#CLVOLLEYW E #CEVCUPWOMEN: BENE TUTTE LE ITALIANE TRANNE BUSTO, CHE CADE AL TIE BREAK MA FESTEGGIA

1

di Letizia Valle

Siete in viaggio per Bologna per andare a vedere la Final Four di Coppa Italia? Vi teniamo compagnia per qualche chilometro con il nostro recap delle coppe europee (ed anche oltre se vorrete, commenteremo insieme l’andamento di questo weekend di volley!).

Erano quattro i match giocati questa settimana, ecco gli esiti:
Chemik Police 2 – Imoco Volley Conegliano 3 (18-25, 25-14, 25-12, 14-25, 11-15)
Liujo Nordmeccanica 3 – Telekom Baku 0 (25-20, 25-16, 26-24)
Maritza Plovdiv 3 – UYBA 2 (16-25, 26-24, 23-25, 25-23, 17-15)
Maccabi XT Haifa 0 – Pomì Casalmaggiore 3 (21-25, 15-25, 19-25).

Ma, andiamo con ordine, la prima a scendere in campo è stata Conegliano con Malinov al palleggio (out Skorupa), la neo-pantera Fawcette in diagonale, in banda Ortolani e Bricio, al centro De Kruijf e Folie, libero De Gennaro. Parte bene al servizio la numero 2, Imoco subito avanti 4-0 grazie a tre ace poi punto a punto fino a metà set fino al decisivo allungo, giuste mosse di coach Mazzanti e set in tasca. per la squadra italiana in campo rimangono le protagoniste dell’ultima parte del set, subito avanti ma le padrone di casa non ci stanno, mettono la freccia e si posizionano sulla corsia di sorpasso che completano andando avanti 7-5; pareggia i conti De Kruijf ma non basta, le padrone di casa allungano fino al +5 e al definitivo 25-14.

ph.Imoco Volley

Terzo set da dimenticare, subito avanti Police, entra Ortolani come opposto ma il set è messo davvero male, le padrone di casa sono avanti 22-8, due punticini delle pantere rompono la striscia positiva ma il set è segnato e finisce 25-12. Sotto 2-1 la squadra italiana deve non pensare ai due set appena passati e così è: Cella e Bricio ricevitrici e Ortolani opposto, il grande allungo arriva sul 16-11, mamma-Serena chiude uno scambio infinito e finalmente torna a funzionare il muro veneto. Con tanta grinta Malinov e compagne portano la gara al tie break, chiude Cella 25-14. Dopo aver raggiunto il quinto set le ragazze di coach Mazzanti non ci stanno a perdere, si portano subito avanti fino al +5 ma al cambio campo si fanno raggiungere fino al punteggio di 8-9, un po’ di sofferenza ma Conegliano torna avanti 9-13 e vince 15-11 una dura battaglia.

ph. Salvatore Marrone per Liu Jo Nordmeccanica
ph. Salvatore Marrone per Liu Jo Nordmeccanica

Se per Conegliano bisogna arrivare al quinto set a Modena bastano 3 parziali per chiudere la pratica Baku; in campo Ferretti al palleggio, capitan Brakocevic in diagonale, Ozsoy e Marcon martelli, Heyrman e Belien al centro, Leonardi libero. Inizio di set punto a punto poi allungo della Liujo 16-12 e al rientro in campo dal time-out è nuovamente parità tra le due squadre, ma un paio di battute vincenti di Ferretti e qualche errore delle ospiti portano il set in mano alle modenesi. Secondo set con Garzaro al centro al posto di Heyrman, Marcon e compagne avanti 10-4 ma torna nel set Baku che però non riesce a recuperare, 24-12 e Modena al set point, al rientro in campo dal time out Mirkovic sbaglia il servizio e cede il set per 25-16 alle ragazze di coach Gasparri. Terzo set equilibrato e combattuto ma è Modena a portarlo a casa per 26-24. “Ci siamo rilassati un po’ nel terzo set, specialmente in una delle tante pause che ci sono state nel match, ma va bene così. Dobbiamo pensare che per quanto riguarda il capitolo Champions dobbiamo arrivare alla partita di ritorno con Conegliano con quattro vittorie, sarebbe una cosa molto positiva”, queste le parole di coach Gasparri a fine match.

Per quanto riguarda il capitolo CEV Cup Busto nonostante la sconfitta può festeggiare per il passaggio in coppa, infatti bastavano due set alle farfalle per passare agli ottavi di finale. In campo Signorile in regia, Diouf opposto, Berti e Pisani al centro, Fiorin e Martinez in banda, Spirito libero; primo set senza troppi problemi 25-16 per le ragazze di coach Mencarelli, nel secondo set i punti forte di Plovdiv sono stati il servizio e i pallonetti, set tuttavia equilibrato, UYBA che annulla a muro due set ball ma cede 26-24. Terzo set vincente per le italiane e terzo set che vale la qualificazione, in avvio Busto sfrutta un momento sottotono delle bulgare che però non ci stanno e recuperano, bene Diouf, Martinez in attacco e Moneta al servizio, UYBA che ottiene il set 25-23.

ph. da Sempionenews.it
ph. da Sempionenews.it

Quarto set, a giochi fatti Signorile e Diouf sono sostituite temporaneamente da Sartori e Cialfi, la numero 13 pareggia i conti sul 22-22 ma le padrone di casa vincono il set portando la gara al tie break, vinto dalle padrone di casa, sempre avanti sul punteggio.
“Una partita giocata con lo scopo di passare il turno – ammette Mencarelli che poi conclude – Sono molto rammaricato per la sconfitta però, perché la vittoria fa sempre bene al morale e serve per riprendere continuità nei risultati”.

Ultima gara, non per importanza ma in ordine cronologico è Maccabi-Pomì, infatti le cremonesi hanno giocato giovedì sera ottenendo anche loro la qualificazione agli Ottavi in Israele senza inciampare in troppi intoppi. Nota positiva del match oltre all’attacco è sicuramente il muro rosa. Il primo ace della partita lo mette sul tabellino la solita Fabris (18 punti nella partita), Stevanovic mette a segno 9 punti mentre sono 15 quelli messi a terra da Gibbemeyer. Lloyd gestisce bene la distribuzione dei palloni e la gara scorre fluida. Cosi commenta coach Caprara “Sono molto contento perché abbiamo fatto un’ottima gara raggiungendo la qualificazione agevolmente, soprattutto perchè anche oggi in attacco siamo stati molto contenti. – pensando al prossimo match- Passiamo questo turno e proveremo a fare lo stesso con le finlandesi nel prossimo turno”.

ph. Pomì Casalmaggiore
ph. Pomì Casalmaggiore

Buon weekend pallavolistico a tutti, per chi sarà alla Unipol Arena e per chi sarà in altri palazzetti e anche chi, come me, sarà nelle nostre care palestre di provincia alle quali ormai siamo affezionati!

Related posts

Leave a Comment