CLUB ITALIA 3 – 0 VIBO VALENTIA : Che partita!

image009

by Francesca Lupoli e Alessandra Giubilei

Saaaaalve a tutti! Come sempre torniamo a scocciarvi con i nostri pezzi a quattro mani, questa volta per la vostra gioia dovrete sorbirvi la nostra personale opinione su un match di SerieA2M, Club Italia Roma- Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.
Il primo set… Beh ce lo siamo perse, perchè QUALCUNO (indovinate a caso) ha fatto tardi dopo una notte di bagordi. Quindi inutile mentire, vi abbiamo accorciato l’agonia! Adesso iniziamo con la cronaca vera però!

Sempre la colpa a me da’ questa, sei proprio ‘fija de no’ sbirro. E comunque posso spiegare! 

Secondo set:
Inizio di parziale con una quinta per il Club Italia: un ace di Zonca vale il 6-2 dopo un ottimo turno al servizio, out di Vedovotto che consegna agli avversari ben sei lunghezze di vantaggio (8-2). Diagonale di Margutti che finisce direttamente sulle mani del muro calabrese, 9-3. Invasione a rete di Vibo per il 10-5, con Zoppellari pronto ad andare in battuta. Ripresa di Vibo che si ritrova con solo una lunghezza di svantaggio, Ferraro in battuta ma Margutti risponde presente ridando fiato ai suoi con un importante punto. Timeout tecnico che vede il Club Italia in vantaggio di un break (12-10). Pari 12 su un mancato recupero a rete degli azzurrini di Totire. Doppio attacco in campo di Argenta che riconquista un break di vantaggio, rinforzato da un murone sull’attacco di Vibo (15-12). Servizio in rete di Michaovic per il 17-13.

image003
Foto Marika Torcivia

Margutti mette giù una piazzata fra le mani di Ferraro e Presta, 18-14. Ace potentissimo di Margutti (21-18) e MU-RO-NE (ma perché scrivi sto’ murone così? Mica hai due anni!) di Zonca per il 22-18!! Vibo risale la china sfruttando qualche falla nella difesa azzurra, Vedovotto in serie in battuta. Muro di Maccarone su Galassi, la distanza si riduce pericolosamente per la squadra di casa.

Sul 22-22 sentiamo provenire da un punto imprecisato sugli spalti un rumore strano, sembrava tipo un richiamo per uccelli, che comprensibilmente distrae tutti (dai seri, chi è stato? Lo assumo come richiamo personale per quando mio nonno va a caccia).

Parità sul 23 con un primo tempo velocissimo di Galassi. Muro in campo per il Club Italia (aiutato da una decina di chili di fattore C purissimo) ed è 25-24, con Argenta in battuta. Piazza una buona palla ma Vibo ricostruisce bene, 25 pari. Servizio out per Vibo, 26-25. In campo Tofoli-Caneschi, out Zonca-Zoppellari. Di Martino manda un velocssimo primo tempo in campo per il 27-26, per dirigersi poi in battuta. Scambio lunghissimo (cominciate a farmi soffrire di attacchi di tachicardia, ve lo dico) per il 27 pari, Vibo torna sempre a galla nonostante i tentativi di chiusura avversari! Errore al servizio di Pinelli che determina il vantaggio per il Club Italia, il quale chiude poi il parziale con un muro di Galassi per 30-28!! Confermo, il cardiologo per la prima visita me lo pagate voi.

Terzo set:
Si riparte con Di Martino alla battuta ma il primo punto è conquistato da Vibo. Servizio in rete per Zoppellari che vale il 3-2. 5 pari su muro a tre di Galassi-Argenta- Zonca. Vibo è in vantaggio di un punto, per 8-7, ma i ragazzi di Totire non hanno tanta voglia di tirare in lungo la partita. Galassi elude il muro di Maccarone, ed è 10 pari. Zampina in aria per Argenta!! Lascia lì la mano quel tantino in più che serve… E TAAC

image004

punto per il Club Italia, che aumenta il vantaggio con indovinate cosa? Ma si ! Un altro muro del suo capitano. Marra attivissimo in fase di ricostruzione, aiuta molto i suoi in una fase un po’ difficile riavvicinandoli alla parità con la squadra di casa. Botta megagalattica (sto’ “megagalattica/o” che ti piace tanto usare mi ricorda il “supermegadigievolve” dei Digimon, evita) di Galassi (14-12). Michalovic attacca, ma a muro non si passa! Ace di Argenta proprio su Marra! (17-14). Altro colpo da me soprannominato zampina, stavolta per Di Martino, che è presentissimo a muro (4 messi a terra durante il match), e si ripete subito dopo! Servizio in rete di Michalovic per il 20-15 in favore dei ragazzi di Totire, ma Zonca, in battuta per i suoi, restituisce il favore. Vedovotto recupera un punto piazzando un attacco praticamente invisibile.

