#SERIEA2M: NEL GIRONE BIANCO SONO SIENA E LA NEW MATER VOLLEY IN TESTA ALLA CLASSIFICA, 12 PUNTI ED IMBATTUTE!

COPERTINA A2M GIRONE BIANCO

di Francesca Lupoli

Questa settimana mi tocca il girone bianco da commentare, mentre Dania vi intratterrà domani con il suo recap sui fratelli del girone blu. Che ne dite, siete pronti ad iniziare questa full immersion?

BASI GRAFICHE GEOSAT LAGONEGRO – SIGMA AVERSA 1-3 (25-22; 22-25; 24-26; 16-25): prima vittoria da 3 punti della stagione per Aversa che, davanti allo scatenatissimo pubblico avversario riesce a spuntarla con Lagonegro, team che sicuramente, per la pallavolo messa in campo fino ad ora in campionato, non resterà penultimo in classifica a lungo,

Il match non ha visto grossi picchi o vantaggi da parte di nessuna delle due formazioni, fatta eccezione per il quarto parziale in cui, diciamocelo, Lagonegro ha fatto la sottona. Punteggi attaccatissimi, ed anche i tabellini lo dimostrano: 3 ace contro 6, 8 muri contro 10.. Grossa, anzi GROSSISSIMA differenza l’hanno fatta la ricezione e la difesa: ma insomma, seconda linea di Lagonegro, mi rivolgo proprio a voi.. Una lavatina di faccia al mattino? Avete le potenzialità ma non vi applicate, semicit.

Per la Sigma è il solito Santangelo a spadroneggiare nel tabellino, con niente popodimenoche 25 punti. Lagonegro divide molto più equamente il suo gioco, chiudendo con Boesso a quota 15, Galabinov 18 e Boscaini 18.

Aversa se la ride dal suo posto da quarta in classifica, mentre Lagonegro rosica un bel pezzetto perché stava proprio lì, sul punto di fregare gli avversari. Ma tranquilli ragazzi, la ruota gira: oggi a loro e domani…

CLUB ITALIA CRAI ROMA-SIECO SERVICE ORTONA 3-1 (25-16 25-20 22-25 25-18): tanto per iniziare ERO A VEDERE QUESTA PARTITA. Ovviamente non ero sola, con me c’era la mia fida socia Alessandra, ed avevamo anche un paio di ospiti, fra cui il mio adorato nipotino peloso Slash. Devo dire la verità? Mi volete matura e critica? Ok, fatti vostri.. non ci siamo, ma manco per niente. Già pori voi giocate di sabato sera alle 20.30, il che implica tutta una serie di privazioni, MA MICA SOLO PER VOI PERÒ! Famose a capì un secondo bimbi, perché zia qua c’ha una certa età e le ore piccole non le può fa più: non è possibile che voi illudete tutti vincendo il terzo set con dei recuperi assurdi, e poi dopo v’addormentate!
Io so’ sincera, le ore piccole le faccio e pure volentieri, ma… perde direttamente 3-0 no? Così s’andava a fare le ore piccole da un’altra parte?  :mrgreen: 

 

Per i padroni di casa carente la difesa in alcuni momenti, certi casini che manco i miei capelli a nido di rondine. Solo Baldazzi va in doppia cifra, 17, lo segue Margutti con soli 9 punti. Ortona invece, squadra che finora si è comportata benino vincendo due gare e perdendone altre due, ha spaziato meravigliosamente fra le mani del muro avversario, con Buchegger bombardiere, che chiuderà a referto con 22 punti. Molto buona la prestazione degli abruzzesi  a muro, che stampano ben 14 volte i giovani avversari,  e piazzano 8 ace nell’altro campo. Una roba mica da ridere. Differenza notevole nell’organizzazione di gioco quella fra le due squadre: Club Italia molto disordinato, Ortona invece piuttosto precisa e puntuale. Il dettaglio ha fatto la differenza. (CLICCA QUI PER L’INTERVISTA DA CANI A DI MEO- ORTONA)

Siccome Mister Totire ci ha fatto un appello (CLICCA QUI PER L’INTERVISTA A TOTIRE- CLUB ITALIA) noi faremo le brave, e ci porteremo una mandria di gente a vedervi, chissà che non spunti fuori anche qualche striscione o trombetta, però voi vi date una piccola svegliatina, ok?!?

P.S: Mo’ ce l’ho co te, Tofoli: famo che le pizze la prossima volta le lasci al ristorante e sul campo le manucce le chiudi sempre? No perché, abbiamo contato almeno 4/5 svassoiate, che non è proprio top eh..

BCC CASTELLANA GROTTE – AURISPA ALESSANO 3-0 (25-14, 25-18, 25-15): la New Mater Volley mantiene perfettamente la scia del tutto positiva di Siena e, con quattro vittorie, conquista la vetta assieme ai toscani. In un’ora ed un quarto il derby di Puglia si conclude tutto a favore dei padroni di casa che, seppur Alessano provi ogni tanto ad infilare qualche colpo, non sono mai davvero impensieriti dagli ospiti.

C’è pure da dire che i poveretti si sono ritrovati senza Cernic, e nel corso del primo set anche Piscopo ha dovuto abbandonare il campo. Un po’ come se una Ferrari corresse senza gomme, dai..

Fondamentalmente è l’attacco castellanese a dettar legge: una percentuale elevatissima quella della New Mater Volley (70%) contro Alessano che non riesce per nulla ad ingranare, e non può che finire male questo match iniziato già con una gamba storta. In compenso però davvero apprezzabile la grinta della squadra ospite che, nonostante la situazione difficoltosa, ha comunque provato a mettere insieme un gioco che potesse in qualche modo stancare i padroni di casa. Top scorer del match Moreira con 14 punti, mentre per Alessano nessuno chiude in doppia cifra.

 

KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE – EMMA VILLAS SIENA 0-3 (23-25; 21-25; 17-25): è l’Emma Villas ad aggiudicarsi il derby toscano, in casa degli avversari, con un secco 3 a 0 che dice tutto sulla prestazione degli uomini di coach Tofoli. 9 muri contro 4, 4 ace contro 1, ottima prova anche in attacco per entrambe le squadre, ma Siena è più lucida ed incisiva.

Gli avvii dei parziali sono stati sempre equilibrati, fino a che Siena, dando uno sprint maggiore anche in fase di contrattacco, si è portata in vantaggio nel punteggio, e Santa Croce non ha potuto arginarla. Positivi Tamburo e De Leon (9 e 10 punti) per i padroni di casa, mentre fra le fila dell’Emma Villas sono Vedovotto e Padura Diaz (12 punti) a spiccare.

 

GOLDENPLAST POTENZA PICENA – MAURY’S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA 3-1 (22-25, 25-20, 26-24, 25-19 ): qui signori miei siamo al match dei match, al derby del cuore di Daily Volley. Se da una parte infatti sul campo abbiamo trovato la formazione ospite, Tuscania, e lo sapete a che livello siamo intrecciate laggiù, dall’altro lato della rete c’era Potenza Picena, squadra di una delle nostre collaboratrici, nonché di due dei ragazzi che ho personalmente tormentato seguito lo scorso anno con Alessandra, i vecchi e cari Argenta e Zonca.

Fatalità a quanto riferisce Dania, nostra inviata sul campo per l’occasione, a fare i mattatori della serata sono stati proprio i due ex Club Italia, che sembra si siano dati parecchio da fare in attacco ed al servizio, suonandole di santa ragione agli uomini di Montagnani.

Persino l’opposto viterbese Maciel trova poco spazio fra le mani del muro avversario, fondamentale nel quale i marchigiani sono stati sicuramente molto incisivi.

Anche Tuscania però dice la sua: nel primo parziale infatti si porta agevolmente avanti sul finale, lasciando i padroni di casa con un pugno di mosche in mano grazie proprio alla sua bocca da fuoco De Souza (21 punti). Poi però è il delirio, e da come mi riferiscono è proprio l’ex capitano degli azzurrini Argenta a fare un assolo, a muro ed in attacco, ed a caricare la sua squadra per portarla a pareggio. Nel terzo parziale, quello che poi ha dato la svolta ai marchigiani e li ha introdotti alla vittoria, Tuscania riesce ad allungare, ma poi

Il panico!  Non s’è capito bene che è successo, ma un po’ con gli attacchi dell’opposto potentino e un po’ perché la difesa dei viterbesi s’è un attimo rincoglionita, il Volley Potentino porta a casa il set ed anche il match, con un quarto parziale in cui Zonca (CLICCA QUI PER L’INTERVISTA DA CANI A ZONCA), Argenta (29 punti)  e Bellini (15 punti) affossano gli avversari quasi da soli.

Un bel weekend denso da commentare quello appena trascorso, siamo state su parecchi campi ed è stato complicato riuscire ad incastrare tutto, ma siccome siamo carine e coccolose ci siamo riuscite, quindi appuntamento alla prossima!

 

Related posts

Leave a Comment