VERONA CADE CON PERUGIA, VITTORIA AL TIE BREAK PER TRENTO CONTRO MONZA

COPERTINA SUPERLEGA

Questa settimana prenderò io le veci di Valentina e vi accompagnerò personalmente alla scoperta della Superlega! Cosa sarà successo in questo weekend di gare?!

 

 

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA 3 – 1 EXPRIVIA MOLFETTA (25-15; 22-25; 25-20; 25-17):

I marchigiani mantengono la vetta della classifica aggiudicandosi l’incontro contro i pugliesi, che non si sono lasciati intimorire dalla capolista, ma al contrario, hanno dato del filo da torcere ai padroni di casa. I cucinieri martellano al servizio mettendo a segno 13 ace, contro gli 8 dei pugliesi. Il prossimo turno sarà importantissimo in ottica classifica: la Lube affronterà Modena nel big match per il 1° posto, mentre Molfetta dovrà vedersela con Trento, in lizza anch’essa per la vetta.

DIATEC TRENTINO 3 – 2 GI GROUP MONZA (25-18; 25-22; 22-25; 16-25; 15-11):

Prima battono Modena di fronte ai tifosi del PalaPanini, poi portano i trentini la tie-break sotto di due set. I monzesi, attualmente al 7° posto in classifica, si stanno rivelando, forse, un po’ la sorpresa di questo campionato. Dopo un primo e secondo parziale tutto a favore dei trentini, in casa Gi Group è suonata la sveglia. Hirsch e Fromm hanno martellato gli avversari trascinandoli al quinto set, ma qui l’esperienza e la determinazione dei dolomitici paga i padroni di casa che sigillano il 2° posto in classifica.

 

CALZEDONIA VERONA 0   –   3 SIR SAFETY CONAD PERUGIA (13-25: 23-25; 14-25):

Arriva la quarta sconfitta consecutiva per i gialloblu. Davanti ad un caloroso tifo accorso per il big match più sentito nella città scaligera, i veronesi non riescono proprio a macinare, travolti da una Perugia in formissima. Primo e terzo set quasi totalmente dominati da Perugia, nel secondo, invece, Verona parte sotto di 6 punti ma aggancia gli avversari fino al definitivo 23-25 perugino. Cala il gelo e il silenzio (stampa) in casa BluVolley.

 

REVIVRE MILANO 2 – 3 TOP VOLLEY LATINA (25-22; 23-25; 25-21; 19-25; 9-15):

Vittoria importante per la Top Volley che, grazie ai 2 punti conquistati, scavalca proprio Milano in classifica, ora fanalino di coda in Superlega. Troppi, troppi errori per i padroni di casa, di cui 28 solo al servizio! Non basta l’eccelsa prestazione di Starovic (28 punti per lui), Latina orfana di Fei, reagisce bene con Penchev, sbaglia meno e conquista l’obiettivo, che lascia ai laziali un po’ di speranza in chiave Coppa Italia.

 

LPR PIACENZA 1 – 3 AZIMUT MODENA (19-25; 29-27; 31-33; 22-25):

Match di livello quello andato in scena al PalaBanca, tra le due squadre emiliane. Modenesi che interrompono la striscia positiva dei piacentini in casa, ma che non hanno vita facile dai padroni di casa. Nonostante il primo parziale vada ai modenesi, la LPR non cede e conquista il secondo ai vantaggi. Nel terzo set partono avanti i gialloblu, ma Marshall e compagni siglano la parità a suon di muri, mollando sul finale solo 31-33. Il quarto si gioca sull’equilibrio, fino all’ace di Ngapeth del 21-22. Vettori sigla l’ultimo punto e i gialloblu trovano 3 punti importanti in vista del big match di domenica, che decreterà chi sarà regina d’inverno tra Lube, Modena e Trento impegnata sul campo di Molfetta.

 

BIOSI’ INDEXA SORA 3 – 2 KIOENE PADOVA (18-25; 25-15; 25-27; 25-20; 19-17):

Vittoria importante per Sora che mette in cassaforte la quarta in Superlega e aggancia il 10° posto, importante in ottica Coppa Italia. Scontro in parte regalato dai veneti che chiudono con ben 34 errori (quasi un set e mezzo!), ma chapeau a Sora che è rimasta lucidissima nel tie-break, quando sul match ball per Padova, coach Bagnoli chiama time out e Rosso trova il sorpasso ed il 19-17 che decreta la vittoria del team Volsco.

 

 

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3 – 1 BUNGE RAVENNA (25-22; 28-26; 20-25; 28-26):

3 punti e 8° posto in classifica per i calabresi di coach Kantor, ex di turno del match. Nonostante Ravenna abbia tentato la rimonta, la sfortuna e un errore di troppo hanno spento le speranze dei romagnoli nel finale di quarto set. Da sottolineare i 18 muri punto della Bunge, di cui 6 firmati da Fabio Ricci. MVP del match Michalovic con 19 punti a referto.

Related posts

Leave a Comment