La Foppapedretti si prende la rivincita , Il Bisonte sfiora l’impresa.

di Azzurra Migliorini.

BENTORNATI RAGAZZI !!!

Dopo l’assenza della scorsa settimana eccoci di nuovo per commentare un’altra giornata di volley.

FOPPAPEDRETTI BERGAMO – SAVINO DEL BENE SCANDICCI: 3-1 (25-22, 26-24, 22-25, 25-21)

La Foppapedretti vince in casa con la Savino del bene e parla di rivincita ma alle F4 non ci va comunque.

Partenza in quarta per la Savino che guidata da Havlickova domina il primo set fino al 16-11. Da qui il buio permette alla Foppa di recuperare e chiudere in proprio favore .

Secondo set che inizia punto a punto con Scandicci che non vuole mollare e Bergamo determinata a chiudere. Verso la fine del set la Savino si permette troppi errori e la squadra di casa non perdona, è proprio con l’errore in fast di Arrighetti che si chiude anche il secondo parziale a favore della Foppapedretti.

Terzo set per rimettersi in carreggiata e la Savino lo domina sin dall’ inizio guidata da Da Silva. Nel finale di set Bergamo annulla due set point ma alla fine è sempre Da Silva a chiudere.

Scandicci nel quarto set è sempre stato in vantaggio , però dall’altra parte del campo c’era una Foppa con più voglia di vincere e di riscatto sopratutto che è riuscita a recuperare nella parte finale del set e a portarsi a casa tre punti . Ma non le F4 ricordatelo.

IGOR VOLLEY NOVARA – METALLEGHE MONTICHIARI: 3-2 (20-25, 23-25, 29-27, 25-23, 15-12)

Primi due set Novara dura fatica , troppi gli errori e sopratutto il braccio di Malagurski macina punti in continuazione. Montichiari prende così il primo punto del match.

A questo punto però Novara deve riscattarsi se non vuole perdere il match. Terzo set sulla scia dell’equilibrio, entrambe le parti non mollano e alle battute finali Montichiari ottiene la palla match. Plak riesce ad invertire le sorti e il set se lo aggiudica la Igor ai vantaggi riaprendo la partita.

Quarto parziale Montichiari parte con il giusto passo e allunga su Novara fino al 12-7, Barun però trascina la sua squadra e riescono a recuperare il gap. Nel finale di set Novara si porta avanti grazie a Pietersen ed agli errori delle avversarie.

2-2 palla al centro.

Quinto set con Piccinini in campo , Montichiari attacca sin da subito con Malagurski e Nikolic. La Igor accorcia con i muri di Bonifacio ed è un botta e risposta fino ale 13-12 quando Novara trova il modo di chiudere il set , grazie anche all’ingresso di Cambi.

TEAM SAUGELLA MONZA – VBC POMI’ CASALMAGGIORE: 0-3 (23-25, 22-25,16-25)

Partita facile per la Pomì che espugna il Pala Iper e rimane ancora in testa alla classifica.

Primo set la Pomì comincia in netto vantaggio e i tentativi di Nicoletti di ridurre le distanze sono efficaci perché la squadra di casa rimonta costringendo Caprara a chiamare un time out . Da li un testa a testa fino alla fine, è Fabris a chiudere il set.

Il secondo parziale comincia a favore delle padrone di casa e Casalmaggiore che tenta di recuperare invano. E’ Guerra che da il via al recupero e con delle buone giocate anche di Bosetti la Pomì torna sotto e cambia marcia passando avanti alle avversarie e chiudendo il set.

Ultimo set la Pomì parte subito forte e non lascia margine di recupero allla Saugella che subisce troppo e consegna la vittoria in mano alle avversarie.

IMOCO VOLLEY – IL BISONTE FIRENZE: 3-1 (25-19,23-25,27-25,25-19)

 viva il no sense.

Sfiora l’impresa il Bisonte al Pala Verde contro una grande Imoco che però non molla.

Nel primo ste l’Imoco parte bene e prende subito vantaggio sulle avversarie che rimangono sotto per tutto il tempo nonostante i tentativi di recupero da parte di Sorokaite.

Secondo set più equilibrato e vede il Bisonte sempre avanti di un break fino alla fine quando Bayramova chiude il parziale e riapre la partita.

Nel terzo set il Bisonte riparte bene e si tiene in vantaggio per la maggior parte del set , poi inizia la rimonta con De Kruijf e Bricio che prendono le redini e portano la propria squadra a chiudere il set.

Anche il quarto set , combattuto testa a testa fino alla fine vede l’Imoco prendere il largo grazie a Barazza e Malinov che aprono la strada alle compagne per poter chiudere il set.

CLUB ITALIA CRAI -LIU•JO NORDMECCANICA MODENA: 1-3 ( 17-25, 20-25, 25-20, 23-25)

 viva il no sense parte seconda.

Partita facile ma non scontata per Modena che ha battuto il Club Italia al Pala Yamamay .

Modena parte subito in vantaggio e riesce a dominare sul Club Italia grazie a Ozsoy. E’ Brakocevic poi a prendere le redini e portare la Liu Jo alla vittoria del primo set.

Secondo set , botta e risposta tra Egonu e Brakocevic. Anche Mancini ci mette del suo e trova positività a muro. Ozsoy da la svolta però e crea un vantaggio netto che poi porta Modena a vincere anche il secondo set.

Terzo set completamente dominato dal Club Italia che comincia subito bene con un ace di Lubian e in scia le compagne . Gaspari prova a cambiare giocatrici in campo però non basta e la squadra di casa vince il primo set.

Ultimo parziale vede Ozsoy e Brakocevic protagoniste, la Liu Jo soffre un po’ però poi riesce a riprendere le redini del gioco e a portare a casa 3 punti pieni.

UNET YAMAMAY BUSTO ARSIZIO – SUDTIROL BOLZANO: 0-3 (22-25, 21-25, 22-25)

Questa deve bruciare parecchio mi sa.

Cede in casa e piuttosto veloce la Yamamay contro Bolzano che continua la sua scalata in classifica.

Parte bene la UYBA con Diouf , però il muro di Bauer si fa sentire quasi subito e Bolzano recupera. Poi è equilibrio fino a quando la squadra ospite non prende in mano la situazione e si porta in vantaggio fino ad arrivare alla chiusura del set.

Pisani si fa sentire nel secondo set e trascina la sua squadra . Sempre Bauer però riapre i giochi per la Sudtirol e Zambelli trova una serie di azione positive che permettono di chiudere il set.

Sempre buona la partenza delle farfalle anche nel terzo set  e si porta in vantaggio , Bolzano però reagisce con Bartsh e Popovic che fanno arrendere la UYBA .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto