LA STRADA PER UN SOGNO

Italian swimmer Federica Pellegrini carries the Italian flag ahead of her teammates as they arrive in the Maracana' stadium during the Opening Ceremony of the Rio 2016 Olympic Games in Rio de Janeiro, Brazil, 05 August 2016. The 2016 Rio De Janeiro Olympic Games run through the closing ceremony on 21 August.    ANSA/ETTORE FERRARI

di Giulia Molgora 

 

Migliaia di palleggi, centinaia di bracciate, decine e decine di stoccate subite e messe a segno, chilometri percorsi giorno dopo giorno, palestra, allenamenti, concentrazione, fatica, sudore.

Ed ora sei qui, ora siamo qui.

Ogni passo, ogni respiro, ogni battito del nostro cuore ci ha condotto in questo luogo.

Fin da bambini, quando abbiamo iniziato a seguire dei sogni molto più grandi di noi e ne abbiamo fatto la nostra stella polare.

Dal primo passo mosso quasi per caso, dalla prima caduta, dal primo errore, da quando ci siamo rialzati.

Tutto, guardandoci indietro, ci ha spinti fino a dove ci troviamo ora.

E in questo momento, qui, ci siamo solo noi e il nostro sogno, noi e le persone che vogliamo essere.

Noi che siamo sorti come il sole dopo ogni notte buia, noi che abbiamo deciso di avere ancora tanto da dare, noi che urlando al cielo abbiamo scelto di fare sentire la nostra voce.

Perché questo è il momento, il nostro momento e siamo pronti a giocarci il tutto per tutto, siamo pronti a lottare per raggiungere la nostra meta tutti insieme, come un’unica grande squadra.

Perché questo è l’istante in cui le paure e le sconfitte individuali si azzerano, scompaiono e lasciano posto ai nostri cuori e alle nostre mani che si stringono.

Perché quei sogni che rincorrevamo da bambini non sono più così lontani.

Perché siamo pronti a sorprendere noi stessi, a dimostrare che gli uomini e le donne da battere siamo noi. Che la passione, la perseveranza e l’onestà possono ancora smuovere intere esistenze.

Siamo arrivati fino a qui per scendere in campo.

Siamo arrivati fin qui per rendere onore a ciascuno di quei palleggi, ad ogni bracciata, a ciascun passo fatto nella speranza un giorno di poter gridare al mondo chi siamo.

Siamo qui perché abbiamo scoperto che la parte migliore dei sogni è che essi si tramutano in realtà.

Related posts

Leave a Comment