#POOLPROMOZIONE: 5 SQUADRE SICURE DELLA QUALIFICAZIONE, 4 ANCORA IN BILICO

a2-unipolsai

di Francesca Lupoli, Arianna Mecozzi e Azzurra Migliorini

Ieri si è giocata la penultima giornata della Pool Promozione: ad aver ottenuto matematicamente il pass per i playoff sono già 5 squadre: BCC Castellana Grotte, Emma Villas Siena, Monini Spoleto, Caloni Agnelli Bergamo ed infine Ceramica Globo Civita Castellana.

Restano invece in coda alla classifica, a contendersi gli ultimi tre posti nell’Olimpo delle 8, Tuscania, Reggio Emilia, Mondovì e Santa Croce. Aversa, a quota 15 punti, è già matematicamente fuori dai playoff. Fatte le dovute premesse

passiamo ad analizzare i match uno per uno! Azzu, comincia te con il match dal PalaEstra va!

-Ricevuto Boss!

EMMA VILLAS SIENA – CALONI AGNELLI BERGAMO 3-0 (25-18; 25-19; 29-27)

Bergamo schiera il suo solito starting six: Cavuto, Hoogendorn, Erati, Luppi, Pierotti, Jovanovic e De Angelis. Siena risponde con Patriarca, Spadavecchia (a proposito, stavi meglio con la barba), Padura Diaz, Vedovotto, Russomanno, Fabroni e come liberi Battista e Cesarini che si alternano.

Primo set

Parziale di 3-0 per la Emma Villas firmato da Vedovotto e Padura Diaz. 6-5 mani out di Padura Diaz. 7-6 invasione di Siena, e qui ci siamo persi un attimo.  Attacco out di Bergamo per il 9-6. 12-7 battuta a rete per Siena, mentre firma il 13-7 una doppia per Bergamo. 18-12 battuta out di Jovanovic, mentre un lungolinea di Russomano sigla il 19-12. Attacco out della squadra di casa, che richiede il check e ribakta la decisione arbitrale, quindi 20-13. Mani out di Cavuto (20-14). Attacco di Vedovotto murato con successo dalla Caloni sul 22-16. Dopo il 23-17 Bergamo mette in atto un cambio , fuori Jovanovic per Marsili, infine è Russomanno a chiudere il primo set 25-18.

Secondo set 

Fabroni a muro 3-1, un ace di Padura Diaz vale il +3. Servizio out per l’Olimpia Pallavolo che ristabilisce un break di vantaggio per Siena sul 6-4. Bergamo, dopo uno sprint di Siena, recupera con serie di punti (8-11), ma un muro di Spadavecchia e ben tre ace di Russomanno Siena sorpassa di nuovo. Le due formazioni si inseguono punto a punto, ma poi ci pensano il muro di Siena ed un ace di Fabroni a far chiudere alla formazione di casa per 25-19.

Terzo set 

Padura Diaz sigla l’1-1, sul 4-2  richiesta di check da parte di Bergamo, ma viene confermato il punto in favore dell’Emma Villas. A un certo punto De Angelis spara una ricezione peggio delle mie (5-2), Siena fa  punto sul 6-2 e Bergamo si impappina. Battuta a rete per Cavuto che vale l’8-3. Padura Diaz, che sta a gioca praticamente da solo, sigla l’11-4 . Mani out  per Bergamo (15-10), fuori anche il servizio di Padura Diaz per il 17-11. La Caloni recupera un po’ di terreno, ed un attacco di Hoogendorn vale il 19-14. Bergamo si rifà sotto fino a 19-18 con una buona fase d’attacco, ma una diagonale di Padura Diaz segna il break del 20-18. Hoogendorn attacca dopo un’azione lunghissima ed è vantaggio Bergamo a quota 21-23. Da questo punto in poi è IL DELIRIO.

Noda Blanco in diagonale per il 22-23, Padura Diaz firma il 23-24 e annulla il primo set point di Bergamo. Patriarca in primo tempo per il pari 24, mani out per Cavuto (24-25). Alla fine è un murone di Fabroni a regalare il vantaggio del 28-27, e la Emma Villas chiude per 29-27 un match al cardipalma. 

PORCACCIA PALETTA. 

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE – CONAD REGGIO EMILIA 3 – 0 (25-15, 25-22, 25-14)

Più si avvicina l’ultima giornata di ritorno della Pool Promozione e più i Lupi hanno fame. In meno di dieci giorni i toscani ottengono la terza vittoria consecutiva e si portano a meno due dalla scottante zona play off, dove in lizza per gli ultimi quattro posti disponibili ci sono cinque squadre. Dopo Bergamo e Spoleto stavolta è toccato a Reggio Emilia, e diciamo che ne ha prese delle belle.

ph.Kemas Lamipel Santa Croce
ph.Kemas Lamipel Santa Croce

Il match si apre con una prima fase di gioco equilibrata (4-4), ma, scaldati gli artigli, i lupi aggrediscono gli avversari, soprattutto grazie ad uno ‘slanciato’ Colli (giorno fortunato per festeggiare il compleanno) a muro su nientemeno che mister ‘2metrie13 Kody’ (11-4). La situazione per Reggio Emilia peggiora (16-9) e Santa Croce padrona della situazione chiude il set sul 25-15.

Nella seconda frazione la Conad tira fuori le pal..le arance, ed inizia finalmente a giocare. Gli emiliani trovano un break di tre punti che li porta inizialmente in vantaggio (3-6), ma i Lupi, in agguato, li riacciuffano sull’8 pari. Il set prosegue punto su punto ma sul più bello (23-21), due imperdonabili errori sul campo emiliano fanno trovare il raddoppio ai toscani (25-22).

