RECAP SUPERLEGA: CARBONE O DOLCETTI?

di Selene Mazzoni

Nuovo giro, nuova corsa. Il campionato non si ferma manco per la Befana! Vediamo se la vecchia signora ha portato carbone o dei dolcetti!

AZIMUT MODENA – TOP VOLLEY LATINA 3-2 (25-21, 25-21, 22-25, 23-25, 15-10)

PH: Alberto Marinelli

PH: Alberto Marinelli

Modena fatica ma alla fine riesce ad aggiudicarsi la partita. Questo è il risultato che nessuno avrebbe mai potuto predire.

I Gialli hanno preso il largo nei primi due set, poi è calata la tensione e Vettori e compagni si sono trovati al tie-break. Troppi errori, la squadra di Piazza sembrava essersi persa in una tempesta, non trovando appiglio in nessuno dei giocatori per tornare a galla. Mr. Magique non riesce a caricarsi la squadra sulle spalle per poterla al traguardo senza evitare il tie-break.

Tanto carbone per i modenesi, ma tanti dolcetti per Latina, che ha saputo sfruttare le debolezze e le falle nella muraglia gialla per strappare un punticino.

 

EXPRIVIA MOLFETTA – KIOENE PADOVA 3-0 (25-17, 25-21, 25-20)

PH: Exprivia Molfetta
PH: Exprivia Molfetta

“Una delle classiche partite che finiscono al tie-break.” Uh, hai visto che bello ‘sto tie?

Molfetta, si sa, in casa è una delle squadre più temibili, e anche questa volta l’ha dimostrato!

Anche se con un Sabbi un po’ sottotono, Molfetta si auto-regala la calza della Befana e tira le cartacce dall’altra parte della rete. Padova ci prova, ma pecca nel non sfruttare tutte le occasioni possibili.

Questa è stata una prova corale da parte dei ragazzi di Gulinelli, che hanno annusato il risultato netto e hanno cercato di raggiungerlo il prima possibile, lasciando degli spazi che gli avversari non hanno saputo sfruttare.

 

CALZEDONIA VERONA – BUNGE RAVENNA 3-0 (25-18, 25-16, 25-23)

PH: Daniele Ricci
PH: Daniele Ricci

Continua la striscia positiva di vittorie della Calzedonia, che strappa un risultato netto anche in casa. Verona si mette in luce con uno straordinario Kovacevic e un brillante Baranowicz che utilizza tutti i suoi schiacciatori al meglio. Ravenna riesce a togliere la testa dalla sabbia solo in uno sprazzo del terzo set, a causa di alcune distrazioni per i padroni di casa; Torres e compagni provano a dare il colpo di reni per allungare il match ma ormai il risultato è compromesso.

Dolcetti per la positiva Verona, cioccolato fondente per Ravenna, caduta un po’ nel limbo.

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA – REVIVRE MILANO 3-0 (25-19, 25-16, 25-17)

PH: Valeria Lippera
PH: Valeria Lippera

Continua il percorso lineare della Lube che si conferma con un 3-0 senza troppi intoppi. Solo nel primo set Sokolov e compagni hanno qualche problema e il parziale va avanti punto a punto, ma Juantorena prende in mano la situazione sul finale di set e dalla linea di fondo campo riesce a creare un break importante.

Positivo il rientro di Kovar e la fiducia di Chicco Blengini, che gli offre minutaggio importante e la possibilità di rimettersi in gioco.

DIATEC TRENTINO – LPR PIACENZA 3-0 (25-17, 25-23, 25-20)

PH: LPR Piacenza
PH: LPR Piacenza

Trento si conferma ancora una volta imbattibile in casa e ribalta il risultato ottenuto fra le mura piacentine. Gli uomini di Giuliani commettono troppi errori e molte imprecisioni, e Giannelli e compagni non si fanno sfuggire le ghiotte occasioni. Proprio il regista trentino si dimostra molto attento e capace di smistare al meglio i palloni fra le proprie bocche di fuoco.

Piacenza non riesce a trovare continuità e un ritmo ben preciso, nonostante abbia dimostrato belle cose in alcuni sprazzi di gioco.

GI GROUP MONZA – BIOSì INDEXA SORA 3-1 (24-26, 25-19, 25-19, 25-20)

PH: Legavolley
PH: Legavolley

Altro campo, altro risultato ribaltato: Sora, che aveva vinto in casa nel girone d’andata con Monza, perde in casa di capitan Botto. Sora ne esce a testa alta, ha giocato una buona partita con molta determinazione e voglia di fare. Insomma, questo è lo spirito giusto!

Beretta ha dato alla sua compagine quel qualcosa in più, e ha siglato 15 punti importantissimi.

 

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA 3-1 (31-29, 22-25, 25-19, 25-15)

PH: Sir Safety Perugia
PH: Sir Safety Perugia

Primo set abbastanza macchinoso per gli uomini di Bernardi, che faticano e si scontrano con una Vibo agguerrita, sempre sul pezzo per i primi due set, ma che purtroppo si lascia andare negli ultimi due parziali. Occasione buttata via per i calabresi che ci provano ma non sfruttano al meglio le occasioni che Buti e compagni lasciano per la strada.

I perugini ci mettono un po’ a carburare ma alla fine spuntano anche questo match dal calendario.

 

CLASSIFICA

 Cucine Lube Civitanova 47
 Diatec Trentino 44
 Sir Safety Conad Perugia 43
 Azimut Modena 40
 BluVolley Verona 34
 Gi Group Monza 28
 LPR Piacenza 27
 Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 24
 Bunge Ravenna 19
Exprivia Molfetta 18
 Top Volley  Latina 15
 Kioene Padova 14
 Revivre Milano 13
 Biosì Indexa Sora 12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto