WORLD GRAND PRIX: IL PAGELLINO

Foto FIPAV

by Laura Papa

Dopo la vittoria di ieri contro il Giappone, l’Italia di Marco Bonitta chiude il primo week end di gare del Grand Prix con 2 vittorie e una sconfitta -contro le padrone di casa brasiliane-.

La prima sfida, contro il Brasile, ha visto le azzurre lottare nel primo e terzo set ma poi arrendersi negli altri di fronte ad una squadra che vanta forte carattere ed esperienza. Schiaccianti i risultati del secondo e terzo parziale dove le brasiliane hanno chiuso con 10 punti di vantaggio (25-15). La seconda partita del week end brasiliano ha visto le azzurre riscattarsi contro la Serbia: con un 3-1 di grande livello, Sylla e compagne si sono aggiudicate la prima vittoria del torneo che ha dato la giusta carica per la vittoria di ieri, domenica 12 giugno, contro il Giappone. Le ragazze di Bonitta hanno dominato nei primi 2 set (25-20;25-20), ma un calo nel terzo parziale ha favorito l’avanzata del Giappone, che aggiudicandosi il terzo e quarto set ha portato la serie al tie break, dove le azzurre sono partite con il piede giusto e mantenendo il giusto equilibrio hanno potuto festeggiare la vittoria per 15-8.

MARCO BONITTA

Nonostante la sconfitta nel primo match ha saputo gestire bene i cambi e la giovane squadra in tutte e tre le gare. Ha messo in campo quasi tutte le giocatrici, permettendo loro di misurarsi con delle giocatrici di alto livello; un ottimo “allenamento” in vista delle olimpiadi.  Per lui un meritatissimo 9.

OFELIA MALINOV

La Giovane palleggiatrice ha giocato con carattere nelle gare contro Brasile e Giappone, riuscendo a gestire bene i palloni e dando un forte contributo a muro. Anche per lei un 9 grazie sopratutto ai 19 punti totali del weekend di gare.

VALENTINA DIOUF

Dopo essere stata esclusa precedentemente da Coach Bonitta l’opposta della UYBA torna in azzurro e mette a segno 34 punti totali nelle tre gare. Parte da riserva nella gara conto il Brasile, ma parte nel sestetto iniziale nelle altre due gare nonostante ciò non è tra le migliori in capo quindi per lei un 7.

SERENA ORTOLANI

Forse ancora stanca dei festeggiamenti del matrimonio l’opposta neo campionessa d’Italia non gioca al massimo della forma, costringendo coach Bonitta a tenerla in panchina nella maggior parte dei set. Nel match contro la Serbia il suo ritorno in posto 4, gioca bene ma non è incisiva e mette a segno solo 8 punti. Per lei un 5 nella speranza di venderla giocare al massimo della forma nelle prossime partite.

PAOLA EGONU

La migliore tra le azzurre è sicuramente lei, 15 punti nel match contro il Brasile e 30 contro il Giappone; quasi perfetta in entrambe le partite è stata l’arma in più per Bonitta. Un 10 più che meritato per la giovane schiacciatrice.

ANASTASIA GUERRA

Parte titolare nelle due gare più difficili, non è sicuramente tra le migliori, ma anche lei non delude e chiude il weekend con 22 punti totali. Un 6 per spronarla a fare di più nelle prossime partite.

MYRIAM SYLLA

Non gioca al massimo contro il Brasile, ma si riscatta contro la Serbia mettendo a segno 20 punti. Tra le migliori in campo per la formazione azzurra, un 7 1/2 vista la prestazione del primo match.

CHRISTINA CHIRICHELLA e ANNA DANESI

Le due centrali azzurre hanno giocato molto bene entrambe per questo ho deciso di metterle insieme. 29 e 27 punti totali per entrambe hanno messo a segno 9 muri punto a testa facendo si che per loro il mio voto per loro è un 8 1/2.

LAURA MELANDRI

Buona ma non perfetta anche l’altra centrale, che nonostante abbia giocato solo l’ultima partita contro il Giappone ha messo a segno 8 punti in attacco e 1 solo muto. Per lei un 7.

MONICA DE GENNEARO

Un 8 per lei che come al solito non delude e offre sia in difesa che in ricezione ottimi palloni a Malinov.

IMMACOLATA SIRRESI

Entra nel secondo match del weekend e sostituisce molto bene la De Gennaro, anche lei riesce a dare alla palleggiatrice dei buoni palloni da giocare.

CAMBI CARLOTTA, GENNARI ALESSIA E SPITITO ILARIA:

Entrate poco in campo ma, nonostante ciò, hanno dato buono contributo alla squadra. Per questo motivo non posso dare un voto alla loro prestazione.

Related posts

Leave a Comment