#POOLPROMOZIONE: TUSCANIA VINCE IL DERBY CON CIVITA, BERGAMO-SIENA IN POSTICIPO

a2-unipolsai

di Francesca Lupoli e Arianna Mecozzi 

 

CERAMICA GLOBO CIVITA CASTELLANA – MAURY’S ITALIANA ASS.NI TUSCANIA 1-3 (25-23, 28-30, 19-25, 22-25)

Dopo le sconfitte incassate finora Tuscania torna alla vittoria proprio nel derby laziale con i cugini di Civita Castellana.

Buona partenza dei padroni di casa che, grazie soprattutto ai soliti noti Preti e Banderò sfruttano bene le potenzialità del proprio team e si aggiudicano, seppur sul filo di lana, il primo parziale.

Da questo punto in poi è sicuramente Tuscania, alla lunga nello scontro, a spuntarla. Secondo set sul solito filo della parità. A metà parziale, complice un calo di tensione di Civita, Calonico e compagni riescono a prendere il sopravvento ed a portare a casa il set della parità. Terzo parziale decisamente sotto tono per Civita che, poco concentrata e decisiva in ricezione, si trova a doversi confrontare con il muro di Tuscania che non fa passare nemmeno uno spillo: a questo punto c’è voglia di riscatto, ma nel quarto set, nonostante la parità portata avanti fino al 20-20, è proprio il muro degli uomini di Montagnani a spegnere i sogni di gloria di Civita, che perde il derby.

 

ph.Legavolley
ph.Legavolley

VBC MONDOVÌ – BCC CASTELLANA GROTTE 0 – 3 (20-25, 15-25, 20-25)

Proprio nella trasferta più lunga arriva per la BCC Castellana Grotte una vittoria meritata e veloce (con la durata di un’ora e poco più), liquida infatti gli avversari della VBC Mondovì in soli tre set, dominando dall’inzio alla fine tutto il match.

Già in avvio di partita è la BCC ad avere il controllo con un vantaggio di cinque punti grazie ad un muro di Presta su Bolla (9-4). Mondovì cerca di scuotersi ma a squadra pugliese, sicuramente più concreta, prima allunga e poi si va a conquistare il primo parziale per 20-25.

Nel secondo set inizialmente c’è equilibrio senza che nessuna delle due squadre trovi vantaggi sostanziosi. Poi grazie a Moreira, Canuto e Presta la BCC scappa via sul 14-20 ed è tutto in discesa ormai. Infatti il set si chiude con il solito Moreira (MVP del Match) a siglare il 25-15.

Coach Barisciani cerca di scuotere i suoi optando per qualche cambio in avvio di terzo set. Infatti, la VBC grazie a Paoletti riesce a rimanere attaccata all’avversaria (6-6), e le cose proseguono in equilibrio (15-16), finchè non sale in cattedra Djalma Moreira. La BCC torna a macinare punti su punti e si chiude il match rifilando agli avversari un sonoro 3-0.

Con questa vittoria la BCC Castellana Grotte, in attesa del match tra la Caloni Bergamo e l’Emma Villas Siena, si guadagna il primato solitario in classifica, mentre la VBC rimane ferma al quinto posto.

 

CONAD REGGIO EMILIA – KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE 3-2  (20-25, 22-25, 25-16, 25-23, 15-13)

 E se ancora non fosse chiaro ai più, Reggio Emilia è decisamente la squadra sorpresa di questa pool promozione. Dopo aver atterrato le grandi (non ultima Tuscania), vince in rimonta fra le mura amiche contro Santa Croce, team potenzialmente ostico.

ph. Piero Taddei per Legavolley
ph. Piero Taddei per Legavolley

Primi due set di dominio toscano, che con i 31 punti di Dennis già vede vicina la conquista del bottino pieno di punti a disposizione. Buona la pallavolo giocata da Bonetti e compagni nei primi due parziali. Reggio Emilia però è dietro l’angolo col fiato sul collo: non ha mai veramente mollato il risultato e, facendo pressione sugli avversari, riesce a farli cedere grazie ad una buona prestazione negli ultimi tre set, ma soprattutto per quel pizzico in più di fame di vincere. Top scorer per la squadra di casa il solito Kody che sigla 30 punti.

 

ph.Legavolley
ph.Legavolley

MONINI SPOLETO – SIGMA AVERSA 3 – 1 (25-16, 20-25, 25-14)

La Monini Spoleto e cancella definitivamente l’incubo della sconfitta contro Santa Croce con una vittoria casalinga contro la Sigma Aversa…ehhh ve pareva che s’erano addormentati gli oleari eh?! E invece no!

Il primo set è tutto targato Monini che sin dall’inizio mette sotto gli avversari portandosi sul 14-6. La Sigma Aversa cerca di riemergere ma è tutto vano perché gli oleari piazzano punto su punto e vincono il set lasciando gli ospiti a 16 punti (25-16).

La seconda frazione vede invece la Sigma farsi avanti e andar subito in vantaggio, costringendo coach Provvedi ad optar per qualche cambio che tuttavia non cambia la storia. Gli ospiti riescono a raggiungere un vantaggio di sette punti (17-10), vantaggio che riescono a mantener vivo fino alla fine, riportando il match in parità.

Nella fase iniziale del terzo set le due squadre se la battono alla pari, finchè non è la squadra di casa a trovare un break grazie ad un muro di Zamagni su Libraro (9-6). Da qui gli oleari tornano a stampare punto su punto lasciando indietro la Sigma Aversa che tuttavia cerca di reagire con Hister e Di Florio. Ma il set si conclude per 25-20.

Stendiamo un velo pietoso sul quarto parziale. A scendere in campo è solo una squadra, ed è quella di casa. I normanni si lasciano prendere a pallonate e poche sono le reazioni, infatti il set e di conseguenza il match si chiude agilmente in favore degli umbri che vincono per 25-14.

 

Il recupero del match fra Bergamo e Siena si giocherà il 1 marzo alle 20.30.

Related posts

Leave a Comment