World League, i nomi dei convocati e le parole del CT azzurro.

160807 ita-fra351

“L’anno post olimpico è sempre un po’ particolare, è necessario cominciare a pensare al futuro e si deve tenere conto di determinate situazioni. Questa è anche l’unica stagione in cui è possibile dare un periodo di riposo ad alcuni atleti che, complice la pallavolo moderna che non conosce pause, negli ultimi anni hanno giocato più degli altri in una manifestazione faticosa e impegnativa come la World League.”

Il CT azzurro Blengini.

E’ fatta! La FIPAV ha comunicato alla Federazione Internazionale la lista degli azzurri che parteciperanno alla 28esima edizione della World League.

Senza indugiare vediamo subito i nomi scelti da Blengini:

Palleggiatori Simone Giannelli (Diatec Trentino); Riccardo Sbertoli (Revivre Milano) e Luca Spirito (Bunge Ravenna).

Opposti Gabriele Nelli (Diatec Trentino); Giulio Sabbi (Exprivia Molfetta) e Luca Vettori (Azimut Modena).

Centrali Simone Buti (Sir Safety Perugia); Davide Candellaro (Lube Civitanova); Enrico Cester (Lube Civitanova); Daniele Mazzone (Diatec Trentino); Matteo Piano (Azimut Modena) e Fabio Ricci (Bunge Ravenna).

Schiacciatori Oleg Antonov (Diatec Trentino); Iacopo Botto (Gi Group Monza); Filippo Lanza (Diatec Trentino); Tiziano Mazzone (Diatec Trentino); Luigi Randazzo (Calzedonia Verona) e Michele Fedrizzi (Kioene Padova).

Liberi Fabio Balaso (Kioene Padova), Massimo Colaci (Diatec Trentino) e Nicola Pesaresi (Lube Civitanova).

Il CT spiega le sue scelte

Nel fare le mie scelte ho puntato su un organico che ritengo possa essere lo zoccolo duro di una squadra in grado di garantire continuità di rendimento e affidabilità. Un gruppo di atleti che ha dimostrato di poter competere ai massimi livelli e che in questa stagione punta a fare bene anche in vista dei Campionati Europei che rimangono il nostro obiettivo principale e per il quale ci saranno dei cambiamenti nel gruppo”.

Grandi assenti

Zaysetv, Rossini, Birarelli -sul cui abbandono azzurro si vocifera da un po’- e Juantorena -che dopo l’argento di Rio parlò di un possibile rinuncio azzurro-.

 

Fonte foto: sito Fipav
Fonte foto: sito Fipav

Il CT ha aggiunto: “Nel corso della stagione verranno poi coinvolti altri ragazzi giovani che in questo momento non sono in elenco, ma che sono sotto osservazione e che quindi potranno lavorare con noi durante alcuni collegiali. Sto parlando di atleti come Argenta, Pierotti e Cavuto che giocano in Serie A2; dietro di loro, in un discorso di progettualità più ampio, ce ne sono altri come Lavia, Caneschi, Gardini e Russo”.

 

Si sta guardando avanti; con Rio 2016 si è chiuso un quadrienno ed ora se n’è aperto un altro, quello che porterà a Tokio ’20.

Non ci resta che aspettare la World League, che vedrà gli azzurri giocare nella Fase Intercontinentale a Pesaro (2-4 giugno), a Pau in Francia (9-11 giugno) ed Anversa in Belgio (16-18 giugno).

La Final Six, invece, si giocherà a Curitiba in Brasile (4-8 luglio).

 

Di Alessandra Giubilei

Related posts

Leave a Comment