#DELMONTECOPPAITALIAA2: SIENA E TUSCANIA SI SFIDERANNO PER LA FINALE!

coppa-italia-volley-2016-quarti-di-finale

di Francesca Lupoli e Arianna Mecozzi 

Serata magica ieri sera per la serie cadetta.. Si sono infatti giocate le attesissime semifinali di Coppa Italia, che hanno decretato le squadre che si ritroveranno faccia a faccia nella finale di Bologna.. Pronti per sapere come sono andati i match?? 😉

Vbc Mondovì – Emma Villas Siena 1-3 (16-25; 25-20; 17-25; 23-25)

 STORIA gente, qui si fa la S T O R I A !!! Al PalaManera ieri sera è andato in scena un scontro fra titani che già si pregustava spettacolare: Mondovì contro Siena, Piemonte contro Toscana, agnolotti contro lampredotto.

 Sì, con me si finisce a parlare sempre di mangiare.  

 Sfida avvincente fra la squadra campione d’inverno del girone blu e l’attuale prima in classifica di quello bianco: due team che hanno scalato le vette di tutte le categorie per arrivare fino a questa serata incredibile, nella quale si è assegnato il secondo posto da finalista per la Del Monte Coppa Italia, che si giocherà il 29 gennaio all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO).

 Siena nel primo parziale si porta immediatamente sul +5 (4-9) grazie ad un avvio col botto dei soliti Noda Blanco e Padura Diaz, ottimamente aiutati da Patriarca che mette giù buoni primi tempi. La VBC tenta la rimonta con i colpi di Parusso e Menardo ma Menicali ne spezza i sogni firmando il 13-20. In chiusura di set è un errore al servizio dei piemontesi a consegnare il primo mattoncino verso la finale agli uomini del presidente Bisogno (16-25).

 Secondo set più equilibrato, vede Siena sfruttare ancora gli errori della squadra di casa per accumulare vantaggio, però Bolla, in palla fino a questo momento, infila un punto dopo l’altro per Mondovì, che grazie anche ad un errore dell’opposto senese, accumula un ottimo vantaggio in un punto critico del parziale (20-16). Patriarca a muro aiuta a ricucire lo strappo, ma un break di Mondovì gli regala il secondo set per 25-20. 

Terzo set che inizia con un buono sprazzo di grinta di Mondovì, che si porta sul 4-1, ma Siena reagisce immediatamente, la voglia di vedersi a giocare la finale dev’essere tantissima. Con una particolare attenzione a muro i toscani scrivono sul tabellone un parziale di sei punti tutti a loro favore, è poi il tetto messo su da Patriarca, assieme ai soliti colpi di Padura Diaz, a segnare il definitivo vantaggio di Siena (17-25).

Ultimo parziale di gara equilibrato, in cui Siena sbaglia tantissimo, specialmente dai nove metri. Ci pensa Vedovotto a dare uno scossone ai suoi ed a tirare avanti la carretta. Manassero e Picco le tentano tutte, murando anche con soddisfazione gli avversari, i quali però, alla fine dei conti e dopo un estenuante parziale, riescono a chiudere il match con un ace di Cannistrà, che li porta dritti dritti a Bologna (23-25). 

 

Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania – Ceramica Globo Civita Castellana 3 – 1 (27-25,25-21,23-25,25-17)

 Quella che si è giocata a Viterbo non è stata una normale partita. Questa è stata LA Partita, con la L e la P maiuscole, perché oltre a dare l’accesso alla finale della Del Monte Coppa Italia, è stato anche il derbyssimo laziale tra cugini, che si scambiano meno di venti km di distanza l’uno dall’altro. Un match che si prospettava interessantissimo già da giorni, un match dal sapore avvincente, e lo spettacolo di certo non è mancato.

Reduce dalla bruttissima sconfitta per tre a zero contro la GoldenPlast Potenza Picena, Tuscania ieri pomeriggio è scesa in campo con le palle quadrate e con una voglia di riscattarsi non indifferente. Ed infatti già dalla primissima fase del primo set ha fatto vedere di che pasta è fatta scattando subito avanti di quattro punti, che vengono poi sanati dall’immancabile ed immmmmenso Banderò (sì, con diciotto emme), che addirittura va a portare i suoi ad un primo vantaggio per 11-14. Tuscania riduce subito il divario e le squadre iniziano a sfidarsi palla su palla senza risparmio. Quando Civita Castellana trova il set point grazie ad un attacco out di Shavrak, la squadra di casa tira fuori gli artigli e con due muri di Maciel su Preti, riporta il conto in parità e va ai vantaggi. A chiudere il set ci pensa il buon Calonico con un muro ancora su Preti (27-25).

Secondo set sicuramente più equilibrato, infatti nessuna delle due squadre riesce a trovare vantaggi importanti, fatta eccezione per qualche break di due punti trovati da Tuscania nella fase centrale del set, ma Civita Castellana è stata sempre brava a pareggiare il conto. Cambio di passo verso la fase finale, in cui un ace del capitano di casa  Ottaviani (che a fine match ne avrà collezionati ben 6!!!) porta i suoi sul 22-19. Il set si conclude con un altro muro, questa volta di Shavrak su Banderò.

Partenza in quarta per Tuscania nel terzo parziale, infatti la squadra di casa si porta avanti di quattro lunghezze sugli avversari (14-10). La Globo non cede e grazie al martellante Banderò ricuce lo strappo sino a siglare il sorpasso (17-20). Due muri di Sesto riportano le cose in parità (22 pari), ma Civita Castellana che non vuol incassare un tre a zero, mura Maciel e si aggiudica la terza frazione per 23-25.

Quarto set che già dagli inizi è un preambolo di come si sarebbe concluso il match. Infatti Tuscania allunga velocemente sin da subito e riesce ad imporsi addirittura per 12-5. Preti e Banderò cercano di caricarsi i compagni sulle spalle e riescono a ridurre un po’ il margine (14-11), ma Tuscania torna a macinare punti (19-13). Una serie di ace, prima di Pinelli, poi di Shavrak consegnano il match point alla squadra di casa, e chiude tutto Maciel con un mani out che consegna alla Maury’s lo storico accesso alla finale di Coppa!!!

Lo dico e lo ripeto, tanto di cappello a questa fantastica squadra!!

Related posts

Leave a Comment