Il terzo set è praticamente la fotocopia del primo. Reggio Emilia arranca difronte ad una formazione toscana così in forma. I lupi sono inarrestabili e la conclusione del match arriva ben presto. Il terzo parziale i chiude per 25-14 e concede a Santa Croce una grandiosa vittoria per 3-0 e la possibilità di battersi l’accesso ai play off domenica contro Civita Castellana…ne vedremo delle belle…restate connessi!! (Ok tutto regolare)

 MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA – CERAMICA GLOBO CIVITA CASTELLANA 1-3 (23-25, 22-25, 25-22, 22-25)

Il derby laziale va, a punteggio pieno, a Civita castellana che, in casa di Tuscania, fa un po’ il bello e il cattivo tempo, sfruttando i cali d’attenzione della squadra di casa, oltre a qualche errore in battuta. Squadre comunque molto a contatto nel punteggio in tutti i parziali, come nel primo set in cui le due formazioni arrivano fino al 9 pari, salvo poi Banderò che fa malissimo alla ricezione di casa, consentendo ai suoi di accumulare un vantaggio di ben 4 punti (10-14). Inizia la rincorsa, ed in questo frangente Tuscania fa molto bene, trovando una buona fase di rigiocata e siglando il 20 pari con un ace di Maciel. Sarà però Banderò a chiudere il set per i suoi, dopo aver sfruttato un paio di errori di troppo di Tuscania.

ph. Luca Laici per Legavolley
ph. Luca Laici per Legavolley

Nel secondo set è successa una cosa bislacca, della serie ATTILA: A come atrocità, doppia T come terremoto e tragedia. 

Mi spiego: arriva un certo signor Preti per la Globo che si piazza al servizio e decide che non scollerà le scarpette dai nove metri per un po’. Col suo turno in battuta porta il parziale sull 0-7, e qua anche i più esperti avrebbero pensato che la speranza di recuperare era poca.

MALFIDATI! Sì, perchè in barba ad ogni pronostico, Tuscania si mette sotto e con tre muri di Sesto e ben due ace di Ottaviani, la situazione torna in parità. Si combatte su ogni punto fino alla fine: Civita prova ad allungare sul finale del set, ma Tuscania insiste e si rifà sotto. Alla fine è un ace di Sacripanti a consegnare anche il secondo set alla squadra ospite.

Reazione d’orgoglio nel terzo set, vinto da Tuscania, in cui gli uomini di Montagnani, con Shavrak e Ottaviani, recuperano il gap creato da Civita ed arrivano ad aggiudicarsi il parziale grazie ad un ace di Mazzon e ad una pipe di Shavrak. Ultimo parziale più squilibrato dal punto di vista del punteggio: Tuscania parte forte siglando un +3, ma il muro di Civita è insormontabile e la squadra ospite si porta in vantaggio di 5 punti. Preti chiude il match con un attacco, regalando a Civita Castellana la qualificazione ai playoff con una giornata d’anticipo.

ph.Legavolley
ph.Legavolley

BCC CASTELLANA GROTTE – VBC MONDOVÌ 3 – 0 (27-25, 25-15, 25-18)

C’è a chi piace finire le partite al tie break (una squadra a caso eh..non ve lo dico neanche) e a chi invece piace chiuderle in bellezza con uno schiacciante tre a zero…E insomma! La BCC Castellana Grotte prende a sassate la VBC Mondovì aggiudicandosi nientemeno che la terza vittoria consecutiva per tre a zero.

Primo set da urlo: la VBC fa sentire subito la presenza e sopravanza i padroni di casa grazie al servizio di Parusso (6-9). La BCC raggiunge gli avversari sul 16 pari per poi optare per il sorpasso con due ace di Garnica (21-18). Mondovì non si fa infinocchiare e rimane incollata. Il primo set raggiunge i vantaggi, ma Canuto al servizio sigla l’ace del 27-25.

La beffa del primo set si fa sentire sul campo della VBC. Forse, col morale un po’ sotto la suola delle scarpe, i piemontesi si spengono e ne approfittano i padroni di casa che precisi in ogni fondamentale dominano tutto il set andandolo a chiudere per 25-15.

La terza frazione non differisce di molto dalla seconda. La BCC parte nuovamente a bomba e non concede mezze possibilità agli avversari. Sul 20-13 coach Lorizio concede spazio alla panchina, e le conseguenze non cambiano per gli avversari…Castellana Grotte chiude il match alla svelta e con queste vittoria continua a mantenersi il suo bellissimo primato in classifica, alla faccia di tutte le altre.

ph.Legavolley
ph.Legavolley

SIGMA AVERSA – MONINI SPOLETO 3-2 (17-25; 21-25; 25-18; 25-15; 15-9)

La Sigma Aversa, dopo la storica promozione in serie A2 ed un altrettanto storico (e ottimo) piazzamento nel girone, conclude la sua avventura di questa stagione nel palazzetto di casa con una vittoria al tie break contro Spoleto, arrivata dopo una splendida rimonta, dal 2 a 0 al 3 a 2. Spoleto dal canto suo cade di nuovo dopo un campionato disputato ai massimi livelli, facendosi rimontare dai campani dopo aver conquistato i primi due set con un margine piuttosto ampio.

Coach Provvedi tiene a riposo Monopoli, Bertoli e Morelli, tre pedine piuttosto importanti per Spoleto, in vista dei playoff già conquistati per via della terza posizione nella classifica generale. Aversa invece non si risparmia, e dopo i primi due set di sbandamento, mette in campo il suo miglior gioco, guidata da Santangelo e Libraro. Aversa non ha più nulla da perdere: essendo fanalino di coda è già matematicamente fuori dalla prossima fase, ma quest’annata si è rivelata proficua per i normanni, che ne hanno comunque guadagnato in visibilità e divertimento!

Related posts

Leave a Comment