#ITALVOLLEY: GLI ALTRI CHE NE PENSANO? #LaGiornataTipo

Se non conoscete la pagina facebook La giornata tipo, non sapete cosa vi perdete.
Abbiamo chiesto a Raffaele Ferraro, il simpaticissimo ideatore di quella che è una delle più seguite pagine di basket del momento, di condividere con noi, e con voi, un breve pensiero sull’Italia della pallavolo che, da Rio, è arrivata fin dentro le case di chi, la pallavolo, non sapeva nemmeno si giocasse su cinque set!

Le Olimpiadi elevano l’attenzione, gli ascolti e l’interesse per uno sport come nessun’altra manifestazione sportiva.Sono il master internazionale del percorso di studi di uno sport. Esserci è già una vittoria. Una medaglia è il superamento dei confini sportivi. Si esce dal perimetro del proprio sport, per entrare a macchia d’olio nelle case degli italiani, nelle sedi degli sponsor, nei contratti pubblicitari.
Questo è ciò che succede quasi ciclicamente alla pallavolo italiana da diversi anni. Non seguo la pallavolo, neanche saltuariamente, non sono tifoso, non leggo i risultati, non sono appassionato. Sono l’identikit dell’italiano medio che non segue un determinato sport. Eppure oggi so chi è Zaytsev, so che tira delle cannonate, ho conosciuto Giannelli che a 20 anni si è giocato una medaglia olimpica da assoluto protagonista, ho conosciuto le regole nuove, ho apprezzato nuovi aspetti di uno sport che non seguivo.
La Pallavolo attraverso i risultati della propria Nazionale aumenta il proprio bacino di tifosi, attira aziende investitrici, aumenta l’interesse dei media, cresce come sport. E sia ben chiaro, i risultati non arrivano per caso. Evidentemente c’è una federazione che lavora bene. C’è un movimento che mattoncino su mattoncino fa crescere quotidianamente il proprio sport. E’ quello che manca al basket. O meglio, è quello che il basket ha sempre avuto di rado. Invidia? Sì, avrei fortemente voluto ci fosse l’Italbasket a giocarsi una medaglia per i motivi di cui ho parlato finora. Ma invidia assolutamente positiva. Complimenti sinceri all’Italvolley.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto