#CLVOLLEYW E #CEVCUPW: CONEGLIANO VINCE IL DERBY TRICOLORE, UYBA E POMì CENTRANO LA QUALIFICAZIONE

1

di Letizia Valle

Protagoniste in campionato, ed il prossimo weekend a Firenze nella Final Four di Coppa Italia, ieri sono scese sul teraflex del Palaverde le due italiane anche in campo europeo: Modena e Conegliano. L’ultima, già qualificata alla fase finale in quanto organizzatrice della F4, ha battuto per 3-2 le emiliane alle quali servono due set per qualificarsi martedì prossimo contro il Police.

In CEV Volleyball Cup servivano due set a UYBA e Pomi e entrambe hanno centrato la qualificazione.

ph.CEV Volleyball
ph.CEV Volleyball

Tornando al derby italiano in CEV Volleyball Champions League da segnalare la prima sconfitta europea della LiuJo Nordmeccanica che è scesa in campo con Ferretti in regia, Brakocevic opposta, Marcon e Ozsoy in banda, Heyrman e Belien al centro, Leonardi libero; l’Imoco si presenta così sul campo al primo fischio dell’arbitro internazionale Knizhnikov: Ortolani opposta a Skorupa, Fawcett e Robinson come posti 4, De Kruijf e Folie al centro con la solita Moki De Gennaro libero. Con due liberi così di prestigio le prime azioni (e non solo) possono solo che essere piene di difese spettacolari, al time-out tecnico le bianconere sono avanti 6-8 ma con qualche errore di troppo delle ragazze di Gasparri Conegliano torna avanti 10-8. Nuovo time-out, questa volta chiamato dal coach delle modenesi, che centra in pieno l’obbiettivo: LiuJo torna avanti 11-14. I giochi non sono fatti, la gara continua a essere interessante, 20-20 per poi arrivare ai vantaggi con Conegliano che chiude grazie ad una pipe di Fawcett (26-24). Le padrone di casa partono male, sotto 4-0, recuperano qualche punticino ma il set vede Ferretti e compagne avanti 14-6. Ma ancora una volta i giochi non sono fatti, qualche errore di troppo della LiuJo ma soprattutto brava Conegliano a crederci sempre ed arrivare a -1 sul 16-17; ancora una volta time out provvidenziale di coach Gasparri e set conquistato dalle sue atlete 25-19.

Terzo set ancora equilibrato, 8-8 subito dopo il primo stop tecnico, nel proseguo della gara ace di Belien per il 16-14, ancora ace, questa volta di Cella (entra su Facwett) porta la gara in parità (20-20). Capitan Brakocevic prima trova le unghie delle giocatrice a muro (grazie ad un vittorioso video-check) seguono mani-out e ace della stessa numero 2 che porta avanti per 2-1 Modena (25-22 il finale del terzo parziale). Ancora una volta equilibrio al primo time-out tecnico, sono le padrone di casa ad essere avanti di una lunghezza (8-7). +2 Modena, recupera Conegliano, allungo di 1/2 punti ma sempre equilibrio nel match, insomma la partita non vuole finire, ancora spettacolo e ancora equilibrio (20-19) capitan Brakocevic e compagne ci provano ma l’Imoco si aggiudica il set 25-21, si va al quinto set. La caratteristica della partita è stata senza dubbio l’equilibrio e anche il tie-break non differenzia, 3-4, 11-10 poi è la squadra ospite a portarsi avanti 13-11 con Folie che offre due set point alla sua squadra. Il set fa inversione di marcia, ancora una volta ai vantaggi De Kruijf chiude 18-16.

ph. CEV Volleyball
ph. CEV Volleyball

 

Tie-Break anche per Pomi e Busto, la prima vittoriosa la seconda invece si è arresa alle avversarie al quinto set. Ma, andiamo con ordine, Unet Yamamay Busto Arsizio gioca nel campo di Minchanka Minsk con Signorile e Diouf in diagonale, Berti e Pisani al centro, Fiorin e Martinez in banda, Witkowska libero. Subito in evidenza Martinez con le italiane avanti 5-8 ma le padrone di casa non ci stanno, recuperano lo svantaggio e si portano avanti 15-14. Subito Diouf ristabilisce la parità, anche in questa partita parità e si procede punto a punto fino al definitivo allungo di Minsk 25-22. Secondo set di nuovo avanti UYBA ma ancora una volta le avversarie ristabiliscono la parità. Martinez porta avanti la sua squadra (12-15) ma ancora una volta Minchanka recupera.

ph.CEV Volleyball
ph.CEV Volleyball

Le padrone di casa danno l’impressione di crederci di più e vanno avanti 21-19 ma molo brave Diouf e compagne a chiudere 25-22. Busto fa fatica a mettere palla a terra e le bielorusse ne approfittano portandosi avanti 12-7, ma le ragazze di coach Mencarelli non demordono (17-17), le farfalle non riescono a trovare il set che varrebbe la qualificazione e cedono 25-21. Alle lombarde serve il quarto set per essere certe della qualificazione e lo conquistano proprio ai vantaggi (26-24) con due muri di Stufi; all’inizio del set erano state ancora una volta le padrone di casa ad andare avanti con un discreto parziale (11-7) ma Busto con miss murone Pisani e la solita Diouf in attacco riportano il set in parità (11-11), il giusto percorso tra attacco e servizio porta la Yamamay avanti fino alla vittoria del parziale. Nel quinto set rimane in panchina Martinez e Fiorin per Moneta e Vasilantonaki, a giochi fatti (parlando di qualificazioni) le ragazze di coach Hancharou rimangono sempre avanti e conquistano la vittoria (15-11).

ph.CEV Volleyball
ph.CEV Volleyball

Pomì Casalmaggiore vittoriosa al quinto set in terra finlandese, prima parte del set in equilibrio con le ospiti sempre leggermente avanti, bene Stevanovic a muro (13-9 Pomì) replica il muro cremonese con Gibbemeyer (18-11), bene anche capitan Tirozzi che su mani-out chiude 25-16 il primo set. Secondo set che richiama il primo, ancora avanti Casalmaggiore, ancora bene Tirozzi, ancora bene il primo tempo di Gibbemeyer (Pomì avanti 15-9) la squadra di casa ci prova ed arriva al 24-21, dopo il time out di coach Caprara le cremonesi chiudono 25-21. Qualificazione conquistata per le italiane e la partita sembra essere abbastanza sotto controllo ma le finlandesi non mollano, iniziano bene nel terzo set portandosi avanti 8-3; la solita Tirozzi interrompe l’ottima serie di HPK Hameenlinna. Le padrone di casa dimostrano di non darsi per vinte e di essere superiori in questo parziale, il set si chiude 25-15. Partono bene Tirozzi e compagne ma le avversarie trovano parità e vantaggio, al time-out tecnico Pomì avanti 8-6. Poi si procede nuovamente il parità 12-12 e poi ancora con una buona diagonale della mancina Tirozzi 15-15, poi 20-20. La squadra di coach Chiappini vuole fortemente il quinto set e lo conquista (27-25). Tie-Break equilibrato ma la Pomì dimostra di reggere meglio e meritarsi il match (15-12). Il tecnico della Pomì dice a fine partita “Nonostante siamo riusciti a far riposare alcune giocatrici con problemi fisici abbiamo centrato la qualificazione e la vittoria. Diciamo che siamo riusciti ad ottenere il massimo risultato con il minimo sforzo”. 

E anche per questa giornata europea è tutto, se siete arrivati alla fine del mio recap di questi 15 set vi ringrazio e, vista l’ora, vi auguro una buona notte!

Related posts

Leave a Comment