che spalanca la forbice di punti che lo separa dai tedeschi: 5-13 è un punteggio pesante. Sfiga, anzi SFIGHISSIMA, di Berlino che vede il pallone del possibile 8-15 rotolare sulla rete.. e poi cadere nel proprio campo. Ignorantissimo attacco out di Kromm per l’8-17. Ashchev sigla il 9-20, con un primo tempo e successivamente con un ace. Ormai è ben chiaro quale sarà l’esito del match. Lo Zenit Kazan vince il terzo set a quota 13-25 con un secco tre a zero.

di Francesca Lupoli 

Related posts

Leave a Comment