Momenti conclusivi del match:

Arrivano cori dal pubblico in favore della giovanissima squadra casalinga, Zonca fomenta il pubblico a suon di applausi, manca una pogata finale e ci siamo! L’odore d’impresa si sente già nell’aria (no Fra, probabilmente è solo puzza di sudore)! 23-17 con l’ennessimo colpo di lungimiranza di Argenta (chiuderà top scorer del match con ben 21 punti messi a segno!). Ace di Zoppellari che conquista il match point sul 24-17. È un punto di Galassi a chiudere il set per 25-17 e la partita!!

Sa-sa- prova- prova. Tocca a me, grazie!

Innanzi tutto vorrei spiegare che, si, siamo arrivate tardi per colpa mia perché sabato sera non mi sono regolata, MA tutto è giustificato dal fatto che ero impegnata nei festeggiamenti per la chiusura della sessione invernale… e poi sapevo che il Club Italia giocava con Vibo, quindi… insomma, pensavo che si concludesse tutto con un 0-3 pesante per gli azzurri e non mi andava di svegliarmi presto per assistere ad una disfatta.
Essenzialmente poi è colpa dei ragazzi di Totire: non mi hanno avvisato che avrebbero giocato col il razzo al…

ALESSANDRA!

Con il razzo e basta.

Per una volta che c’era tifoseria per il Club Italia, che si facevano cori, che si sarebbe potuto urlare di gruppo contro la tifoseria avversaria…io stavo senza voce. Ma proprio senza! Roba che prima di andare al PalaTiziano ci ho messo un quarto d’ora a chiedere un cannolo con la crema al bar.

Che presa a male.

Così impari a fare tardi il sabato sera.

Ignoriamo pure Francesca, invidiosa del mio aver chiuso la sessione, e parliamo di una cosa seria e che tutti avranno notato:

A Raffaele Ferraro – Vibo Valentia – è morto il parrucchiere.

image005
Scusate, non ho trovato immagine migliore, ma il suo taglio era davvero imbarazzante. (foto originale Marika Torcivia)

Direte voi, come l’altra volta, non c’è nulla di cui lamentarsi dato che il Club Italia ha vinto e lei tifa Club Italia.

Beh… VI SBAGLIATE.

Si ma pure te, vai a cercà il pelo nell’uovo.

Anche te stavi a soffrì, mi lamento io per entrambe.

Continua la mia crociata “ma non ve’ potevate sveglià prima?!”

Qui più passano le giornata, più si avvicina la fine del campionato e più questi giocano bene. La settimana scorsa hanno vinto al tie break a Potenza Picena –e noi non c’eravamo-, mo’ ieri hanno fatto il culo ai vincitori della Coppa Italia ­-e noi siamo arrivate tardi- . Ma ve pare un comportamento corretto?

Quindi le cose so : o portiamo sfiga noi, opzione che di commento in commento si è presentata più volte, o a questi del Club Italia piace complicarsi la vita e quindi boh, giocare ammerda all’andata e dirsi“Va beh, mo che abbiamo fatto schifo, riprendemose” oppure non lo so. Sta’ giornata non so’ stati nemmeno diuretici! Che stiamo cambiando?Crescendo? Maturando?

image007

Di Martino a fine gara nemmeno se’ ricordava quando-dove-contro chi- è la loro prossima partita, quindi ricordiamoglielo :

image008

Mo va bene?

Questa è negligenza eh… Mister direi che si merita più di una sgridata: come punizione proporrei di farlo venire a spostà l’armadio a 6ante che ho in camera, da sola manco mezzo ne muovo.

Chi fa la spia non è figlio di Maria.

Mi’ madre se chiama Beatrice infatti.

Approfittatrice.

Me vieni a aiutà te?

Si, mi aiuterà lei, speriamo solo non ci cada addosso.
Futili problemi a parte, non c’è tanto da dire sulla partita: so stati fenomenali, abbiamo vinto e sono felice. Scusate, ma sono tornata a casa dopo più di un mese di fuorisedentaggio (????) e mamma ha fritto i supplì, quindi la conclusione la lascio a Francesca!

Questa quando si tratta di cibo non ragiona più. Spero che la redazione prenda provvedimenti perché mica può lasciare gli articoli così per dei supplì!

Si che posso.

Vattene!
Comunque: la partita mi è piaciuta, adoro che le squadre che tutti considerano Cenerentole compiano queste impresone da leoni! Difese pazzesche e tattica di gioco ottima per i ragazzi del Club Italia. Finale amaro invece per i freschi vincitori della Coppa Italia, che tornano in patria senza portar via nemmeno un punticino.

Vibo Valentia rosica male, malissimo direi.

image009
Foto Marika Torcivia

Con la foto della vittoria vi invitiamo a continuare a seguirci aspettando la prossima intrusione al PalaTiziano!

L’intervista al Mister : qui !

Related posts

Leave a Comment